ANNO XV Febbraio 2021.  Direttore Umberto Calabrese

Seven Davis Jr. nome d’arte di Samuel Davis, ispirato nel nome e nella musica al cantante jazz della famosa “The Candy Man”, si esibirà con i suoi live vocali in jam house contaminate da intermezzi funk e soul futuristico al Bosco delle Fragole all’interno della kermesse estiva di Any Given Monday. Dall’età dei tre anni ha iniziato la formazione professionale da cantante gospel e jazz, maturando poi uno stile acid jazz e R & B. Texano residente a Los Angeles, è cresciuto ascoltando i classici (Michael Jackson, Prince, Stevie Wonder, Aretha Franklin), influenzato anche da gospel, funk e jazz. La sua precoce produzione autoprodotta è tuttavia più allineata alle vivaci scene elettroniche di Los Angeles e della California del Nord. I suoi suoni sono stati paragonati a quelli di Detroit e Minneapolis, più vicini ad house e jungle. Dopo gli esordi come vocalist/producer, è diventato poi anche dj. Ha condiviso il palco con molti musicisti (da Gilles Peterson a Badbadnotgood), ha partecipato a diverse trasmissioni della BBC Radio. È apparso con i Cold Cut (fondatori di Ninja Tune) nell’Essential Mix che celebrava il 25° anniversario di Ninja Tunes e a breve inizierà la sua prima dj residency presso il celebre The Nest di Londra. Tra il 2012 e il 2014 , ha pubblicato diversi progetti su varie etichette come Must Have Records, Classic, Ten Thousand Yen (a fianco di Doc Daneeka) e Funkineven’s Apron Records, fino a quando ha firmato con la Ninja Tune e nell’estate del 2015 lancia l’album di debutto intitolato Universes.

Completano la serata i dj resident di Any Givem Mobday Discount e Mokai con le loro tipiche selezioni indie electro rock tropical bass.

Lunedì 4 luglio

ore 23

Il Bosco delle Fragole
Piazzale dello Stadio Olimpico, 8 – Roma

Ingresso Euro 8 (compresa consumazione fino a 00.30

Sostieni il tuo quotidiano Agorà Magazine I nostri quotidiani non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore
Sostengo Agorà Magazine
Published in Spettacolo
Sabato, 02 Luglio 2016 00:00

Lecce - Must in Song torna con "Aranjazz"

Nuova edizione per la rassegna musicale Must in song. 

Lunedì 4 luglio, alle ore 21.30, al Chiostro dei Teatini, è in programma il concerto  “Aranjazz”. Protagonista sarà il trio formato da Elisabetta Guido alla voce, Riccardo Zegna al pianoforte e Gregorio Fracchia alla chitarra. 

Il senso del concerto è l’alternanza e la fusione di musica classica e jazz.

Il programma prevede infatti, nella prima parte, il “Concerto di Aranjuez” di Rodrigo in versione classica/jazz, e nella seconda parte brani jazz molto famosi, in particolare di Duke Ellington, alternati a brani per chitarra sola suonati da Gregorio Fracchia, giovanissimo talento prodigio inserito da “La Repubblica” fra i ventenni più noti in Italia.

Autrice e compositrice di poliedrica formazione artistica, alle performance live Elisabetta Guido alterna lavori di ottima qualità in studio di registrazione.

E’  infatti appena tornata, a tre anni di distanza da “Let your voice dance”, con un nuovo album,  “The good storyteller”,sempre prodotto dall’etichetta Dodicilune. Undici inediti, da lei interamente scritti o cofirmati, presenti nel disco e negli arrangiamenti delle due celebri cover “Crystal Silence” di Chick Corea e “The dry cleaner from des moines” di Charles Mingus e Joni Mitchell in una versione drum’n’bass curata dal batterista Francesco Pennetta.

Completano la lineup il pianista Danilo Tarso, il sassofonista barese Roberto Ottaviano, il contrabbassista e bassista elettrico Stefano Rielli. Una sorpresa è “Salento Rhapsody”, una piccola opera in tre movimenti che ospita, tra gli altri, Zimbaria e Francesco Del Prete.

La rassegna Must in song è realizzata dall’Assessorato alla Cultura, Turismo Spettacoli, guidato da Luigi Coclite, ed organizzata dal critico musicale Eraldo Martucci.

Published in Lecce

01/07/2016 - Venerdì 1 luglio, si apre il sipario sulla 64esima edizione del Ravello Festival che fino a settembre, renderà Ravello meta privilegiata per gli amanti della grande musica, della danza e dei nuovi linguaggi. Ad inaugurare la ricca programmazione sarà un weekend votato alla musica sinfonica che non poteva non aprirsi con un sentito omaggio a Wagner, nume tutelare del Festival e della Città della Musica. Il 1 luglio (ore 20) a salire sul palco sospeso del Belvedere di Villa Rufolo sarà Juraj Valčuha una delle bacchette più talentuose del panorama internazionale, che dirigerà l’Orchestra Giovanile Italiana, la formazione ideata da Piero Farulli all’interno della Scuola di Musica di Fiesole e tenuta a battesimo da Riccardo Muti che ormai vanta 30 anni di attività con oltre mille musicisti occupati stabilmente nelle orchestre sinfoniche di mezzo mondo. In programma, oltre al Preludio e morte d’amore di Isotta omaggio al maestro di Lipsia, il Don Giovanni di Strauss, uno dei brani più emblematici del Prokof’ev ovvero la Suite sinfonica op.33bis e per chiudere La Valse di Maurice Ravel.

Il Ravello Festival è orgogliosa di riavere suo ospite, dopo più di dieci anni, Yuri Temirkanov uno dei direttori più apprezzati del panorama musicale mondiale. Il maestro, che nella sua lunga carriera ha diretto tutte le orchestre più importanti nei teatri più prestigiosi, assieme all’Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo regalerà al pubblico di Ravello due serate imperdibili: la prima è in cartellone sabato 2 luglio (ore 20) con un programma tutto votato a Tchaikovsky. In programma pagine celeberrime del compositore russo: l‘Ouverture Fantasia di Romeo e Giulietta, il Concerto per violino e orchestra in re maggiore, op.35, che vedrà come solista Leticia Moreno e laSinfonia No.5. Il viaggio nella musica russa si completerà domenica 3 luglio (ore 21) quando il maestro e l’Orchestra faranno rivivere nei giardini di Villa Rufolo alcune pagine tratte da Spartacus di Khachaturian, il Concerto per pianoforte e orchestra n.2 in do minore, op.18 di Rachmaninoff e l’opera più popolare di Nikolaj Rimskij-Korsakov, la Shéhérazade. Il solista, per l’occasione, sarà il talentuoso Roustem Saitkoulov.

“Il Ravello Festival 2016 – ha detto il direttore artistico per la musica, Alessio Vlad - vuole affermare la vocazione di Ravello ad essere Città della Musica. Partendo da questo presupposto la programmazione è stata concepita secondo alcune linee che vogliono essere ben chiare anche intrecciandosi tra loro. Oltre alla necessità di fare di Ravello anche un centro di produzione, innanzitutto si è voluta, secondo una oramai antica tradizione, la presenza di Orchestre e direttori importanti nel luogo che più di ogni altro caratterizza Ravello nel mondo ed ovvero il Belvedere di Villa Rufolo”. 

Info e programma

Sostieni il tuo quotidiano Agorà Magazine I nostri quotidiani non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore
Sostengo Agorà Magazine
Published in Napoli

Caserta - Due giornate da trascorrere insieme a Conad all’insegna della comunità tra dialoghi, musica, cibo e sport. Ricco il programma che coinvolgerà nel week end adulti e bambini.

Dodicesima e ultima tappa del Grande Viaggio Conad a Caserta, l’iniziativa itinerante voluta da Conad per incontrare le persone a casa loro, per raccontare l’Italia dei mille comuni e dei mille campanili, l’Italia delle persone e delle comunità.
Dodici tappe, dal Nord al Sud, che hanno come trait d’union la comunità, i valori dello stare assieme e la piazza, luogo simbolo dei saperi e dei sapori, in cui incontrarsi, dialogare e fare festa. In una società che sta cambiando profondamente a causa della crisi e che è attraversata da dinamiche sociali complesse, essere comunità oggi significa coltivare un’identità unica e irripetibile: ogni persona che vi appartiene si identifica con un determinato territorio, ma anche con le tradizioni, la solidarietà, la partecipazione. Oltre che con il cibo e i consumi. E ogni comunità di persone esprime valori, emozioni, opinioni e bisogni. Temi importanti per parlare dello sviluppo della Comunità che sono tratti dallo sport, dal benessere, dal welfare piuttosto che dall’alimentazione e dagli stili di vita o ancora dalla cultura, dall’arte, dalla musica ed infine anche dal lavoro, dalle tematiche di sviluppo dei giovani e del futuro.

Due giorni quelli del 2 e 3 luglio che animeranno Caserta con musica, conversazioni, giochi, sport, cibo e molto altro.

Sabato 2 luglio alle 19, dopo il saluto di benvenuto da parte di Conad e Istituzioni locali, Conad per la comunità: impegno e testimonianze per il territorio portate avanti da Conad, da PAC 2000A e dai soci che operano e agiscono in ambito locale a stretto contatto con la città e i cittadini.
A seguire, un’apertura musicale dei Solisti del Sesto Armonico, diretti dal maestro Peppe Vessicchio, inizierà ad animare la piazza, che è stata ulteriormente abbellita con il taglio dell’erba, del cui costo si è fatto carico Conad.
Cosa ci insegna la storia sarà il tema del dibattito che vedrà dialogare Francesco Pugliese, amministratore delegato Conad, Franco Cardini e Alessandro Vanoli con le testimonianze di Marina Finaldi ed Eliana Riva. I Solisti del Sesto Armonico diretti dal maestro Peppe Vessicchio animeranno, a fine serata, la piazza con note musicali degli anni ‘80-‘90 e non solo.

Alle ore 21 sarà possibile seguire la partita Italia – Germania sul maxi schermo allestito in piazza. A commentare la partita ci saranno il sindaco Carlo Marino, l’amministratore delegato di Conad Francesco Pugliese, il direttore generale di PAC 2000A Danilo Toppetti e Gene Gnocchi.

Due gli appuntamenti che viaggeranno paralleli nella mattinata di domenica 3 luglio.
In piazza, dalle 10.00, spazio allo sport e al divertimento, il tutto all’insegna del benessere e della sana pratica sportiva, con il coinvolgimento di associazioni sportive locali, squadre e singoli atleti. La gestione delle attività è stata curata da US Acli Caserta in collaborazione con US Acli e UISP che hanno realizzato il progetto nazionale. In piazza lo sport è all’insegna della sicurezza per tutti: Ecopneus mette a disposizione del Grande Viaggio delle pavimentazioni sportive ad hoc (campo da calcetto e pavimentazione sportiva antitrauma) realizzate dalle aziende Promix, Ecoplus e Italgreen utilizzando gomma riciclata proveniente dai pneumatici fuori uso.

Alle 11.00 l’appuntamento è Con Conad c’è Musica in città! dove I Solisti del Sesto Armonico e il maestro Peppe Vessicchio suoneranno per gli ospiti dell’Oratorio di San Pietro in Cattedra presso i Padri Francescani (via M. Vescovo Natale, Rione Tescione – Caserta) per offrire a tante persone che trascorrono gran parte del loro tempo da sole la possibilità di godere di un’ora di gioia, partecipazione e tanti sorrisi.
Le attività ricreative continueranno nel pomeriggio. A partire dalle 16.00, la scuola di cucina, curata dalla Compagnia degli Chef, vedrà impegnati mamme e bambini con merenda in piazza.

Domenica sera alle 19.30, dopo l’apertura musicale dei Solisti del Sesto Armonico, accompagnati dal maestro Peppe Vessicchio, Al femminile sarà il tema del talk su cui si confronteranno Veronica Maya e Tezeta Abraham. A seguire alle 20.15 Gnocchi al peperoncino: dialoghi semiseri sullo sport dove, il comico e conduttore televisivo Gene Gnocchi, in un talk tra il serio e il faceto, dialogherà con Roberto Carlos Sosa, Giulia Pisani, Andrea Tranquilli, Santo Rullo e Massimo De Girolamo. La musica e le note dei Buscaja con “Fred Forever” concluderanno il week end.

In serata, sia nella giornata di sabato che in quella di domenica in concomitanza con quanto accadrà sul palco del truck, street food con degustazione gratuita a base di prodotti Sapori&Dintorni Conad preparata dalla Compagnia degli Chef.

Sostieni il tuo quotidiano Agorà Magazine I nostri quotidiani non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore
Sostengo Agorà Magazine
Published in Caserta

Roma - L’associazione Music Theatre International e la Comunità Ellenica di Roma e Lazio, sono i promotori del progetto Donne Perse(phone), testo teatrale di Annalisa Venditti, che sarà presentato al pubblico, in anteprima nazionale, il 30 giugno 2016 alla Casa Internazione delle Donne.

Donne Perse(phone) è un dramma moderno sulla violenza alle donne che si ricollega al mito classico: alla vicenda della dea greca Demetra e di sua figlia Persefone. Ispirato dalle cronache dei nostri giorni, alle storie di ragazze e donne uccise o abusate da un marito, un fidanzato o un compagno violento, questo recital dà voce alle vittime. Le figlie ritornano e lo fanno per raccontare alla madre gli ultimi momenti della loro vita e per ricucire quello strappo che – nonostante tutto - non potrà mai recidere un legame tanto forte e profondo. A differenza del mito antico, dove Demetra ottiene di poter riavere da Ade per sei mesi l’anno la figlia, nella tragedia dei nostri giorni questo non può accadere. La Persefone di oggi è morta, ma con lei sarà sempre sua madre. Il recital rappresenta un dialogo intimo tra madre e figlia, tra vita e morte, tra amore e violenza. Il linguaggio segreto e arcaico del mito si confonde con le atmosfere metropolitane evocate e con le parole della cronaca nera, in una parabola di emozioni che si infrange contro il fatale enigma dell’esistenza.

Tredici donne in scena, tutte non professioniste, tranne una. Hanno lavorato tre mesi, insieme alla regista Paola Sarcina e all’autrice Annalisa Venditti. Hanno costruito insieme lo spettacolo, attraverso un laboratorio, che ha previsto anche due incontri di approfondimento con la psicologa Marinella Linardos. 
La performance, che sarà presentata alla Casa Internazionale delle Donne, è dunque il frutto maturo di un percorso di formazione e condivisione, tra emozioni e tensioni dell’anima e dell’intelletto.

Il progetto ha il patrocinio di Anima per il Sociale nei Valori d’Impresa, la collaborazione della Casa Internazionale delle Donne e Domus Romana, e la media partnership di Voce di Donna e Specchio Romano.

Ingresso: 5,00 € (più tessera)

Music Theatre International – M.Th.I.
338 1515381 -Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
www.mthi.it

Comunità Ellenica di Roma e Lazio
338 1747301 -Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
www.comunitaellenicaroma.it

DONNE PERSE(PHONE)
_voci di donne contro la violenza sulle donne 
di Annalisa Venditti

musiche di Bellini, Händel, Mozart, Purcel, Verdi, Vivaldi
PRIMA ESECUZIONE ASSOLUTA

CASA INTERNAZIONALE DELLE DONNE
(via della Lungara, 19, Roma)

Giovedì 30 Giugno 2016 | ore 21,00

LA FANCIULLA DEL LAGO Melania Straffi

LA SPOSA BAMBINA Erika Sharon Biancone

LA MADRE INCINTA Raffaela Rusciano

STELLA CHE ILLUMINI I VICOLI Diana Forlani

PERSEPHONE Patrizia Scermino

DEMETRA Marisa Giampietro | Maria Grazia Teodori

CORO Anna Cucciari | Marianna Delle Foglie | Maria Luisa Magnarelli | 
Laura Muzzupappa| Ada Seguino | Anna Silvestri

con la partecipazione dell’attore ANDREAS PLITHAKIS

regia PAOLA SARCINA

assistente alla regia e attrice tutor DIANA FORLANI

promosso dalla Comunità Ellenica di Roma e Lazio - organizzazione ELINA KASMERIDU
incontri di approfondimento a cura della psicoanalista MARIELLA LINARDOS

si ringraziano 
Vanessa Foglia Abitart, Fabrizio Pacifici riprese video, 
Livia Ventimiglia e Gianluca Fabi voci speaker radiofonici, 
Cinzia Dal Maso costumi e oggetti di scena, Milena Barberis digital artist, 
Oriana Piccolini Domus Romana

Sostieni il tuo quotidiano Agorà Magazine I nostri quotidiani non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Published in Sociale

Lunedì 18 luglio allo Stadio Mirabello di Reggio Emilia si festeggia il compleanno dell'uomo che più di tutti ha incarnato i valori della libertà e dell'uguaglianza ben oltre i confini del suo Paese.

In scena Il Mandela Day Happening con i migliori giovani artisti e band emergenti dell'Emilia Romagna, selezionati da una commissione di garanti, che si esibiscono davanti al pubblico. 
Al termine del contest sarà premiata la migliore performance in linea con lo spirito del Nelson Mandela Day.

Il Nelson Mandela International Day è celebrato con una grande festa di musica nella città che vanta da oltre 40 anni un legame profondo con il Sudafrica e che ha contribuito in modo determinante alla battaglia contro l'apartheid.

L'ingresso per il pubblico è gratuito così come l'iscrizione di artisti e band musicali.

L'accesso allo stadio è consentito dalle ore 17.30.

L'evento è patrocinato dalla Repubblica del Sudafrica, dall'Ambasciata del Sudafrica in Italia, dalla Nelson Mandela Foundation, dal Tavolo Reggio-Africa e dall'Assessorato alla Città Internazionale del Comune di Reggio Emilia.

In allegato il bando e il modolo di iscrizione.

Sostieni il tuo quotidiano Agorà Magazine I nostri quotidiani non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore
Sostengo Agorà Magazine
Published in Reggio Emilia

L’Aquila 28 giugno 2016 – Si aprirà mercoledì 29 giugno alle 11.00 con una masterclass di Curtis Roads la seconda edizione della Rassegna di arti sonore e intermediali - elettroAQustica organizzata dal Dipartimento di Musica e Nuove Tecnologie del Conservatorio “A. Casella” dell’Aquila, in programma dal 29 giugno al 1 luglio presso l’Auditorium di Shigeru Ban in via Francesco Savini, alle spalle del Conservatorio. Tre giorni dedicati all’approfondimento di argomenti inerenti il mondo della musica elettroacustica in cui saranno impegnati gli allievi del conservatorio dell’Aquila guidati dai propri docenti, i maestri Maria Cristina De Amicis, Agostino Di Scipio, Alessio Gabriele, Marco Giordano e Simone Pappalardo.

La rassegna elettroAQustica, alla sua seconda edizione, dopo l’ottimo riscontro ottenuto lo scorso anno, è una parte integrante del percorso formativo degli studenti, in quanto momento di confronto con il pubblico, conclusione delle attività di progetto, di allestimento, divulgazione e verifica di opere che investono la ricerca sul linguaggio, sull’espressione e sui nuovi mezzi della musica contemporanea. La rassegna è anche l’occasione per far conoscere il grande lavoro svolto presso il Conservatorio “A. Casella” dal Dipartimento di Musica e Nuove Tecnologie che, oltre a fornire elementi conoscitivi e una solida formazione artistica e scientifica, è impegnato in attività di ricerca musicale, di produzione, di diffusione e didattica con tecnologie avanzate, consolidando negli anni un vasto gruppo di studenti che opera per la creazione e la realizzazione di eventi musicali innovativi.

La tre giorni si aprirà con la masterclass “Composing Electronic Music: A New Aesthetic - Comporre Musica Elettronica: Una Nuova Estetica” tenuta da Curtis Roads - compositore, professore di "Media Arts and Technology Program" presso l'Università della California a Santa Barbara (UCSB), da tempo impegnato ricerca nel vasto campo interdisciplinare che attraversa musica e tecnologia del suono, fra i massimi esperti mondiali in composizione di musica elettronica, sintesi microsonora, sintesi grafica, analisi del suono e trasformazione, spazializzazione del suono e storia della musica elettronica. Roads è molto conosciuto e riconosciuto per le sue composizioni caratterizzate dalla sintesi granulare ed impulsiva, conseguita attraverso metodi che lui stesso ha sviluppato per la generazione di suoni partendo da "particelle" sonore. Molti di questi metodi sono presenti nelle sue numerose e fondamentali pubblicazioni tradotte anche in cinese e giapponese.

La masterclass è parte del progetto Point Line Cloud, sostenuto dal’ambasciata Americana in Italia e realizzato da Centro Ricerche Musicali - CRM, Roma in occasione di ArteScienza 2016 in collaborazione con  una cordata di Conservatori italiani (Roma,  L’Aquila, Sassari, Perugia e Salerno).

Il 30 Giugno e il 1 Luglio due giorni di performance e concerti dalle ore 19 in cui gli allievi sia del conservatorio dell’Aquila che di altre città (Napoli e Sassari) saranno protagonisti ora come interpreti di brani di compositori del ‘900 o di affermati contemporanei ora come compositori di un dialogo costante fra tradizione elettroacustica, innovazione e sperimentazione.

Il 30 alle 19.00 opere con video del maestro Curtis Roads e dell’allievo Cristian Paolucci; opere acusmatiche di Jerry Tabor e opere con elettronica dal vivo di Agostino Di Scipio, Alvin Lucier, e dell’allievo  Antonio Sotgiu.

Il giorno conclusivo, il 1 luglio sempre alle 19.00 opere acusmatiche di Horacio Vaggione e degli allievi Gabriele Boccio, Dario Casillo, Alessio Fioretti e Vlad Voicu. Opere con elettronica dal vivo di Chiara Mallozzi, Antonio Martella, Diego Sebastiani.

Tutti i giorni della rassegna sarà presente nel foyer dell’Auditorium dalle ore 18 alle 21.30 “Strumento di Strumenti”, una installazione sonora collettiva del Dipartimento di Musica e Nuove Tecnologie del Conservatorio “A. Casella” che analizza  il concetto di strumento musicale. Una tastiera verrà lasciata a disposizione degli spettatori attiva diverse postazioni in cui, attraverso sistemi meccanici automatici, viene reinterpretato il concetto di gesto, di materiale, di ricerca timbrica  proprio di ogni strumento musicale. Ne scaturisce uno “strumento di strumenti” che come in un gioco di scatole cinesi ingloba anche lo spazio in cui l'installazione è inserita.   Attraverso un sistema  di microfoni progettati e costruiti appositamente vengono infatti enfatizzate le caratteristiche acustiche dell'ambiente e delle forme di cui l'installazione si compone, trasformando il contesto in una sorta di grande cassa di risonanza. “Strumento di Strumenti” è il frutto della ricerca sulla nuova liuteria praticata nel Dipartimento di Musica e Nuove Tecnologie. 

 

Tre giorni dedicati alla musica elettronica con la presenza di Curtis Roads

29 Giugno  – 1 Luglio ore 19.00

Auditorium Shigeru Ban, L’Aquila

 

 

Published in L'Aquila

Ne parlo con enfasi perchè sono gli amici dell'associazione tarantina Falanthra che lo propongono come risvolto solidale, sui biglietti venduti il 20% resta a loro per il progetto Althzeimer +

La scelta di Taranto come prima mondiale è in parte dovuta alla presenza di questa associazione, perchè la famiglia del defunto Robin, dei tre fratelli la testa di ponte del gruppo, ha raccolto l'ultimo desiderio del cantante, cantare l'ultima canzone come ologramma con il concerto del figlio. Per questo possiamo parlare di ritorno di questo gruppo  di fratelli che ha fatto sognare una generazione 

Effetti scenici coivolgenti con la musica della Royal Philarmionic Orchestra.

Venerdì 23 Ottobre, alle ore 21,00, si terrà presso il Palamazzola di Taranto, la prima nazionale del "Titanic Live Concert", opera scritta dal leader dei leggendari Bee Gees Robin Gibb e dal figlio RJ Gibb.Si tratta di uno spettacolo unico nel suo genere, molto emozionante che vi coinvolgerà attraverso la musica classica, sperimentando così nuove forme di espressione musicale come il Classical Pop.

Info e prevendite c/o associazione culturale Falanthra 
Cesare Natale 3332874959; Daniela Lelli 3332874925; Mauro Carriglio 3398953378

 

Il video dello spettacolo 

 

https://www.facebook.com/giulio.dellatorre/videos/vb.1619566064/10206354714699607/?type=2&theater

In questa testata c'è l'intervista a Cesare Natale di presentazione dell'evento

 

 intervista che è stata pubbicata in queste testate

 

 
 
 

http://giornaledimontesilvano.com/intrattenimento/54-intrattenimento/34315-bee-gees-a-taranto-prima-mondiale-e-ce-robin-per-alzheimer--.html

 

 
 
 
 

Published in Taranto

Attesa per la 36^ edizione della Rassegna (9 - 19 ottobre) diretta da Ada Gentile

Published in Ascoli Piceno

Prestigioso riconoscimento per il Festival Popolare italiano del Baobab di Roma: Stefano Saletti, direttore artistico della rassegna, verrà premiato per "il format originale e la valorizzazione di nuovi artisti, nuovi generi e stili musicali e di tutto il movimento musicale".

Published in Roma

Utenti Online

Abbiamo 960 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine