ANNO XVII Gennaio 2023.  Direttore Umberto Calabrese

Il governo ha varato la legge di bilancio che prevede il taglio del reddito di cittadinanza e del cuneo fiscale. La tassa sugli extraprofitti sale al 35% mentre lo sconto sulle accise per il carburante si riduce. La flat tax è estesa a 85 mila euro, le pensioni minime passano a 600 euro. 

Published in Economia & Finanza

Impegnati 32 miliardi di euro per contrastare il caro bollette, aumentare l'assegno familiare unico, annullare le cartelle esattoriali, ampliare la platea della flat tax e ridurre il cuneo fiscale. 

Published in Economia & Finanza

Giorgetti: "Evitare incubo recessione e inflazione". Il ministro conferma per il 2022 la riduzione delle accise sui carburanti. Complessivamente gli aiuti ammonteranno a 21 miliardi. Meloni ai sindacati: "La situazione non è facile, collaborazione e non contrapposizione". Landini: "Valuteremo i provvedimenti". 

Published in Nazionale

Sul tavolo un decreto legge per mantenere il cosiddetto 'ergastolo ostativo' e il rinvio della riforma Cartabia. Per il coronavirus, verso lo stop alle multe ai non vaccinati fino al 30 giugno. 

Published in Nazionale

Il presidente del Consiglio nelle ultime 24 ore ha sentito tutti i leader della maggioranza, spingendo affinché si raggiunga una convergenza per evitare ulteriori dilazioni. Ieri Salvini ha prospettato il punto di caduta, ovvero inserire una lista di reati imprescrittibili, dai reati di mafia a quelli sulla violenza sessuali e sulla droga.

Published in Attualità

Conte ai sindacati: 'Contratti PA? Le partite Iva soffrono': Per le Confederazioni su assunzioni e rinnovo nel disegno di legge di bilancio "non ci sono risposte adeguate". Lunedì l'ok del Consiglio dei ministri. Una manovra "fortemente orientata alla crescita, all'occupazione, alla coesione sociale", ha commentato Gualtieri. Le principali misure previste.

Published in Economia & Finanza

L'ex rettore della 'Sapienza', medico, prende il posto di Zuccatelli, travolto dal suo video 'no mask'. Il fondatore di Emergency: "Ho dato disponibilità ad aiutare i calabresi, ma si parla di qualcosa da definire". Il fondatore di Emergency in una lettera aperta. "Apprendo dai media che ci sarebbe un tandem Gaudio-Strada a guidare la sanità in Calabria. Questo tandem semplicemente non esiste. Ribadisco di aver dato al Presidente del Consiglio la mia disponibilità a dare una mano in Calabria, ma dobbiamo ancora definire per che cosa e in quali termini". Il Consiglio dei ministri ha da poco nominato Commissario alla Sanità della regione il rettore uscente della Sapienza di Roma.

Eugenio Gaudio, ex rettore dell'università la Sapienza, è stato nominato nuovo commissario ad acta della sanità calabrese dopo le dimissioni di Giuseppe Zuccatelli. Caustico il commento di Gino Strada, anche lui in odore di nomina a commissario 'in tandem' proprio con Gaudio: "Apprendo dai media che ci sarebbe un tandem Gaudio-Strada a guidare la sanità in Calabria. Questo tandem semplicemente non esiste", scrive su Facebook il medico fondatore di Emergency.

Published in Nazionale

Nella bozza si legge che 'se non si fosse materializzato il cigno nero della crisi epidemica, l'economia italiana avrebbe potuto registrare un ritmo di crescita in graduale miglioramento nell'anno in corso'

Published in Economia & Finanza
Venerdì, 19 Ottobre 2018 19:03

Luigi Di Maio: "Io bugiardo? Non ci sto"

"Salvini deve smetterla di fare il fenomeno". Luigi Di Maio si sfoga con una pattuglia di fedelissimi e non vuole "passare da bugiardo", come scandisce in diretta Facebook. Il dl fiscale è diventato una vera e propria mina vagante e a Matteo Salvini non sarebbe affatto andata giù la storia della 'manina'.

Published in Attualità
Venerdì, 19 Ottobre 2018 18:58

Matteo Salvini: "Per scemo non passo"

"Per scemo non passo". Dopo aver assicurato che domani volerà a Roma "per risolvere i problemi", Matteo Salvini mette i puntini sulle 'i' e torna a chiarire quanto avvenuto riguardo al 'caso condono' che ha scatenato lo scontro con i Cinque Stelle. "Domani prenderò un aereo con mia figlia, andrò al Consiglio dei ministri, ma chiederò però di lasciare agli atti la verità del Cdm" che ha approvato il decreto, "quello da cui è nato questo can can" sottolinea il vicepremier, in una diretta Facebook, in cui fa il punto in vista del Cdm, dopo le polemiche sul decreto fiscale. "Non volete quella roba? - dice rivolto ai Cinque Stelle - Chi l'ha letta e verbalizzata sono Conte e Di Maio. Chi leggeva non leggeva bene? Non lo so. Chi scriveva non scriveva bene? Non lo so".

Published in Nazionale

Utenti Online

Abbiamo 859 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine