ANNO XI  Settembre 2017.  Direttore Umberto Calabrese

 

Riceviamo e pubblichiamo integralmente comunicato stampa pervenuto da Giampaolo Vietri, Cosimo Ciraci Gruppo Consiliare Forza Italia al Comune di Taranto


 Come rilevato dagli organi di controllo la nuova amministrazione comunale dovrà dedicare particolare attenzione alla gestione delle società partecipate. È per questo che il nostro gruppo politico ritiene necessario denunciare come il servizio d’igiene urbana prosegua inspiegabilmente in regime di proroga dal novembre del 2015.

Un fatto incomprensibile visto che l’istituto della proroga è uno strumento a cui è possibile ricorrere nelle more dell’espletamento delle gare per l’affidamento di servizi all’esterno, rivolgendosi al mercato; in questo caso, non vi è alcuna gara da espletare in quanto l’ente gestisce il ciclo dei rifiuti in house.

Pertanto, alla luce di ciò, abbiamo presentato un ordine del giorno che sarà discusso nella prossima seduta del Question Time del consiglio comunale per impegnare il Sindaco ad accelerare ogni attività utile alla sottoscrizione del nuovo contratto di servizio con Amiu spa, non essendoci alcun evidente causa ostativa. La sottoscrizione di un nuovo contratto di servizio è esclusivamente legata alla capacità delle parti di definire le attività da affidare all' Amiu e di concordare il nuovo importo complessivo del contratto. Inoltre, con la stessa mozione consiliare, considerando che a giorni terminerà il mandato del consiglio d’amministrazione della società partecipata, chiederemo al consiglio comunale di esprimersi circa l’opportunità di indicare al sindaco la via della procedura di evidenza pubblica per l’acquisizione di disponibilità da cui attingere per le nomine dei nuovi consigli di amministrazione delle società partecipate valorizzando, nelle scelte finali, le professionalità e le esperienze specifiche tecniche e amministrative che, si spera, potranno emergere nei vari settori. Speriamo dunque che la trasparenza possa contraddistinguere le scelte che riguarderanno le nomine delle società del comune.

Sostieni il tuo quotidiano Agorà Magazine I nostri quotidiani non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Published in Taranto

Approvato in assemblea il documento contabile. Plauso di Stefàno per il risultato positivo . Il Comune di Taranto, socio unico di AMIU S.p.A., ha approvato il bilancio 2016 della società partecipata.

Published in Taranto

Nei cantieri zonali, ogni lavoratore in turno sarà dotato di uno smartphone .La spinta al miglioramento dei servizi offerti da AMIU S.p.A. Taranto all’utenza passa inevitabilmente dal benessere garantito ai propri dipendenti.

Published in Taranto

AMIU S.p.A. Taranto, in ottemperanza a quanto previsto dal suo statuto, ha deciso di procedere al reclutamento di un direttore generale.

Published in Taranto

Un'ora fa dopo che alle 00 di oggi avevamo scritto l'articolo -Taranto – Bruciano i cassonetti di plastica, precarie e infiammabili infrastrutture di una città che non cambia, l'Amiu di Taranto ci invia il comunicato stampa " Notte di capodanno, interventi straordinari: meno disagi, ma ancora troppi cassonetti bruciati".

Published in Taranto

La scrivente, prof.ssa Lina Ambrogi Melle, consigliere comunale del Gruppo Ecologisti per Bonelli,  ci invia il seguente comunicato stampa, con preghiera di pubblicazione e lo facciamo volentieri.

Published in Taranto

L'assessore all'Ambiente Pietro Petruzzelli ha diramato il programma tecnico operativo finalizzato al contenimento della presenza dei roditori nella città di Bari, definito dall'AMIU.

Published in Bari

A emettere quest’allarme non è il cittadino per strada, o il consigliere comunale di opposizione e né un’associazione ecologista.

Published in Taranto

Oltre ad aver dimenticato volutamente i rifiuti Raee del primo raggruppamento R1 ovvero quelli legati al freddo dai condizionatori ai frigoriferi, dopodiché ci troviamo il frigo buttato fuori nelle discariche che denunciano i cittadini, ci sono anche quelli legata al raggruppamento R3 ovvero televisori e monitor.

Published in Rifiuti

I prossimi 11 e 12 luglio, come deciso dalle principali sigle sindacali a livello nazionale, gli operatori del settore “igiene ambientale” osserveranno due giorni di sciopero in tutte le regioni.

Ribadendo l’invito fatto dal Sindaco di Taranto Dr. Ippazio Stefàno lo scorso 29 giugno, Amiu S.p.A. sollecita ulteriormente l’utenza a ridurre all’indispensabile il conferimento dei rifiuti a partire dalla mattina di lunedì 11 e fino allo notte di martedì 12 luglio. Non potendo prevedere le percentuali di adesione e l’effettiva disponibilità di personale, infatti, e non potendo precettare i lavoratori (l’attività di raccolta dei rifiuti solidi urbani, da normativa, non rientra tra le prestazioni minime indispensabili per cui è possibile farlo), nelle due giornate di sciopero e in quelle immediatamente successive potrebbero generarsi pesanti conseguenze per il pubblico decoro.

Per potervi ovviare, come detto, una delle strade più facilmente praticabili è limitare il conferimento nei cassonetti, rimandandolo a mercoledì. Si tratterebbe di una misura di salvaguardia: la capienza dei cassonetti, in questo modo, sarebbe sufficiente ad ammortizzare l’impatto di eventuali ritardi nelle operazioni di raccolta.

Ci appelliamo alla comprensione e al senso civico della popolazione tarantina, affinché l’espressione di un sacrosanto diritto da parte dei lavoratori non debba avere come conseguenza un evitabile carico di oneri per loro e per la città. L’impegno dei lavoratori dell’Amiu S.p.A. e della azienda tutta sarà garantire un immediato rientro alle condizioni di normalità, anche mediante lavoro straordinario, nelle giornate successive allo sciopero.

Sostieni il tuo quotidiano Agorà Magazine I nostri quotidiani non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore
Sostengo Agorà Magazine
Published in Taranto

Le Vignette satiriche di Paolo Piccione

Il silenzio

Utenti Online

Abbiamo 1605 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa