ANNO XV Gennaio 2021.  Direttore Umberto Calabrese

Lunedì, 05 Settembre 2016 16:56

Il Comune di Amatrice sposa la musica del jazzista Pinelli

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Iniziativa musicale, patrocinata dal Comune di Amatrice e in collaborazione con "Blues sotto le Stelle - L'Aquila", che Dario Pinelli, insieme all'Italian Gypsy Funk Trio, ha messo sulla scena, a partire da sabato 3 settembre 2016, per raccogliere fondi a favore della popolazione di Amatrice colpita dal sisma.

Il singolo dal titolo "Underland, Una Canzone Per Ricostruire" (testo e musica di Pinelli), ideato e promosso dal jazzista italiano Pinelli - internazionalmente riconosciuto come uno dei più virtuosi chitarristi swing - è stato realizzato per raccogliere fondi a favore della popolazione di Amatrice colpita dal sisma.

Oltre alle donazioni dirette sul conto corrente del Comune di Amatrice - i dati compaiono in sovrimpressione durante il videoclip e sono riportati nella lettera di delibera in allegato alla mail - tutti i proventi della riproduzione audio/visiva e della vendita online sulle maggiori piattaforme digitali (presto disponibile) dello stesso brano, saranno interamente destinati alla causa del terremoto.

Con il Patrocinio del Comune di Amatrice e in collaborazione con "Blues Sotto Le Stelle - L'aquila" di Claudio Mastracci.

Testo e musica

Dario Pinelli

Gruppo:

Dario Pinelli & the Italian Gypsy Funk Trio

Composto da: Dario Pinelli, Michele Biancofiore, Mattia Di Francesco, Teo Carriero.

Facebook:

www.facebook.com/dariopinelli

Coordinate per le donazioni (indicate anche nella lettera di patrocinio):

Banca di Credito Cooperativo di Roma IT 13 W 08327 73470 000000005050

Causale: Progetto Dario Pinelli & the Italian Gypsy Funk Trio a sostegno della popolazione di Amatrice colpita dal sisma dell'agosto 2016

Le motivazioni che hanno spinto Pinelli, insieme con il suo gruppo, a scrivere questo brano sono quelle descritte nel pensiero in coda al video che riportiamo qui sotto:

...quella notte ero lì con la mia compagna, i miei colleghi e i miei amici.

Ci saremmo esibiti ad Amatrice sabato 27 agosto per far divertire la gente.

Abbiamo sentito la terra tremare e siamo fuggiti: eravamo salvi ma mai immaginavamo che intorno a noi ci fosse tanta distruzione.

Questo brano, scritto quella stessa notte, è l'inizio e la fine di quel concerto che non c'è stato e lo dedichiamo a tutte le vittime del sisma e alle loro famiglie.

Un fraterno abbraccio al Sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi e a tutti i suoi concittadini.

 

Sostieni il tuo quotidiano Agorà Magazine I nostri quotidiani non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 930 times Last modified on Lunedì, 05 Settembre 2016 18:02

Utenti Online

Abbiamo 847 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine