ANNO XIV Gennaio 2020.  Direttore Umberto Calabrese

Dopo l'intesa a livello nazionale democratici e 5 stelle provano a cercare una convergenza anche a livello locale. Luigi Di Maio scioglie la riserva ed annuncia la disponibilità a sperimentare già alle prossime elezioni in Umbria l'apertura alle liste civiche. Con un corollario fondamentale: l'unione delle forze, in questo caso dei democratici e di Leu, per sostenere un candidato scelto al di fuori dei partiti. Nessuna alleanza. Il capo politico dei 5 Stelle lo chiama il "patto civico per l'Umbria" e in una lettera a La Nazione di Firenze pone le "condizioni" del MoVimento.

Published in Attualità
Martedì, 10 Settembre 2019 02:13

Gentiloni verso Affari Economici

Si fa sempre più concreta la possibilità che l'ex premier Paolo Gentiloni divenga il nuovo Pierre Moscovici. A quanto si apprende a Bruxelles, il candidato commissario europeo per l'Italia andrebbe verso la delega agli Affari Economici, richiesta che era ed è la prima scelta del nostro Paese, oggi guidato dal governo Conte bis, prima di Concorrenza e Commercio. L'assetto dei portafogli, tuttavia, verrà ufficializzato dalla presidente eletta Ursula von der Leyen solo domani a mezzogiorno, in conferenza stampa.

Published in Attualità

Finite le consultazioni di Giuseppe Conte. Ieri Di Maio ha alzato la posta mettendo a rischio l'intesa con i Dem che reagiscono dichiarando: 'Precondizione ora è chiarire le parole Di Maio dopo che il capo politico pentastellato ha alzato la posta con un documento programmatico in 20 punti'. MoVimento ribadisce: 'Il voto degli iscritti su Rousseau conta'. Patuanelli getta acqua sul fuoco: 'La trattativa continua'. Zingaretti: 'Stop ultiumatum o non si va da nessuna parte' .

Published in Nazionale

Il primo passo per il bis di Giuseppe Conte è compiuto. Ma il cammino si annuncia accidentato. Non è sciolto il nodo dei vicepremier, con un braccio di ferro durissimo tra il M5s che vorrebbe Di Maio e il Nazareno che vuole un unico "vice" Dem. Nel governo dovrebbe entrare anche Leu, mentre il centrodestra a una voce invoca le elezioni. E a complicare le cose, entra a gamba tesa in partita Beppe Grillo, che chiede un governo di tecnici, con i politici relegati a fare i sottosegretari.

Published in Attualità

"Caro Nicola, Caro Paolo, vi prego di voler accettare le mie dimissioni dalla Direzione nazionale del Partito democratico". Lo scrive Carlo Calenda in una lettera indirizzata a Nicola Zingaretti e Paolo Gentiloni in cui parla, tra l'altro, di "una decisione difficile e sofferta". "Penso che in democrazia si possano, e talvolta si debbano, fare accordi con chi ha idee diverse, ma mai con chi ha valori opposti. Questo è il caso del M5S", sottolinea l'eurodeputato nella lettera. "Sapete bene che nulla abbiamo in comune con Grillo, Casaleggio e Di Maio. Ed è significativo il fatto che il negoziato non abbia neanche sfiorato i punti più controversi: dall’Ilva alla Tav da Alitalia ai Navigator. Un programma nato su omissioni di comodo non è un programma, è una scusa", dice Calenda.

 
Published in Attualità
Mercoledì, 28 Agosto 2019 16:57

Pd ufficializza Conte bis

"Abbiamo riferito al Presidente di aver accettato la proposta del Movimento 5 Stelle di indicare, in quanto partito di maggioranza relativa, il nome del presidente del Consiglio, nome indicato dal M5S nei giorni scorsi". Lo ha detto Nicola Zingaretti al termine della consultazioni della delegazione Pd al Quirinale.

Published in Nazionale

La Asl di Taranto continua ad omettere lo stato del programma di attuazione dei 70milioni di euro disponibili da 22 mesi per la sanità pubblica ionica.

Published in Salute & Benessere

Si riapre il confronto sul governo M5s-Pd. Palazzo Chigi:  'Non è mai stata avanzata la richiesta del Viminale per Di Maio né dal M5s né da Di Maio stesso'. 'Mi sembra un segnale positivo', dice il renziano Marcucci.

Published in Nazionale

Ferve la trattativa tra Pd e M5s per un esecutivo "giallorosso". Nulla è ancora scritto ma piano piano la nuova squadra inizia a prendere forma, tra conferme e sorprese

Published in Politica

Il premier dimissionario Conte, dalla prestigiosa vetrina del G7, chiude definitamente l'esperienza governativa passata con la Lega e rientra in gioco.

Published in Attualità

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 922 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa