ANNO XI  Dicembre 2017.  Direttore Umberto Calabrese

Mercoledì, 01 Novembre 2017 00:00

M5S presenta ricorso contro Rosatellum

Il Movimento 5 Stelle, dopo le proteste di piazza che hanno scandito il passaggio in Aula alla Camera e al Senato del Rosatellum bis, vuole provare il tutto per tutto per fermare la nuova legge elettorale.

Published in Attualità

Il no alla legge elettorale diventa il banco di prova di una campagna elettorale che non sarà semplice, in entrambi i versanti, pubblichiamo la nota della Segreteria di Articolo 1 MDP di                   Grottaglie (Taranto) che richiama la mobilitazione nazionale 

Published in Attualità

ROMA  – Ecco il Rosatellum bis, il nuovo testo della legge elettorale che dopo il si’ dell’aula del Senato diventa legge. Come alla Camera, la riforma del sistema di voto è passata grazie al patto a quattro Pd-Ap-Fi-Lega a cui si è aggiunto anche il gruppo Ala di Denis Verdini.

Published in Attualità

Pubblichiamo la rassegna stampa curata dal nostro collaboratore di Vittorio Veneto Carlo Forin che da dieci anni pubblica con noi ricerche lingustiche sul sumero e che si diletta nell'analisi politica

Published in Cronaca

Cambiati i colori italici in rosatello-verdini. La Camera è riuscita ad approvare a scrutinio segreto la nuova legge elettorale.

Published in Cronaca

ROMA – C’è chi è arrivato dalla provincia di Lecce”per mandare via ‘sti quattro mafiosi” e chi definisce i parlamentari promotori del Rosatellum “una massa di ladroni“. Cosa non le piace del Rosatellum? “Tutto”, risponde. 

Published in Attualità

Colpi di mano, colpi di testa, colpi di Stato. Il PdR sta compiendo un colpo di testa. PdR = partito del Rosatellum.

Published in Cronaca

Il patto a quattro (per ora) resiste. Ira dei Cinquestelle. Renzi tende la mano a Mdp, che non si fida. Gli articoli di Corriere e Sole

Published in Attualità

La proposta di legge elettorale può contare sui voti di Pd, Forza Italia, Ap e Lega. Almeno sulla carta. L'analisi di Openpolis

Published in Attualità

Se si votasse oggi per la Camera, a contendersi il primato sarebbero il Movimento 5 Stelle con il 29% ed il Partito Democratico con il 28%: appena un punto, secondo i dati del Barometro Politico di giugno dell’Istituto Demopolis, separa oggi le prime due forze politiche del Paese.

Published in Attualità

Le Vignette satiriche di Paolo Piccione

“La gogna facile”…

 

Utenti Online

Abbiamo 1762 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa