ANNO XIII Settembre 2019.  Direttore Umberto Calabrese

"Sono segnali preoccupanti che bisogna saper cogliere e mai sottovalutare. Spero si possa risalire fino all’origine di questa spiacevole iniziativa per prendere i dovuti provvedimenti.

Published in Attualità

"L’Aula oggi registra un importante segnale di dialettica costruttiva, tra governo e Parlamento.

Published in Politica

"Condivido la volontà di affrontare la questione per evitare la chiusura della realtà produttiva e occupazionale più grande del Paese ma, a distanza di 4 anni dall'applicazione dei sigilli "virtuali", ci troviamo a votare l'undicesimo provvedimento che riguarda l'Ilva senza che siano definitivamente sciolti i nodi che strozzano lo stabilimento.

Published in Attualità

"La Puglia merita un servizio di mobilità adeguato e in tempi brevi. Soprattutto oggi, in una fase in cui ci siamo dimostrati capaci di mettere in campo un'offerta turistica di grande appeal, tra mare, borghi antichi, paesaggio rurale, cultura e arte, il Salento e la Puglia hanno bisogno di una migliore capacità di collegamento, di un sistema di mobilità efficiente e di un trasporto pubblico all'altezza. Per questo ti chiedo di convocare un tavolo tecnico con il Ministro delle Infrastrutture e Trasporti, insieme ai vertici di FSE per verificare stato e qualità dei servizi". E' quanto scrive il senatore Dario Stefàno, presidente del movimento La Puglia in Più, in una lettera al Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano. 

"E’ stringente la necessità di dare soluzione ad un problema denunciato non solo dai turisti – commenta Stefàno –  ma anche dai pugliesi, che hanno lanciato anche una petizione sul web per richiedere un sistema di trasporti pubblici finalmente efficiente per l'intera area del Salento. Una petizione che si aggiunge alle numerose richieste di potenziamento del sistema trasporti pugliese e mette in evidenza, ancora una volta, un problema di tutta la comunità, più volte rilanciato anche dagli organi di informazione".

"Nei mesi estivi –prosegue Stefàno -  l’assenza di un numero di vettori adeguato acuisce una situazione di difficile percorrenza delle tratte interne che si registra per tutto il resto dell'anno. Attivare il servizio del Frecciarossa da Milano fino al capoluogo salentino, anche se solo nei week end, è sicuramente un bel risultato che abbiamo raggiunto insieme a cittadini, amministratori e sistema dell'informazione, ma non può essere considerato un traguardo. Anzi, deve essere inteso punto di partenza. Tanto più perché sull’infrastruttura ferroviaria esistente l’"alta velocità" viene meno".

"E' arrivato il tempo  -  conclude Stefàno - di passare dai buoni propositi alla progettazione e alla realizzazione, per dare in tempi brevi un servizio di mobilità adeguato, come la tanto attesa metropolitana di superficie, lasciandoci alle spalle i disastri ricevuti in eredità dai vertici delle Ferrovie Sud Est che abbiamo il dovere di trasformare in opportunità di riscatto. E' arrivato il tempo di operare con determinazione sulle competenze proprie in tema di TPL in testa alla Regione ma anche di chiedere al governo nazionale di rispondere alle aspettative che il territorio reclama”.

::

Sostieni il tuo quotidiano Agorà Magazine I nostri quotidiani non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore
Sostengo Agorà Magazine
Published in Bari

"Non possiamo più permetterci di rimanere indietro rispetto a quei fenomeni e a quelle fattispecie che il mercato del lavoro così destrutturato propone e applica.

Published in Nazionale

“Nel turismo non si possono affrontare i problemi solo in fase di emergenza, occorre farlo per tempo, lontano dai momenti caldi. I brutti episodi e il dibattito degli ultimi giorni offrono l’occasione per una ulteriore riflessione sul modello di turismo che vogliamo per il Salento e per la Puglia; sulla opportunità di una nuova fase di programmazione organica, per incidere su quei processi che, se non sono ben governati, rischiano pericolose degenerazioni”.

 

Lo scrive in una nota il senatore Dario Stefàno.

 

“In questi anni - continua Stefàno – tanti operatori e istituzioni in straordinaria sinergia hanno fatto grandi sforzi e investito molto per dare una prospettiva solida e credibile al nostro territorio in termini di accoglienza e di offerta turistica, mettendo a sistema le culture dei luoghi con le bellezze naturali e artistiche. Abbiamo unito la tradizione all’innovazione, abbiamo riscoperto i borghi antichi dell’entroterra, valorizzato un paesaggio prezioso, scommesso sull’enogastronomia e sulla ruralità per costruire un'offerta che sapesse arricchire quel patrimonio inestimabile fatto di spiagge cristalline, sole e mare”.

 

“I continui cambiamenti nell’approccio alla vacanza e nelle abitudini, gli ultimi spiacevoli episodi, che peraltro confermano alcuni brutti segnali dell'ultimo biennio, ci offrono un’ennesima sfida: essere ancora più bravi a gestire e organizzare le risorse e i flussi in continuo aumento, per non sciupare quel brand Puglia che negli ultimi dieci anni ha affascinato e attratto l'immaginario collettivo. Anche per questo, alcune località, come ad esempio Gallipoli, che paradossalmente soffrono del proprio successo e della propria popolarità, vengono letteralmente invase da migliaia di turisti, soprattutto molto giovani, che arrivano in città solo per divertirsi, spesso senza avere nemmeno un posto dove dormire, accampandosi in spiaggia o per strada. Questo non fa altro che mettere in evidenza limiti e insufficienze sul fronte strutturale, della sicurezza, dell’ordine pubblico, della pulizia e del decoro. Noi però non possiamo cedere al ricatto del divertimentificio e dello svago a tutti i costi ed a ogni orario. In tal senso, la prima cosa da fare è analizzare le anomalie di fenomeno, senza alcune sottovalutazione: dobbiamo affrontarlo subito e con tutte le forze a disposizione”.

“È necessario contrastare questa propensione al business sfrenato e al consumo di massa – sottolinea ancora Stefàno - frenare il diffondersi di questa idea della nostra terra quale mecca del divertimento intensivo senza identità e valori e senza regole.  Noi siamo il Salento, siamo la Puglia. Abbiamo tutto ciò che serve per essere un’oasi felice, abbiamo fatto dell’accoglienza la nostra mission e dobbiamo solo essere in grado di ripartire dalla nostra cultura e dalle nostre peculiarità. E’ l’unico modo per scongiurare deviazioni, per non essere derubati della nostra anima e per non tradire le aspettative dei turisti, omologandoci a modelli di altre realtà che però non possiedono le nostre risorse”.

“Non dobbiamo vivere queste invasioni come una condanna – conclude Stefàno - dobbiamo farci solo trovare pronti. Come? Mettendo in campo una capacità organizzativa e di programmazione, di monitoraggio e controllo superiore. Dobbiamo fare scelte chiare. ecco perché condivido totalmente le sollecitazioni del prefetto di Lecce dr Claudio Palomba. Ci siamo: è senza dubbio questo il momento per fermarsi a riflettere, rivedere, correggere e migliorare un modello che ci ha accompagnati sin qui e che ora va aggiornato affinché non perda di identità e sia ancora più capace di assecondare le nuove ere del turismo".

Published in Nazionale

Istituzione di una Commissione parlamentare d'inchiesta sul fenomeno dello sfruttamento d'impiego di manodopera italiana e straniera nel settore agricolo, edile, manifatturiero e dell'autotrasporto

Published in Nazionale

Lunedì 10 agosto il senatore Dario Stefàno incontrerà i giornalisti pugliesi per illustrare la proposta parlamentare in tema di lotta al caporalato e allo sfruttamento del lavoro, di cui è firmatario.

Published in Nazionale

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1043 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa