ANNO XIV Giugno 2020.  Direttore Umberto Calabrese

Kiev (Ukraine) - A well-known journalist in Ukraine has been killed by a car bomb in the capital Kyiv.

Pavel Sheremet was a host on Radio Vesti and worked for the news website Ukrayinska Pravda.

Published in Politics UK

The International Olympic Committee says it will take legal advice on the possibility of banning Russia from next month’s Rio Games over doping.

Published in Sport UK

Mosca - Il presidente del Comitato olimpico russo (Roc), Aleksandr Zhukov, ha accusato l'Agenzia mondiale antidoping (Wada) di appoggiare quella che, a suo dire, sembra una "campagna faziosa ben orchestrata", guidata dalle agenzie antidoping di Usa (Usada) e Canada (Cces) per bandire la Russia dalle Olimpiadi di Rio. Le accuse di Mosca sono mosse in due diverse lettere, di cui da' notizia il canale Russia Today, inviate al presidente del Comitato olimpico internazionale (Cio), Thomas Bach, e a quello della Wada, Craig Reedy.

Published in Sport

Vladimir Putin came to Finland with a handshake for his counterpart, President Salui Niinisto – and a warning that Moscow will respond if his host country joins NATO.

Published in Politics UK

The Council of the EU has extended economic sanctions targeting specific sections of the Russian economy in connection with the ongoing conflict in eastern Ukraine.

Published in Politics UK

Russian President Vladimir Putin has addressed his country’s diplomats in Moscow.

In a wide raging speech Putin took aim at NATO’s decision to bolster its military presence in eastern Europe.

Published in Politics UK

Mosca - La Russia sta inviando armamenti in Siria per rafforzare l'esercito siriano nella lotta contro il terrorismo. E' quanto ha confermato il portavoce del ministero degli Esteri Maria Zakharova sul sito web del ministero, spiegando che "la minaccia terroristica nel Paese ha raggiunto un livello senza precedenti in Siria e nel vicino Iraq" e "gli armamenti consegnati all'esercito siriano servono per scoraggiare tale minaccia".

Published in Estera

Il gruppo di vendita al dettaglio Auchan é stato accusato dalle autorità russe di vendere miscele di carne diverse a quelle dichiarate, passandole per carne di manzo o maiale tritato, ed ha immediatamente attaccato i metodi di analisi utilizzati dalle agenzie di sicurezza russe. Secondo Auchan, infatti, il metodo che è stato utilizzato si basa su un'identificazione del DNA, che è "estremamente sensibile". "A sostegno di tale affermazione è necessario integrare le analisi di altre ricerche di laboratorio per determinare l'esatta composizione del prodotto", ha comunicato il gruppo  in una dichiarazione. Infatti, il metodo utilizzato dalle autorità russe rileverebbe la presenza di qualsiasi particolare specie ma non permette di determinare la percentuale esatta che c'è. Risultato: un tocco di un coltello o un guanto utilizzato in precedenza per un altro taglio di carne può trasmettere una piccola parte del DNA nel campione, senza che sia riferibile ad un mix di varie carni. Auchan indica ha inviato una lettera alle autorità sanitarie russe al fine di richiedere ulteriori indagini più accurate, assicurando che è "impossibile che quella carne di cavallo possa essere identificata nella produzione a causa della non commercializzazione da parte di Auchan" nei negozi della catena. Martedì scorso, l'agenzia per la salute russa Rosselkhoznadzor aveva comunicato in una dichiarazione di aver identificato il DNA di cavallo, nella carne di manzo, pollame e maiale macinata sequestrata nei punti vendita Auchan, insegna molto presente in Russia e in particolare a Mosca. Il comunicato in questione è stato poi rimosso a mezzogiorno, senza più menzionare la presenza di carne di cavallo, ma specificando che su 17 campioni di carne testati, 15 non soddisfacevano la composizione indicata sull'etichetta.

Quindi, secondo le autorità sanitarie russe, la carne macinata di manzo conterrebbe maiale, pollame e carne ovina mentre il maiale conterrebbe manzo, pollame e carne ovina. Allo stesso modo la carne per kebab conterrebbe pecora e manzo, ma anche carne di maiale. Contattato da un'agenzia di stampa, il portavoce di Auchan in Russia, Maria Kournossova, ha detto che l'azienda aveva lanciato "un'indagine interna per verificare queste informazioni e capire le ragioni di questi reati, se si sono verificati".

 

Le analisi delle autorità russe sono intervenute dopo una serie di ispezioni condotte nell'ultima settimana nei supermercati del marchio a Mosca, nella regione di Mosca e della regione di Tula, a sud della capitale russa. Le autorità allora avevano già accusato Auchan di allungare artificialmente le date di scadenza e di non essere conformi alle normative nel trattamento dei rifiuti alimentari. Il distributore francese è stabilito dal 2002 in Russia dove è molto presente con 88 punti vendita. Ovviamente per Giovanni D'Agata, presidente dello Sportello dei Diritti" le affermazioni dell'agenzia sanitaria russa sono da verificare anche per capire se analoghe indagini siano fatte anche nell'area UE dove nei mesi scorsi si sono verificati una serie di scandali riguardanti l'utilizzo di carni diverse da quelle indicate sulle etichette su numerosi prodotti. L'occasione data da questa inchiesta in Russia, può essere utile per un'intensificazione dei controlli sul dna dei prodotti a base di carne venduti sugli scaffali dei supermercati che garantirebbe non solo i consumatori ma anche le stesse catene di distribuzione e le aziende produttrici.

Published in Cronaca

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1210 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa