ANNO XIII Novembre 2019.  Direttore Umberto Calabrese

Roma - "Mi permetto di dire fermati e rifletti: abbiamo subito una sconfitta, stai disperdendo parte della storia mia e di altri". Lo ha detto Gianni Cuperlo, nel suo intervento alla Direzione del Pd, rivolgendosi a Matteo Renzi. "Se puoi, esci dal talent di un'Italia patinata e fatta di opportunità e scopri la modestia, che non è nel tono della voce ma guardare alla vita", ha aggiunto il leader di SinistraDem.

Published in Nazionale

Roma - "Le potenzialità della destra? Non vederle in questo momento significa non vedere la mucca nel corridoio". Così Pier Luigi Bersani, intervenuto al Senato alla presentazione del libro del senatore Federico Fornaro sull'astensionismo.

Published in Nazionale

Roma - Il referendum "è cruciale non per il destino di qualcuno ma per la credibilità della classe politica italiana". E' quanto ha detto il premier Matteo Renzi alla Direzione del Pd, aggiungendo che per raggiungere l'obiettivo "mancano un centinaio di firme". "Questo referendum non è conosciuto dai cittadini perché nessuno pone la questione del quesito, della domanda, e lo si trasforma da chi vuole il no in un derby personale". "Chi mi dice 'Renzi non deve personalizzare' faccia una cosa: personalizzi lui, faccia i banchetti perché questo referendum sia di tutti".

Published in Nazionale

ROMA  – Dopo alcuni mesi di leggera flessione, il Partito democratico torna a salire nei consensi raggiungendo il 34%. Un balzo di oltre mezzo punto, che rappresenta la variazione più notevole rispetto alle intenzioni di voto della settimana scorsa. Lievi flessioni per il M5S, 0,1%, e per la Lega, 0,3%. Riprende a salire anche Forza Italia, che si assesta al 10,4%. Cosi’ nel sondaggio Ixe’ per Agora’ (Raitre).


L. Di Maio

LA FIDUCIA NEI LEADER –  Resta sempre alta la fiducia degli italiani nel Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che con il 60% dei consensi stacca nettamente gli altri politici su cui è stato intervistato il campione. Praticamente immutata la fiducia nel presidente del Consiglio Renzi al 31%, mentre per la prima volta viene testato anche Luigi Di Maio come possibile leader, che ottiene un 24%, ben tre punti sopra il leader della Lega Matteo Salvini che si ferma al 21 % e lo stesso Beppe Grillo al 19%. agenzia dire www.dire.it 

Published in Nazionale

“Anche i parlamentari del Pd, uno dopo l’altro, nelle scorse settimane hanno puntato il dito contro la Farnesina. Anche secondo loro, il ministero degli Esteri, chiudendo sedi diplomatiche e culturali, sta facendo a pezzi l'Italia nel mondo. Ma non potevano pensarci prima? Perché in Parlamento hanno votato i tagli ai connazionali residenti oltre confine, che già avevano dato? Così si lasciano soli milioni di ‪‎italiani all’estero e non si fa del bene al proprio Paese, l'Italia”. Così su Facebook Ricky Filosa, coordinatore del MAIE in Centro America.

Published in Nazionale

L’eco delle polemiche sul funerale show di Vittorio Casamonica non si spegne e Roma si prepara a ribadire il suo no alle mafie, alla criminalità e alle illegalità con la manifestazione ‘Per la legalità e contro le mafie’.

Published in Roma

Roma  -  I dati sui circa 71.000 insegnanti che ora "possono superare dopo anni e anni la condizione di precariato" chiudono un lungo periodo di "disinteresse da parte della politica" e questo "rende ragione di tante critiche, insulti, polemiche degli ultimi mesi". Lo scrive Matteo renzi su Facebook.

Published in Nazionale

Roma - "Forza Italia ha votato questa riforma in prima lettura in Senato con Romani, poi alla Camera con Brunetta ha cambiato idea: se ci staranno bene, se non ci staranno faremo senza di loro, l'importante e' che si faccia una riforma per gli italiani".

Published in Nazionale

Roma - "Nel merito si puo' sempre fare qualcosa piu' di sinistra" e "c'e' ancora molto da fare" pero' le cose fatte "per me sono cose di sinistra". Lo rivendica Matteo Renzi nella rubrica delle lettere de L'Unita'.

Published in Nazionale

Roma - Fallita la mediazione proposta dal capogruppo Luigi Zanda sui senatori eletti in un listino ad hoc, e rilanciata dal sottosegretario Pizzetti e dal ministro Martina (che torna ad invocare l'unita' del partito), si riaccende oggi lo scontro interno al Pd sulle riforme: la minoranza dem, come spiega Gotor in un'intervista, non ha nessuna intenzione di cedere di un millimetro, mentre la maggioranza ostenta sicurezza e tira dritto.

Published in Nazionale

Utenti Online

Abbiamo 1125 visitatori e nessun utente online