ANNO XIII Novembre 2019.  Direttore Umberto Calabrese

Lo scorso maggio il presidente venezuelano aveva annunciato che cinque tonnellate del prezioso minerale sarebbero arrivate nel nostro paese. Ma nessuno ne sa niente, scrive il 30 luglio 2018 Maurizio Stefanini su il Foglio, pubblichiamo integralmente il suo articolo.

Published in Venezuela

“Ti chiedo di considerare la possibilità di sospendere a stretto giro di tempo il pagamento dell’IRBA. È un tributo che grava sensibilmente su bilanci e gestione di molte aziende ed è oggetto di procedura di infrazione in ambito europeo perchè la Commissione Europea l'ha giudicata come una gabella utilizzata senza finalità specifiche se non quelle generiche, e vietate, di mera cassa”.

Punti bonus per prudenti e rispettosi del codice, ma che fine fanno i dati raccolti? Negli Stati Uniti Mitsubishi lancia una app con la quale i pendolari potranno condividere i propri dati di guida con le compagnie assicuratrici. In cambio di sconti sul carburante.

Published in Economia & Finanza

Revocato lo sciopero di 24 ore dei gestori delle pompe di benzina. E’ quanto si apprende da fonti presenti all’incontro al Mise tra il ministro dello Sviluppo economico, Luigi Di Maio, e i rappresentanti della categoria. La decisione è stata presa dopo le rassicurazioni del ministro sul rinvio della fatturazione elettronica che sarebbe dovuta scattare dal prossimo primo luglio.

Published in Economia & Finanza

Pubblichiamo la rassegna stampa predisposta da Carlo Forin nostro collaboratore di Vittorio Veneto che si diletta nella ricerca linguistica da zumero e anche nella raccolta di giornali che sceglie per noi e li propone alla lettura nella tradizione della rassegna stampa

Published in Cronaca

Città Del Messico (Messico) - Si infiamma la protesta contro i rincari della benzina in Messico. I manifestanti hanno deciso di bloccare le autostrade, saccheggiare centri commerciali, costringendo alla chiusura numerose stazioni di servizio.

Published in America Latina

I consumatori scendono in campo per denunciare l'aumento dei prezzi dei carburanti. E se per il Codacons il 2017 "si apre con una stangata per gli automobilisti italiani" con un pieno che costa "7,2 euro in più rispetto allo scorso anno" e un gasolio che "vola a +11,3%", Adusbef e Federconsumatori evidenziano come tra costi diretti e indiretti "nel 2017 ci saranno rincari complessivi causati da questi aumenti sia in termini diretti che indiretti di +263 euro".

Published in News Ambiente

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1056 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa