ANNO XIII  Marzo 2019.  Direttore Umberto Calabrese

Europa, migranti, demografia, figli, schiavi, Italiani, ecc sono queste le parole che risuonano in Europa, dopo l’ingresso di Salvini al massimo potere. E si comincia a litigare.

Published in Politica
Mercoledì, 25 Luglio 2018 16:08

Massacrata di botte e uccisa in Costa Smeralda

Una donna marocchina residente ad Arzachena, in Gallura, Zeneb Badid, 34 anni, è stata massacrata di botte e uccisa probabilmente durante un festino a base di droga e alcol in una casa sulle colline di Baia Sardinia, vicino ad Arzachena. La donna era stata ricoverata in gravissime condizioni ieri nell'ospedale Giovanni Paolo II di Olbia, dove è morta ieri notte. Fermati dai carabinieri con l'accusa di omicidio due connazionali, Jalal Hassissou, 40 anni, e Soufyane El Khedar, 36 anni.

Published in Cronaca

L'ennesimo oltraggio per Josepha, dopo quello di essere stata 48 ore in mare, arriva dall'odio web: "è una naufraga ma con smalto". Post pieni di odio all'indirizzo della migrante camerunense, salvata dagli operatori di Open Arms, e corredati da foto di Josepha con smalto rosso e braccialetti. Da lì la montatura virale: "è un'attrice", "non c'è stato alcun naufragio".

Published in Attualità

Vilipendio e occultamento di cadavere: queste le imputazioni per il nigeriano che ha squartato Pamela a Macerata. Se è così, il vilipendio, lo squartamento, dev'essere avvenuto subito dopo la morte, il nigeriano deve necessariamente saperne qualcosa. Anche a livello di complicità. Perché? per il semplice fatto che a casa sua sono stati trovati, oltre che al corpo squartato di Pamela rinchiuso nei troller, anche gli gli abiti macchiati di sangue.

Published in Cronaca

La notizia appartiene alla cronaca, quella talvolta che diventa indigesta quando mangi e non sai se la devi trattare tu o la leggi e basta.

Published in Cronaca

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1290 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa