ANNO XIII Ottobre 2019.  Direttore Umberto Calabrese

Terminato il vertice del Movimento a Palazzo Chigi. Sibilia: 'E' il nostro capo politico' . Grillo incalza il vicepremier 5s: 'E' bello cambiare le cose'. Domani il voto del Movimento sulla piattaforma Rousseau.Di Stefano: 'Se ci sarà un no da Rousseau ne trarremo le conseguenze'. Salvini: 'esperienza con 5s è stata rivoluzionaria'.

Published in Nazionale

Finite le consultazioni di Giuseppe Conte. Ieri Di Maio ha alzato la posta mettendo a rischio l'intesa con i Dem che reagiscono dichiarando: 'Precondizione ora è chiarire le parole Di Maio dopo che il capo politico pentastellato ha alzato la posta con un documento programmatico in 20 punti'. MoVimento ribadisce: 'Il voto degli iscritti su Rousseau conta'. Patuanelli getta acqua sul fuoco: 'La trattativa continua'. Zingaretti: 'Stop ultiumatum o non si va da nessuna parte' .

Published in Nazionale

"Caro Nicola, Caro Paolo, vi prego di voler accettare le mie dimissioni dalla Direzione nazionale del Partito democratico". Lo scrive Carlo Calenda in una lettera indirizzata a Nicola Zingaretti e Paolo Gentiloni in cui parla, tra l'altro, di "una decisione difficile e sofferta". "Penso che in democrazia si possano, e talvolta si debbano, fare accordi con chi ha idee diverse, ma mai con chi ha valori opposti. Questo è il caso del M5S", sottolinea l'eurodeputato nella lettera. "Sapete bene che nulla abbiamo in comune con Grillo, Casaleggio e Di Maio. Ed è significativo il fatto che il negoziato non abbia neanche sfiorato i punti più controversi: dall’Ilva alla Tav da Alitalia ai Navigator. Un programma nato su omissioni di comodo non è un programma, è una scusa", dice Calenda.

 
Published in Attualità

"Qualcuno parla di bene dell'Italia, di responsabilità, temi, programmi; tradotto, si parla di poltrone. La verità squallida che sta emergendo è che alcune centinaia di parlamentari disperati sono pronti a tutto pur di non mollare la poltrone e dare la parola agli italiani". Così il ministro dell'Interno Matteo Salvini, in una diretta facebook, sottolineando che "non c'è una maggioranza in questo Parlamento; qualcuno pensa che il Parlamento degli opposti e dei perdenti possa dare un futuro a questo Paese?".

Published in Attualità
Mercoledì, 28 Agosto 2019 16:57

Pd ufficializza Conte bis

"Abbiamo riferito al Presidente di aver accettato la proposta del Movimento 5 Stelle di indicare, in quanto partito di maggioranza relativa, il nome del presidente del Consiglio, nome indicato dal M5S nei giorni scorsi". Lo ha detto Nicola Zingaretti al termine della consultazioni della delegazione Pd al Quirinale.

Published in Nazionale
Martedì, 27 Agosto 2019 20:15

Matteo Salvini: "Sbrigatevi o si voti"

"Io dico a Pd e 5Stelle, che si trascinano nella contrattazioni di poltrone, se volete fare allora fate in fretta, altrimenti andiamo al voto che è la cosa più democratica". Così Matteo Salvini, nel corso di una diretta Facebook dal Viminale, in cui più volte chiede di assumersi la loro responsabilità ai Di Maio e Zingaretti per la formazione del nuovo governo. "Sembra di tornare ai tempi di De Mita e Fanfani", sottolinea.

 
Published in Attualità

Si riapre il confronto sul governo M5s-Pd. Palazzo Chigi:  'Non è mai stata avanzata la richiesta del Viminale per Di Maio né dal M5s né da Di Maio stesso'. 'Mi sembra un segnale positivo', dice il renziano Marcucci.

Published in Nazionale

Luigi Di Maio non molla la presa sul Conte bis. Il vicepremier M5S punta a fare breccia nel muro alzato dai dem. Non a caso, al termine della telefonata con il segretario Pd Nicola Zingaretti, trapelava un certo ottimismo da parte del capo politico pentastellato. Il leader democratico, raccontano all'Adnkronos fonti grilline di primo piano, "era molto possibilista": "In verità", viene spiegato, "sono rimasti solo lui e Paolo Gentiloni a dire no" alla riconferma di Giuseppe Conte a Palazzo Chigi. E infatti l'ala renziana del Partito democratico ha subito colto l'occasione per incalzare il segretario, chiedendogli di dare il via libera alla riconferma del premier uscente.

Published in Attualità

"La situazione è piuttosto confusa" ammette il leader della Lega, "la via maestra è sempre quella delle elezioni"

Published in Attualità

Si è conclusa la riunione tra Pd e M5s alla Camera. "Non ci sono problemi insormontabili" è l'sms inviato da uno dei membri della delegazione Pd dopo la riunione che apre la trattativa con M5s. "C'è stata un'ampia convergenza sui punti dell'agenda ambientale e sociale. C'è un lavoro molto serio da fare sulla legge di bilancio, sulle priorità", afferma il capogruppo Pd alla Camera Graziano Delrio.

Published in Nazionale

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1204 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa