ANNO XIV Ottobre 2020.  Direttore Umberto Calabrese

Proseguono gli scontri tra le milizie di Serraj e quelle di Haftar, lanciate all'assalto della capitale libica. Attacco alla base di Maitiga con aerei da combattimento forniti dagli Emirati. Vittime anche tra gli sfollati.

Published in Estera

"Aerei da guerra a supporto del criminale di guerra Haftar hanno colpito una farmacia e negozi commerciali nella città di Zawiya": lo afferma l'ufficio media delle forze militari di Tripoli, affermando che nei raid ci sono "morti e feriti, tra cui donne e bambini.

Published in Attualità
Venerdì, 07 Settembre 2018 12:44

Libia: Haftar, pronto a marciare su Tripoli

Il generale Khalifa Haftar, comandante dell’Esercito nazionale libico sostenuto dal parlamento di Tobruk, la cui legittimità non è riconosciuta dalla comunità internazionale, si è detto pronto a marciare su Tripoli.

Published in Estera

Un razzo contro la nostra ambasciata rompe una fragile tregua e tenta di cancellare la nostra "diplomazia ibrida"

Published in Estera
Martedì, 28 Agosto 2018 04:45

Combattimenti a Tripoli: almeno 5 morti

Almeno 5 morti e 33 feriti si sono registrati oggi per i combattimenti in corso a Tripoli tra due gruppi armati rivali. Il bilancio provvisorio proviene da fonti del ministero della Sanità. I due gruppi sono teoricamenti entrambi legati al Governo di Unità Nazionale di Fayez al Serraj. Il ministro dell'Interno,

Published in Attualità

Si chiama Rola Sleiman, ha i capelli biondi e viene da Tripoli. Ma sopratutto, dallo scorso febbraio è ufficialmente il primo pastore di sesso femminile non solo del Libano ma dell'intero mondo arabo. 

Published in Cronaca

Tripoli (Libia) - L'Isis ha decapitato 12 persone e ne ha crocifisso i corpi. L'orrore durante la battaglia per il controllo della citta' costiera di Sirte, secondo quanto riferisce oggi l'agenzia libica Lana.

Published in Estera

Tripoli (Libia) - Nel caos libico si e' aggiunto l'annuncio nella notte del primo ministro Abdallah Al Thani, a capo del governo internazionalmente riconosciuto, che domenica si sarebbe dimesso. Notizia smentita a stretto giro dal portavoce dello stesso governo Hatem al-Arabi.

Published in Estera

Utenti Online

Abbiamo 1164 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine