ANNO XII  Novembre 2018.  Direttore Umberto Calabrese

La vicepresidente Gualmini: "Nessuno può dire il contrario. Integrazione una priorità"

Published in Bologna

Destinatari 11mila imprenditori e manager, per oltre 2.500 aziende In sintesi. Un investimento strategico sulle competenze per l’industria 4.0 e per accompagnare il sistema economico–produttivo, manifattura e servizi, ad affrontare le sfide a  livello globale.

Published in Bologna

L'intervento a tempo di record per ridare servizi essenziali alla comunità del comune marchigiano adottato dalla Regione. Il taglio del nastro con il commissario Errani

Published in Cronaca

Piacenza - Un operaio egiziano di 53 anni è stato travolto e ucciso la notte scorsa da un camion davanti a una ditta di Montale, a Piacenza, dove assieme ad altri colleghi stava partecipando a un presidio indetto dal sindacato autonomo Usb per il mancato rispetto degli accordi aziendali da parte della società.

Published in Piacenza

Partono i bandi per Comuni, Unioni, istituzioni e associazioni. Entro il 20 settembre per presentare i progetti

Published in Reggio Emilia

Da un sistema contro la pirateria on line, a un robot per la piccole consegne. Tante nuove idee per imprese "giovani" e in "rosa"

Published in Bologna
Giovedì, 28 Luglio 2016 00:19

Ferrara, città d'arte

Ferrara (Fràra in dialetto ferrarese) è un comune italiano di 133 155 abitanti, capoluogo dell'omonima provincia in Emilia-Romagna. L'area metropolitana della città, individuata con la metodologia del Functional Urban Regions, conta 264 885 abitanti.

Milano - Promuovere la realizzazione della rete ciclabile nazionale Bicitalia* (www.bicitalia.org) e sensibilizzare, lungo il percorso, i rappresentanti delle istituzioni, i portatori di interessi economici, sociali e ambientali e i semplici cittadini sui temi delle infrastrutture e dei servizi necessari allo sviluppo della mobilità ciclistica e del cicloturismo nel nostro Paese.

Published in Rimini

Sono stato oggi in audizione in Commissione Ambiente alla Regione Puglia. Si vorrebbe approvare a breve una revisione della legge sui rifiuti guardando non ad esempi virtuosi ma al pessimo modello dell’agenzia regionale accentratrice di poteri già operativa in Emilia Romagna. Caro Presidente Michele Emiliano, sarebbe l’ennesimo errore. C’è bisogno di un radicale cambiamento di approccio rispetto a quanto sino ad ora è stato fatto: favorire una ben definita parte di imprenditoria privata che ha accresciuto i propri profitti a danno dell’ambiente e della salute dei pugliesi.

Published in Ambiente

Emergenza Brindisi, la Regione accoglie la richiesta della Puglia: in poche settimane verranno smaltite 20mila tonnellate di rifiuti

Gazzolo: “Scelta di solidarietà istituzionale d'intesa coi territori. Lo scorso anno dicemmo sì alla Liguria"

L’Emilia-Romagna va in soccorso della Puglia. La Regione, d’accordo con gli Enti locali interessati, ha deciso di accogliere 20 mila tonnellate di rifiuti urbani che non possono essere conferite all’impianto brindisino di Pandi, sottoposto nei giorni scorsi a sequestro dall’autorità giudiziaria.

L’aiuto sarà limitato al tempo strettamente necessario: dal 12 luglio alla prima settimana di settembre. Saranno i termovalorizzatori di Bologna e Ferrara, scelti in base all'analisi dei flussi e delle dotazioni impiantistiche regionali, ad accogliere i rifiuti, per un quantitativo massimo di 20 mila tonnellate, che rientra comunque nei limiti provinciali autorizzati. In particolare, 8 mila sono destinate all’impianto bolognese e 12 mila a quello ferrarese; complessivamente, si tratta quindi di circa 400 tonnellate al giorno, per 6 giorni alla settimana.

Dal punto di vista economico, la Puglia trasferirà ai Comuni di Bologna e Ferrara i proventi della tassazione ordinaria sui rifiuti prevista per i cittadini, più un ristoro ambientale di 14 euro a tonnellata. 

Il commento

 “Abbiamo fatto una scelta di solidarietà istituzionale- spiega l'assessore regionale alle Politiche ambientali, Paola Gazzolo- per aiutare una Regione che si trova in difficoltà. La richiesta è giunta espressamente dal presidente, Michele Emiliano, per far fronte a un’emergenza vera, poiché in Puglia non sono presenti soluzioni alternative in grado di supplire alla chiusura dell’impianto. Come l’anno scorso avvenne per la Liguria, anche in questo caso si tratta di una nostra disponibilità limitata a poche settimane e a quantitativi ridotti, e il provvedimento non sarà reiterabile. Come abbiamo sempre detto- aggiunge Gazzolo- mettendolo anche nero su bianco nel Piano di gestione approvato in maggio, accettiamo rifiuti da altri territori solo in caso di emergenza conclamata e per brevi periodi".  
 "La decisione è stata assunta d'intesa con i territori e sono stati informati i capigruppo dell’Assemblea legislativa- prosegue Gazzolo-. Siamo orgogliosi di essere, nella gestione dei rifiuti, una delle Regioni più virtuose in Italia, e con la nuova legge ci siamo dati obiettivi ancor più ambiziosi di quelli richiesti dall’Unione europea su prevenzione, smaltimento e recupero. Adesso è il momento di mettere un po’ della nostra capacità a servizio di una Regione che ha già avviato un percorso anch’esso virtuoso per ridurre la produzione di rifiuti e incrementare la raccolta differenziata”. 

Sostieni il tuo quotidiano Agorà Magazine I nostri quotidiani non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore
Sostengo Agorà Magazine
Published in News Ambiente

Le Vignette di Paolo Piccione

Sputare in faccia qualcuno non è più reato

 

Utenti Online

Abbiamo 1498 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa