ANNO XIV Agosto 2020.  Direttore Umberto Calabrese

L'appello di intellettuali e giornalisti per celebrare l'esploratore genovese finito nel mirino del movimento Black lives matter. Il 12 ottobre festa contro ogni revisionismo, a cui aderisco con convinzione. Ho ancora negli occhi quando nel silenzio assordante il 12 ottobre 2012, Hugo Chavez fece abbattere a Caracas la Statua di Cristoforo Colombo e fatta trascinare da Piazza Venezuela sino al Palazzo Presidenziale di Miraflores, solo i talebani, i nazisti e i comunisti abbattono statue, bruciano libri. L'iconoclasia è una barbarie a cui va detto NO! Un puerile e vigliacco modo di voler manipolare e riscrivere la Storia degno appunto delle peggiori dittature totalitariste. Cristoforo Colombo in america è sinonimo di italianità, difendere le Statue di Cristoforo Colombo è difendere i milioni di Italiani d'America, e in senso lato di tutti gli italiani all'Estero. Umberto Calabrese Saggista, Editore e direttore di Agorà Magazine e Piazza Italia el Periodico de los italovenezolanos.

Published in Cultura

Utenti Online

Abbiamo 1045 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine