ANNO XIII Novembre 2019.  Direttore Umberto Calabrese

Schiaffo a Boris Johnson. La Corte Suprema britannica ha dichiarato non legale la sospensione (prorogation) del Parlamento voluta dal primo ministro Tory fino al 14 ottobre, nel pieno della crisi sulla Brexit, accogliendo gli argomenti dei ricorsi di oppositori del governo e attivisti pro Remain. Il verdetto è stato raggiunto all'unanimità dal collegio degli 11 giudici.

Published in Attualità

Il premier potrebbe però sfruttare a suo vantaggio le divisioni dell'opposizione guidata da Jeremy Corbyn e i numeri dei sondaggi che lo danno in testa

Published in Estera

Se i Tory non supereranno le loro divisioni, "rischiamo di finire senza una Brexit, del tutto": è l'avvertimento lanciato dalla premier britannica, Theresa May, nel discorso conclusivo al congresso dei conservatori, a Birmingham.

Published in Estera

London (UK) - Boris Johnson’s appointment as the United Kingdom’s foreign minister has brought gasps of shock in diplomatic circles at home and abroad – especially in Europe.

His notoriously undiplomatic, sometimes insulting comments about other countries and their leaders have prompted some senior diplomats to respond in – for them – uncharacteristically undiplomatic language.

Published in Politics UK

Londres (Reino Unido ) - Primeros nombramientos de la nueva primera ministra británica, Theresa May.

El más sorprendente ha sido el de Boris Johnson como titular de Exteriores. El exalcalde de Londres y una de las principales figuras a favor del brexit será el jefe de la diplomacia británica durante las negociaciones con Bruselas para abandonar la Unión Europea.

Published in Política esp

Londra - Teresa May lo ha in pratica gia' annunciato e Boris Johnson lo fara' in giornata: il ministro dell'Interno britannico e l'ex sindaco di Londra si candidano alla successione del premier britannico David Cameron, che ha annunciato le dimissioni dopo il referendum che ha decretato la Brexit. May ha pubblicato nella notte un articolo sulla pagina web del Times, assicurando che si mettera' al servizio del suo partito conservatore e della gente.

 

Prima del ministro dell'Interno, hanno gia' presentato le proprie candidature il ministro del Lavoro Stephen Crabb e l'ex ministro della Difesa Liam Fox.

 

Secondo le previsioni, dovrebbero candidarsi anche il ministro dell'Educazione Nicky Morgan e il titolare della Salute Jeremy Hunt. I termini per le candidature scadono alle 12, le 13 in Italia. (AGI) 

Sostieni il tuo quotidiano Agorà Magazine I nostri quotidiani non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore
Sostengo Agorà Magazine
Published in Estera

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1106 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa