ANNO XVIII Luglio 2024.  Direttore Umberto Calabrese

“Sul piano tecnico ci sono tre ipotesi: o l’intercettazione non esiste e un giornalista si fida della fonte sbagliata. O magari l’intercettazione è illegale, fatta senza l’autorizzazione della Procura, e questo dimostra dimostra da una parte che chi l’ha fatta ha commesso un reato gravissimo, dall’altra che qualcuno al telefono dice delle cose inaccettabili.

Published in Palermo

Utenti Online

Abbiamo 1105 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine