ANNO XIII Dicembre 2019.  Direttore Umberto Calabrese

Venerdì, 27 Settembre 2019 15:29

Renzi: "Berlusconi indagato senza prove"

"Sostenere 25 anni dopo, senza uno straccio di prova, che Silvio Berlusconi sia il mandante dell’attentato mafioso contro Maurizio Costanzo significa fare un pessimo servizio alla credibilità delle Istituzioni italiane. Di tutte le istituzioni". Lo scrive su Twitter Matteo Renzi. "Ho sempre detto che rispetto i magistrati e aspetto le sentenze definitive, quella della Cassazione. Confermo questo giudizio - spiega ancora l'ex premier via Facebook -. Ma vedere che qualche magistrato della procura della mia città da anni indaghi sull'ipotesi che Berlusconi sia responsabile persino delle stragi mafiose o dell'attentato a Maurizio Costanzo mi lascia attonito".

Published in Nazionale

Il partito di Matteo Renzi fa la sua comparsa nella nostra Supermedia agitando le acque dei sondaggi in cui nuotano le forze politiche. Chi ha perso consenso? Chi resiste? Cosa dicono i dati

Published in Nazionale

Il leader di 'Italia Viva' afferma che c'è una "discontinuità forte" con il Pd di Zingaretti e che presto i parlamentari dei nuovi gruppi arriveranno a 50. Su Malta parla di "primo passo che non basta" e assicura che ora il "governo Conte è più forte"

Published in Attualità

La senatrice grillina Silvia Vono lascia il Movimento e passa con Matteo Renzi.  La parlamentare calabrese spiega il cambio di casacca: "Tutto mi accomuna al nuovo gruppo parlamentare, di cui mi auguro di essere parte integrante, con la determinazione che è ancora possibile dare una svolta al nostro paese"

Published in Nazionale

Secondo un sondaggio Emg Acqua presentato oggi ad Agorà, il programma condotto da Serena Bortone su Raitre, se si votasse oggi la Lega sarebbe il primo partito, seguito dal Pd. Il 33,1% degli intervistati voterebbe per il partito guidato da Salvini, il 20,2% per il Pd. Il M5S otterrebbe il 18,5% delle preferenze, Fratelli d’Italia il 7,3%, Forza Italia il 7,0%. Seguono Italia Viva al 3,4%, Più Europa al 2,7%, La Sinistra con il 2%.

 
Published in Attualità

"El nombre de nuestro nuevo desafío se llama Italia Viva". Así lo dijo Matteo Renzi al llegar a Porta a Porta, la transmisión más importante de la política televisiva italiana.

Published in Política esp

Intervistato da Repubblica, spiega la decisione di lasciare i dem, fa sapere che saranno con lui una trentina di parlamentari e che i gruppi autonomi nasceranno questa settimana. Di Maio: 'E' questione Pd'. Grillo: 'Una minchiata d'impulso'

Published in Attualità

Un partito del 'no' per arginare la voglia di urne di Matteo Salvini. A rompere gli argini nella giornata di ieri è stato Beppe Grillo, sceso nuovamente in campo dopo aver scelto le retrovie Cinquestelle per un appello lanciato alle forze politiche sul Blog: "Altro che elezioni, salviamo il Paese", la proposta del fondatore pentastellato che, promette, si "eleverà" per salvare l’Italia "dai nuovi barbari". D'altra parte, ha spiegato, "non si può lasciare il Paese in mano a della gente del genere solo perché crede che senza di loro non sopravviveremmo. Un complesso di Edipo in avvitamento che è soltanto un’illusione". Un appello accolto (e rilanciato) con entusiasmo dal capo politico Cinquestelle Luigi Di Maio, che ieri du Facebook commentava: "Beppe è con noi ed è sempre stato con noi! Il vero cambiamento è il taglio dei parlamentari. Le vere elezioni si fanno con 345 poltrone in meno. Serve cambiare. E subito!".

 
Published in Nazionale

L'assemblea del Partito democratico ha eletto segretario Maurizio Martina, attuale reggente, con voti sette voti contrari e tredici astenuti"A me quello che più mi ha colpito dell'intervento di Matteo e un po' anche mi è dispiaciuto è che alla fine non si predispone mai all'ascolto degli altri, delle ragioni degli altri. Per un leader è un grandissimo limite". Così Nicola Zingaretti ha commentato con i giornalisti il discorso di Matteo Renzi all'assemblea Pd. 

Published in Nazionale

"E alla fine, dopo 80 giorni, ci siamo. Nel tempo necessario a fare un celebre giro del mondo letterario, l’alleanza tra Lega e Beppe Grillo ha più modestamente scritto un contratto e partorito il governo delle larghe intese populiste". Lo scrive Matteo Renzi nella sua enews.

Published in Attualità

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1260 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa