ANNO XVI Ottobre 2022.  Direttore Umberto Calabrese

Londra, 09/02/2017 - Il Presidente Gentiloni in conferenza stampa con il Primo Ministro del Regno Unito Theresa May.

Published in Agor@magazine Web Tv

Mentre il vice presidente del board di supervisione della Bce, Sabine Lautenschlaeger, intervenendo a una conferenza ad Amburgo, parla dell’euroscetticismo che cresce a causa delle disuguaglianze, la Corte Suprema di Londra si mette di traverso sulla Brexit

Published in Estera
Martedì, 24 Gennaio 2017 04:00

Londra la capitale del Regno Unito

Oggi vi proponiamo un video di 09'57" Suggestive immagini video di Londra  – video di  Pycia

Published in Altre regionali

Londra - Le fiamme bruciano una Londra in scala ridotta.

Published in Cronaca

Parigi (Francia) –  Da ieri è in visita a Parigi il sindaco laburista di Londra, Sadiq Khan, musulmano del tutto laico, che - parlando al fianco della collega prima cittadina della capitale di Francia, Anne Hidalgo - non ha mancato di liquidare il divieto di burkini come un'imposizione e un errore.

Published in Cronaca

Londra- Una donna e' morta e cinque altre persone sono rimaste ferite nella notte in un attacco con coltello nel centro di Londra. la polizia ha fermato un giovane 19enne che avrebbe problemi mentali anche se non ha ancora escluso la pista terrorista.

Published in Attualità

L’Italia colonia dell’impero britannico lo affermano Mario José Cereghino Giovanni Fasanella. Ecco le prove della guerra senza quartiere condotta per tutto il Novecento dalla diplomazia di Sua Maestà per controllare l’opinione pubblica italiana in funzione degli interessi economici e politici inglesi. Una guerra segreta perché combattuta con mezzi non convenzionali tra nazioni amiche e, per una lunga fase della loro storia, persino alleate. Invisibile ma non meno dura delle altre. E nella quale la stampa, la radio, la televisione, l’industria editoriale e dello spettacolo hanno avuto un ruolo preponderante.

Published in Libri

Londra - Il Regno Unito festeggia la sua monarca da record, ma per Elisabetta II oggi e' 'business as usual', una giornata come le altre. Alle 17:30 ore locali (le 18:30 in Italia) il regno di 'Lizzie' avra' superato in lunghezza quello della regina Vittoria, con 63 anni e 216 giorni.

Published in Attualità

“Sono stata nell’Artico, ho visto la bellezza, ho visto la natura, e il mio cuore soffre nel pensare che in questo momento Shell sia proprio lì, a trivellare per cercare quel petrolio che non solo minaccia il loro habitat ma anche il nostro”. L’attrice e sceneggiatrice britannica Emma Thompson, si è unita a 64 attivisti di Greenpeace davanti al quartier generale della Shell a Londra dove è stato portata, a pochi metri dall’ingresso, una colossale riproduzione di un orso polare delle dimensioni di un autobus a due piani. Sei attivisti sono all’interno dell’orso, incatenati ad esso in modo che non possa essere spostato.

“È per questo che sono qui, per dire no. Perché tutto questo deve finire. Insieme ad altri milioni di persone chiedo che Shell vada via dall’Artico, e questo gigantesco orso polare è qui per ruggire con tutte le nostre voci”, prosegue l’attrice britannica.

‘Aurora’, così è stato chiamato l’orso polare, resterà lì fino al termine di questo mese, ovvero fino alla fine della finestra temporale che ha a disposizione Shell per cercare idrocarburi nell’Artico, prima dell’arrivo dell’inverno.

Parlando alla stampa di fronte al palazzo di Shell, la Thompson ha dichiarato che “sarà la prima tra le decine di persone che disobbediranno all’ingiunzione legale che vieta al personale di Greenpeace UK e agli attivisti di oltrepassare una linea tracciata intorno all’edificio Shell di Londra”.

Questo pomeriggio l’attrice britannica tenterà inoltre di attaccare sul palazzo la stampa gigante di una zampa su cui sono riportati migliaia di nomi di persone che si sono unite alla campagna SaveTheArctic. Ad oggi, oltre sette milioni di persone in tutto il mondo hanno aderito all’appello di Greenpeace in difesa dell’Artico.

Durante la sua permanenza davanti al palazzo di Shell, ad intervalli Aurora emetterà un ruggito attraverso la porta anteriore, per chiedere al gigante petrolifero di disattivare i suoi impianti di perforazione e abbandonare l’Artico.

Solo due settimane fa, Shell ha ottenuto dall’amministrazione Obama il via libera definitivo per poter iniziare le trivellazioni nell’Artico. In queste ore Shell è all’opera, alla ricerca frettolosa di nuove riserve di petrolio, avendo a disposizione una finestra di poche settimane, fino al 28 settembre, prima che le operazioni siano rese impossibili dall’arrivo dell’inverno.  agenzia dire www.dire.it 

Le estreme condizioni artiche, con giganteschi iceberg in movimento e mari tempestosi, rendono estremamente rischiose le trivellazioni offshore nell’Artico. Lo stesso governo degli Stati Uniti stima che ci sia il 75 per cento di probabilità di un ingente sversamento di petrolio. E gli scienziati affermano che, se dovesse succedere, sarebbe impossibile rimediare al danno, con pesanti conseguenze sulla fauna, unica e preziosa, dell’Artico.

Ricerche dimostrano come le trivellazioni nell’Artico siano incompatibili con il mantenimento della temperatura del Pianeta entro i 2°C rispetto ai livelli pre-industriali, un obiettivo su cui convergono molti governi. Nelle ultime settimane, figure pubbliche come Al Gore, Hillary Clinton e l’Arcivescovo di Canterbury hanno espresso preoccupazione circa la ricerca di petrolio nell’Artico.

Published in News Ambiente

Londra - Il Tamigi, il grande fiume inglese che passa per la capitale e che solo pochi decenni fa era ritenuto 'biologicamente morto', e' ora decisamente piu' pulito, considerando che negli ultimi anni ha ospitato migliaia di mammiferi marini come foche, delfini e persino balene.

Published in News Ambiente

Utenti Online

Abbiamo 1107 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine