ANNO XIII Dicembre 2019.  Direttore Umberto Calabrese

Non può che apparire strumentale la posizione dei consiglieri comunali Gianpiero Epifani e Antonio Muccio, oltre che in contrasto con la maggioranza che sostengono, quando contestano al dirigente della Provincia, Pasquale Epifani, una presunta “persecuzione” alla realizzazione di un impianto di trattamento dei fanghi derivanti dalla depurazione delle acque reflue all’interno della zona industriale. Impianto che, di fatto, farebbe convogliare a Brindisi ingenti quantitativi di scorie derivanti dalla depurazione dei reflui fognari di gran parte del meridione.

 

Un grande affare per Termomeccanica, di certo non per la città di Brindisi. E’ del tutto condivisibile la posizione del Presidente della Provincia Maurizio Bruno che confermando la fiducia al suo dirigente afferma che “ogni decisione assunta del dott. Pasquale Epifani e dal suo ufficio è sempre stata in linea sono state sempre in linea col mio pensiero perché supportate dalla vigente normativa in campo ambientale”.

 

Per quanto ci riguarda non possiamo che approvare l’operato del dirigente provinciale che da molto tempo svolge un ruolo vigile e importante.

 

Crediamo sia responsabile interrogarsi su ciò che sia realmente conveniente per la nostra collettività soprattutto in considerazione del grave stato ambientale del territorio e non perorare questo o quell’interesse di aziende private. 

Published in Brindisi

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1146 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa