ANNO XIV Luglio 2020.  Direttore Umberto Calabrese

Spari ad Austin nel Texas, nel luogo dove c'è sempre la movida e locali notturni.

Published in Estera

Aveva scelto uno dei luoghi più affollati di turiste a Roma per soddisfare la sua passione malsana.

Published in Cronaca

Undici ragazzini sono stati arrestati per aver in più di un'occasione stuprato in gruppo una coetanea caduta in una trappola ideata dal suo fidanzatino.

Published in Cronaca

I Carabinieri della Stazione di San Martino Valle Caudina hanno tratto in arresto un 46enne del luogo, noto alle Forze di Polizia, ritenuto responsabile di estorsione e resistenza a Pubblico Ufficiale.

Il 46enne di San Martino Valle Caudina, nel tentativo di farsi consegnare del denaro per l’acquisto di alcolici, aveva minacciato anche con un’ascia la madre ed il fratello conviventi.

Published in Cronaca

Roma - Nuova tragedia negli Stati Uniti provocata dalla diffusione delle armi da fuoco. Una bambina di 3 anni, in vacanza con la famiglia a Leemore, nella South Valley, e' morta dopo essersi sparata un colpo di pistola alla testa.

 

La piccola era ospite di amici e, secondo la Abc news, era sola in camera da letto quando ha trovato l'arma, lasciata carica e senza sicura. La bambina, ferita gravemente alla testa, e' stata portata in ospedale, ma e' morta poco dopo il ricovero. La pistola, secondo la polizia, apparteneva a una donna, proprietaria di casa.

La tragedia "si sarebbe potuta evitare semplicemente se questa persona avesse messo in sicurezza l'arma", ha riferito l'agente Matthew Smith. In 40 dei 50 Stati Usa i cittadini hanno diritto a possedere e usare armi, come previsto dal secondo emendamento della Costituzione americana. A farne le spese sono sempre piu' giovanissimi: secondo un report di 'Archivio Disarmo', nel 2015 19 bambini si sono involontariamente uccisi, 25 feriti e 2 hanno ucciso un'altra persona. (AGI)

 

Sostieni il tuo quotidiano Agorà Magazine I nostri quotidiani non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore
Sostengo Agorà Magazine
Published in Estera

Per sfuggire ad un controllo dei Carabinieri, hanno innescato un pericoloso inseguimento per le vie di Palo del Colle, fino a ribaltarsi con la loro autovettura, dopo aver fatto carambola con due autovetture.

È finita così la fuga di due pregiudicati bitontini,  rispettivamente di 40 e 27 anni, che intercettati a bordo di una Fiat Bravo di colore nero, da una pattuglia della locale Stazione CC., nonostante l’alt intimatogli, si sono dati alla fuga per le strade cittadine dirigendosi verso la zona Auricarro.

E’ iniziato un pericoloso inseguimento, protrattosi per diversi chilometri per le strade della città, affollate da ignari e sbigottiti passanti, che si è concluso, in modo rocambolesco, su di un muretto a secco, dove la Fiat Bravo si è ribaltata, provocando il leggero ferimento dei due occupanti. Nelle ultime fasi della folle corsa, la Fiat Bravo ha fatto carambola su due autovetture che circolavano in direzione opposta, con a bordo ciascuna due persone, che per fortuna hanno subito solo lievi escoriazioni, giudicate guaribili in una decina di giorni dai sanitari del 118 prontamente accorsi sul posto.

All’interno della Fiat Bravo sono stati trovati oltre 40 grammi di Marijuana, cacciaviti, tenaglie, guanti e un passamontagna.BEATRICE

I due pregiudicati sono stati quindi tratti in arresto per i reati di resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali, detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e danneggiamento aggravato, venendo successivamente condotti presso i propri domicili, a disposizione della competente A.G.

Sostieni il tuo quotidiano Agorà Magazine I nostri quotidiani non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Published in Bari
Giovedì, 30 Giugno 2016 15:20

Pregiudicato arrestato con 390 euro falsi

Laives, sono quasi le 12 quando da un negozio poco distante dal centro cittadino un uomo esce di corsa e si precipita in strada per fermare una pattuglia dei Carabinieri del Nucleo Cinofili che proprio in quel momento sta transitando lì.

 

L'uomo, un commesso, racconta ai militari che poco prima un individuo con forte accento napoletano ha cercato di pagare dei prodotti con una banconota da 20€ sicuramente falsa. Alla richiesta di verifica da parte del commesso lo sconosciuto si è allontanato velocemente. Una rapida ma corretta descrizione del soggetto ha permesso ai Carabinieri della Stazione di Laives, nel frattempo intervenuti in ausilio ai colleghi del Nucleo Cinofili, di intercettare e fermare l'uomo nel centro cittadino. Accompagnato in caserma l'individuo viene identificato: si tratta di un pregiudicato di 51 anni, proveniente dal capoluogo campano. Addosso gli  vengono trovati altri euro falsi, per una somma complessiva di 390€.


Dopo gli accertamenti del caso l’uomo é stato accompagnato presso la Casa Circondariale di Bolzano, a disposizione della Procura della Repubblica. La prontezza di intervento dei militari dell’Arma ha scongiurato la spendita di altre banconote false, evitando amarezze ai malcapitati esercenti ai quali sarebbero state “rifilate” con l’inganno.

Sostieni il tuo quotidiano Agorà Magazine I nostri quotidiani non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore
Sostengo Agorà Magazine
Published in Cronaca
Mercoledì, 16 Settembre 2015 12:39

Taranto - Picchia la moglie per strada, arrestato

Taranto - Un uomo di 45 anni e' stato arrestato dalla polizia a Taranto con le accuse di maltrattamenti in famiglia e per lesioni nei confronti della moglie.

Published in Taranto

A Chiaia (NA) arrestate 3 persone per furti in esercizi commerciali (una con borsa schermata per ingannare l'antitaccheggio). 14 conducenti in giro per la movida senza patente.

Published in Napoli

Momenti di tensione a Torino davanti ai cancelli del PalaAlpitour che ospiterà stasera la prima delle due tappe italiane dell''Innocence + Experience Tour' degli U2:

Published in Cronaca

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1149 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa