ANNO XIV Ottobre 2020.  Direttore Umberto Calabrese

Manifesto grande soddisfazione per l’incontro avvenuto questa mattina (21 Febbraio 2020) a Bari, presso la sede dell’Autorità Idrica Pugliese e che ha consentito di portare altri risultati positivi per la nostra città.

“Non sono contraria a prescindere all’apertura dell’aeroporto di Grottaglie ai voli civili ma credo che prima di dare seguito anche a questa possibilità sia necessario analizzare due aspetti, il primo di tipo commerciale, il secondo tecnico.

Published in Attualità

Sarebbe una bocciatura dell'opera quella contenuta nell'analisi costi-benefici sulla Tav, la linea ferroviaria ad Alta velocitá fra Torino e Lione.

Published in News Ambiente

“Gli investimenti in infrastrutture devono essere fuori dai vincoli di bilancio dell’Ue. A Bruxelles si sta giocando una partita importante per il futuro dei trasporti italiani e non accetteremo che la nostra economia e la nostra sicurezza, a partire dal mantenimento dei nostri  ponti e delle nostre strade, siano messe a rischio per colpa  dell’austerity.

Published in Cronaca

La tragedia del ponte crollato a Genova dovrebbe indurre a valutazioni d’ordine generale circa la qualità complessiva delle infrastrutture italiane e invece cariatidi, che occupano posti autorevoli nel Parlamento europeo, strumentalizzano la tragedia per il rilancio di nuove infrastrutture.

Published in News Ambiente

Il secolo scorso è stato caratterizzato dagli ismi. Nell’attuale prevalgono gli acronimi. Uno di quelli maggiormente utilizzati soprattutto dalle classi dirigenti politiche e non che hanno saccheggiato il Sud negli ultimi 40 anni è quello di ZES, “Zone Economiche Speciali”.

Published in Economia & Finanza

Proprio a Viterbo la Regione ha avviato in via sperimentale il progetto Telemed, che permette la trasmissione dei tracciati Ecg dalle ambulanze, anticipando la diagnosi dei pazienti con patologia cardiologica, direttamente alle strutture delle rete cardiologica regionale con emodinamica

Published in Salute & Benessere

"Tre bandi da oltre 9 milioni di euro per valorizzare l'offerta turistica legata al cicloturismo, tre linee d'intervento rivolte ad enti pubblici e privati per finanziare interventi di infrastrutturazione e di promozioni dei percorsi".

Published in Milano

Roma - In un momento storico in cui le crescite economiche mondiali sono meno vivaci, specialmente in Europa e in America latina, gli investimenti dei privati nelle infrastrutture potrebbero giocare un ruolo essenziale.

Published in America Latina

L'autore, esperto di post-consumo, in questo piccolo manuale, sotto forma di racconto-inchiesta cerca di parlare dei Centri di Raccolta. Istituita da una legge dello Stato, come in gran parte delle leggi sui rifiuti, stentano a decollare, soprattutto nle Sud che l'autore conosce bene in quanto vive a Taranto. "Non si tratta di un operazione commerciale - scrive l'autore nel suo blog-  anzi chi, nei social forum o qui sotto con un messaggio lo voglia gratis lo può richiedere, perché l'intento è quello di fare un'azione di massa per smuovere ritardi e approssimazioni. Ecco il primo capitolo

Centri di raccolta, questi sconosciuti

 Per una volta tanto non voglio parlare da esperto, ma da semplice cittadino. Non voglio parlare della mia città che è un disastro per la gestione dei rifiuti, voglio partire dalla sora Maria, di una qualsiasi città del Bel Paese che si trovi di fronte al classico dilemma: lo scolapasta di plastica va nella differenziata o nella spazzatura tal quale?
      Questa fantastica domanda l'ho sentita in un convegno pubblico, fatta proprio da una garbata signora. Gli esperti di raccolta differenziata non hanno alcuno dubbio o scarsa pietà per i polimeri della plastica; alfieri della filiera dell'imballaggio diranno senza tema: spazzatura indifferenziata!
      E cosi sedie, tavoli usati nelle uscite fuori porta, ceste della frutta, mobili... seguiranno la strada dell'inceneritore e della discarica; come nel vetro, la cui pubblicità è chiara: bottiglia e vasetto, riciclo perfetto, non c’è dubbio siamo imballati nell'imballaggio e quanto mai pertinente è il bisticcio di parole.
     Per tornare alla domanda della sora Maria, se dunque la risposta la deve fornire il servizio pubblico di raccolta differenziata dirà spazzatura o tal quale,. perché dal porta a porta sotto casa si raccoglie solo l'imballaggio. 
     La storia dell'imballaggio, peculiarità italiana, o eccellenza come viene detto nel sito del Conai, è legata alla tassa che pagano i produttori di imballaggi, dalla quale tassa si mantiene tutto il sistema di incentivi che finiscono nelle casse comunali. Quindi se tanto mi da tanto la ragionevole prassi della raccolta differenziata parla di imballaggi, ovvero tutti quei contenitori colorati che trovate nel supermercato o nella bottega del signor Giovanni sotto casa. 

Centro di Raccolta Rifiuti...uno per tutti!

       Solo per la carta oltre al cartone si prevede anche il macero, ma questo per una tradizione secolare di raccolta dei cartonari, ma anche per una diversa organizzazione della filiera Comieco che prevede una raccolta disgiunta dal cartone di tutto il materiale cellulosico che va nella cartiera che, attraverso un accordo con Assocarta, si convenziona con il Comune o l'azienda che gestisce il centro di selezione dei materiali proventi dalla raccolta differenziata.
       E tutto ciò che non è imballaggio? Pensiamo al computer che abbiamo comprato, la confezione di cartone è imballaggio, cosi come la plastica che avvolge i singoli componenti e il polistirolo inserito per la sicurezza durante il trasporto. Lo stesso computer dopo anni potrebbe diventare rifiuto e un segno di cassonetto sbarrato - riportato nella scheda-manuale del pc - ci dice in modo esplicito che non si possono buttare. In verità ho la soffitta piena di cianfrusaglie elettroniche; ma è davvero impossibile disfarsene?
     In questo piccolo manuale di sopravvivenza cercherò di spiegare cosa è avvenuto o deve accora avvenire in Italia, soprattutto al Sud, per quanto riguarda i centri di raccolta che ancora qualcuno, anche tra gli amministratori pubblici confonde con le isole ecologiche. Ma il grido di aiuto messo in copertina è quello di noi tutti compresa la Sora Maria ancora con lo scolapasta in mano.   
 
Sostieni il tuo quotidiano Agorà Magazine I nostri quotidiani non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore
Sostengo Agorà Magazine
Published in Libri

Utenti Online

Abbiamo 1201 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine