ANNO XIV Ottobre 2020.  Direttore Umberto Calabrese

Sabato 6 agosto, alle 19.30, nella galleria al primo piano dell'ex Convento dei Teatini di Lecce, verrà inaugurata la mostra personale d'arte contemporanea di Fernando Perrone dal titolo "Io sogno a colori". 

Published in Lecce

Riceviamo e pubblchiamo integralmente nota dell'Associazione Culturale ‘Riflessi d’arte’ - Due fine settimana dedicati alla pittura, all’arte e alla cultura nelle strade del centro storico

Published in Taranto

Il critico Giorgio Grasso e l’associazione Riflessi d’arte insieme a Valtur per un viaggio artistico innovativo

E’ stata inaugurata il 13 luglio scorso presso il villaggio Valtur di Ostuni la mostra di opere pittoriche ‘Arte in Valtur’, curata dal critico Grasso in collaborazione con l’associazione Riflessi d’arte. Grazie al proficuo lavoro di coordinamento del direttore artistico del Festival dell’Immagine Tonio Cantore sono ben 17 gli artisti che esporranno le loro opere nelle sale di una delle più rinomate strutture turistiche della Puglia. Valtur, infatti, da quest’anno ha voluto far partire un progetto utile a far avvicinare i turisti al mondo dell’arte mettendo a disposizione sale dei suoi villaggi sparsi in tutta Italia ad artisti prestigiosi che avranno la possibilità di dare ancora maggior risalto alle loro creazioni, il tutto sotto l’attenta e scrupolosa supervisione di Giorgio Grasso, critico di fama nazionale e già ospite dalle sesta edizione del Festival dell’Immagine tenutosi nel gennaio scorso a Martina Franca.

Published in Brindisi

Macerata - I Musei civici di Palazzo Buonaccorsi scelgono 6th Continent, la mostra fotografica di  Mattia Insolera, per raccontare il Mediterraneo, il tema della 52° stagione lirica del Macerata Opera Festival. "Sono foto bellissime che raccontano il Mediterraneo come il sesto continente di questa umanità plurale, ricca di differenze, di storie, di culture, - afferma Stefania Monteverde, assessore alla Cultura.

Published in Cultura

Sabato 23 luglio, alle ore 20.00, a Palazzo Vernazza, sarà presentata la mostra dal titolo "Luigi Quarta. Opere recenti". 

All’inaugurazione parteciperanno - oltre all’artista -  l'assessore al Turismo e Marketing territoriale, Spettacoli ed Eventi del Comune di Lecce, Luigi Coclite e il critico d'arte Lorenzo Madaro.

Published in Cultura

CENTRO MONDO AGRICOLO FERRARESE - Fino a mercoledì 17 agosto la rassegna documentaria a San Bartolomeo in Bosco Oltre una ventina di fotografie d'epoca che fanno ripercorrere i tragici eventi dell'inondazione del Reno avvenuta nel 1951 sono in mostra al MAF, la sala espositiva del Centro di documentazione del Mondo agricolo ferrarese a San Bartolomeo in Bosco (via Imperiale 263).

Published in Cultura
Domenica, 17 Luglio 2016 17:02

Roma Pop City in mostra al MACRO

Oltre 100 opere per tornare nella Roma dei primi anni ’60 vista con gli occhi degli artisti della “Scuola di piazza del Popolo”. Fino al 27 novembre al MACRO (Museo d’Arte Contemporanea Roma) di via Nizza la mostra Roma Pop City 60-67 presenta dipinti, sculture, fotografie, installazioni, film e documentari, recuperati grazie alla collaborazione con il Centro Sperimentale di Cinematografia - Cineteca Nazionale.

Published in Cultura

Quest’estate la Casa del Cinema ospita la creatività dei grandi professionisti "Invisibili" del cinema italiano: gli scenografi e i costumisti.

L’evento è stato curato dall’ASC (Associazione Scenografi Costmisti e Arredatori) e si divide in tre parti dedicate la prima ai film della coppia RISI - GASSMAN seguita da GRANDE SCHERMO ITALIANO con i professionisti emergenti della odierna stagione, per finire con I SOCI DELL’ASC che comprende un panorama di scenografi e costumisti che hanno "costriuti" il grande cinema italiano. La mostra si compone di bozzetti originali e foto di scena.

Published in Spettacolo

Sala delle Carceri dal 12 luglio al 10 agosto 2016

Il giorno 12 Luglio alle ore 17:30, presso il Castel dell'Ovo di Napoli, Salone delle Carceri, avrà luogo il vernissage della mostra personale di Paolo Valerio "Gender roles, gender cages and surroundings" a cura di Raffaele Loffredo, autore anche del testo critico che l'accompagna.
La mostra prevedrà diverse installazioni e sculture dell'artista; le opere saranno visitabili fino al 10 Agosto 2016.
La creatività, rappresenta per Valerio, un processo che implica passaggi, salti, in cui collegandosi al mondo infantile del gioco, coglie l'esteticità dell'oggetto. Risulta evidente l'attrazione per le qualità e capacità intrinseche della materia di stampo poverista, ma le sue corde, cime, oggetti di scarto, plastiche vengono assemblate in gabbie di reti cilindriche. Le sue reti sono sinapsi, intese non a livello biologico (come connessioni tra neuroni), bensì come blocchi, difese, aree dell'inconscio, le vulnerabilità dell'io rispetto ai contesti. Lo scenario è la zona flegrea di Lucrino (Pozzuoli) dove si reca nel fine settimana da alcuni anni per osservare gli oggetti che la natura marittima gli offre - su spiagge, anfratti, scogliere - e successivamente sceglierli, dargli dignità attraverso le sue composizioni dopo che il mare, tramite la sua azione corrosiva, ha già creato e modellato autonomamente le sue forme riappropriandosi del materiale; salsedine, conchiglie, alghe che plasmano le forme, sono elementi ricorrenti di sculture che prendono forma nell'atto fisico della produzione, una pratica quindi che si consolida come condizione necessaria del suo essere.
Paolo Valerio come in un ready-made 2.0 recupera, decontestualizza, le sue reti però sottendono un corto circuito visivo e rappresentano gabbie di genere: il gender, l'intersessualità  sono tra i temi principali della sua ricerca universitaria da diversi anni (è Professore ordinario di Psicologia clinica alla Facoltà di Medicina di Napoli); sono prigioni dalle quali, secondo l'artista, dovremmo liberarci, specchio di una cultura profondamente binaria. Differenza e non diversità, come risorsa da valorizzare, l'arte di Paolo Valerio rappresenta un pretesto per riflessioni su suoi vissuti eterogenei, momenti della vita, come se avesse un filtro naturale che non gli consente di vedere il brutto della monnezza, trova la sua soggettività nell'opera esattamente come in una poesia dove concepisce ogni fune, ogni oggetto come una lettera.
"La mia attività - afferma l'artista - mi permette di contattare pensieri impensabili dedicando tempo a me stesso ed al gioco, una parte di me bambino, un atto puerile che lascia una traccia e mi induce a pensare e non soltanto fare (non il fare per non pensare)".
Valerio dunque si mette in contatto con i suoi blocchi, le sue aree di "interior junk", non da buttare ma anche da amare in quanto facenti parte di lui; il contenitore è la sua casa ma l'opera proviene dalla natura, sovente infatti va alla ricerca di luoghi in solitudine per assemblare, sciogliere i nodi per poi riassemblarli, tagliare quelli troppo insolubili che spesso come nella vita è meglio interrompere, con la costante consapevolezza che il modo in cui un soggetto esprime l'amore non è mai il modo in cui l'altro desidera essere amato. Contaminazione tra arte e psichiatria, la stridenza tra arte e lavoro scientifico, la volontà di rimettersi in gioco con un vocabolario plastico differente, sono tra le caratteristiche dell'artista. "Gender cages", "Dark side of the mind", "About Tarantina" sono tra i titoli delle sue installazioni che gli consentono di toccare temi a lui cari come l'omofobia, i femminielli (tema di un suo recente volume dal titolo Genere:femminielli ); o anche la poetica del sentirsi mai abbastanza nel ciclo "Never Enought", l'utilizzo dell'accezione Wildiana del verde come colore della diversità in "Green butterfly".

La mostra è realizzata dalla Fondazione Genere Identità Cultura in collaborazione con la Fondazione Arti Napoli.

Orari mostra:
Dal lunedi al venerdi dalle ore 9:00 alle ore 19:00 - ultimo accesso ore 18:45
Domenica dalle ore 9:00 alle ore 14:00 - ultimo accesso ore 13:15.
Ingresso gratuito.

Sostieni il tuo quotidiano Agorà Magazine I nostri quotidiani non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore
Sostengo Agorà Magazine
Published in Napoli

Mostra personale d'Arte contemporanea - Loft del Pan - dal 14 al 31 Luglio - inaugurazione giovedì 14 Luglio ore 17.30

 

Giovedì 14 Luglio 2016, presso il PAN, a Napoli, in via dei Mille 60, si inaugura alle 17,30 una mostra personale d'Arte contemporanea di Nicholas Tolosa con il patrocinio morale dell'Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli e dell' Osservatorio Comunicazione Partecipazione Culture Giovanili (OCPG) dell' Università di Salerno con il contributo critico di Annachiara De Maio, intitolata: "Dall' altro lato del libero arbitrio".

Prince
La mostra raccoglie una selezione di opere, tra le più recenti dell'artista, scelte con lo scopo di metterci di fronte alle conseguenze generate dal libero arbitrio, l'ancestrale scelta a cui siamo chiamati a rispondere, la scelta tra il bene e il male

Sostieni il tuo quotidiano Agorà Magazine I nostri quotidiani non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore
Sostengo Agorà Magazine
Published in Napoli

Utenti Online

Abbiamo 1206 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine