ANNO XVIII Giugno 2024.  Direttore Umberto Calabrese

Sua maestà il re dei salumi, il prosciutto di Parma, si presenta in piazza Garibaldi, per il tradizionale appuntamento con il Festival giunto alla diciottesima edizione.

Published in Parma
Giovedì, 03 Settembre 2015 16:58

Parma ricorda il sacrificio di Dalla Chiesa

Nel 33° anniversario della strage di Palermo autorità e cittadini alla Villetta hanno reso omaggio alla tomba dove riposano il generale e la moglie Emanuela

Sono trascorsi 33 anni da quella maledetta sera del 3 settembre 1982, quando, a Palermo, la mafia colpì a morte in un agguato il prefetto Carlo Alberto Dalla Chiesa, la moglie Emanuela Setti Carraro e l’agente di scorta Domenico Russo. Quella strage fu un colpo durissimo alle speranze di tanti siciliani onesti che avevano contato sull’arrivo del generale dei carabinieri (che aveva contrastato con efficacia il terrorismo), per stroncare i traffici della piovra.

Il generale Carlo Alberto Dalla Chiesa ha lasciato un segno indelebile anche nella storia di Parma, perché qui aveva le sue origini, e qui ha voluto costruire la tomba di famiglia, al cimitero della Villetta, dove riposa accanto alla moglie. E la città non ha mai dimenticato il sacrificio di un uomo che ha dato un contributo determinante nella lotta al terrorismo e alla criminalità organizzata.

Questa mattina al cimitero monumentale della Villetta si è tenuta, come ogni anno, la cerimonia commemorativa in ricordo della strage, alla presenza della cugina Luisella Dalla Chiesa, in rappresentanza della famiglia, in quanto i figli erano impegnati nelle commemorazioni a Palermo e Milano, ma – come ha annunciato la nipote – saranno nei prossimi giorni a Parma per un momento di raccoglimento dinanzi alla tomba del generale. Luisella ha portato con sé al cimitero un album con le foto di famiglia e alcune copie di un servizio pubblicato da un settimanale poco dopo la strage in cui si ricorda il passato da partigiano del generale Dalla Chiesa, e un episodio in cui, da giovane tenente dei carabinieri, salvò dalla requisizione dei nazisti i pescherecci di San Benedetto del Tronto. E il 26 aprile del 1945 fu a Parma per festeggiare la Liberazione.

Numerose le autorità presenti: il prefetto Luigi Viana, il sindaco Federico Pizzarotti con il presidente del Consiglio Marco Vagnozzi, il delegato della Provincia Gianni Guido Bellini, i parlamentari di Parma Giuseppe Romanini, Patrizia Maestri e Giorgio Pagliari, il generale Paparella, comandante della Legione Carabinieri Emilia Romagna, i rappresentanti di Esercito, Questura, Vigili del Fuoco, Guardia di Finanza, Polizia Forestale e Università, insieme a tanti cittadini e rappresentanti delle forze armate, Carabinieri in congedo e altre e associazioni combattentistiche.

La cerimonia è stata commovente, con un silenzio che pesa più di mille parole, interrotto solo dall’onore ai caduti, dalle note de “Il Silenzio”, intonate dal trombettiere dei Carabinieri, e dalla benedizione del cappellano don Giuseppe, che ha chiuso la commemorazione, dinanzi alla tomba dove riposano di Carlo Alberto ed Emanuela.

Published in Nazionale

La Città di Parma e le Associazioni Partigiane ricorderanno come ogni anno l'eccidio consumato il 1 settembre 1944.

Published in Parma

Agevolare più possibile il corretto conferimento dei rifiuti e renderlo flessibile: è con questa finalità che vengono attivate in punti strategici della città 4 nuove Ecostation, ovvero eco punti fissi di conferimento dei rifiuti a servizio di tutte le utenze, sia domestiche sia non domestiche.

Dopo la partenza già avvenuta l’8 agosto scorso della Ecostation nella zona di sosta del cimitero della Villetta, dal 31 Agosto sono attive sul territorio comunale tutte e quattro le strutture collocate in città. 

Le cosiddette casette, cioè le eco stazioni fisse, sorgono presso il parcheggio della Villetta, il parcheggio scambiatore Est, il parcheggio scambiatore Ovest e il parcheggio San Leonardo (il parcheggio scambiatore Sud è già servito da un centro di raccolta) e rappresentano un ausilio fondamentale per un coerente sviluppo del sistema di raccolta differenziata, andando incontro alle esigenze dei cittadini che si trovino in difficoltà a conferire i rifiuti secondo il normale calendario, per le esigenze più svariate (ferie, week-end, pendolari, turnisti, etc).

Le Ecostation sono strutture simili a container (circa 2,5 metri per 6,5 metri) con accesso 24 ore su 24, 7 giorni su 7, che funzionano tramite l'utilizzo dell’ecocard (quella utilizzata per l’accesso ai centri di raccolta) o di tessera sanitaria dell’intestatario del contratto di igiene urbana, e sono dotate di sportelli per la raccolta di plastica, lattine, carta e cartone, organico e rifiuto residuo. 

Per il rifiuto residuo possono essere utilizzati comunissimi sacchi neri o borsine della spesa di volume non superiore ai 40 litri, compatibilmente con le dimensioni della bocchetta di conferimento.

Sorvegliate in modo permanente da una telecamera, le Ecostation sono anche dotate di sensori che segnalano il livello di riempimento per ogni tipologia di contenitore rifiuti comunicando direttamente al gestore la richiesta di intervento per svuotamento. 

Le nuove strutture si possono utilizzare in concomitanza con l'introduzione della tariffazione puntuale, sistema che permette di suddividere più equamente il costo del servizio in base al suo effettivo utilizzo, grazie alla conteggio degli svuotamenti del bidone dell'indifferenziato dei singoli utenti.

A questo proposito ricordiamo che ogni conferimento del rifiuto residuo all’Ecostation ha un costo di 0.70€ e non rientra all’interno degli svuotamenti minimi previsti per il calcolo della tariffazione puntuale.

Il conferimento delle altre tipologie di rifiuto è invece gratuito.

Da settembre saranno operativi, per il centro storico, anche gli Eco Wagon, mezzi che effettueranno la raccolta lungo un percorso ben preciso al di fuori degli orari e dei giorni previsti dal calendario, proprio in centro storico.

Un ulteriore misura che va nel senso di aumentare la flessibilità proprio nella raccolta stessa. L’assessore Folli a questo proposito dichiara “Le persone che ho avuto modo di incontrare all’Eco-station della Villetta hanno mostrato apprezzamento per questa iniziativa e sembra che dai primi dati vi sia una buona risposta dei parmigiani a questo nuovo servizio. Verificheremo in questi mesi l’andamento e non escludiamo per l’anno prossimo di aggiungerne altre più centrali a servizio dei quartieri”.

Published in Parma

Sarà Parma ad ospitare la XIII edizione del “Festival Internazionale di fisarmonica Guido Bogliolo”, sabato 29 agosto, sotto i Portici del Grano di piazza Garibaldi, dalle ore 18.45.

Published in Parma
Opportunità per le imprese che intendono provvedere alla dismissione dell'amianto, grazie ai 9 milioni di euro messi a disposizione dalla Regione.
Published in Parma

Nell'interesse della cittadinanza e in ausilio delle autorità preposte, lo  “Sportello dei Diritti” non si ferma nell’attività informativa circa la diffusione di patologie o di possibili epidemie in relazione del monitoraggio effettuato a seguito dell'osservazione dei dati ufficiali che provengono dalle istituzioni sanitarie anche di carattere internazionale.

Published in Salute & Benessere
Martedì, 25 Agosto 2015 17:56

Parma - Festa d’la Tomàca

Venerdì 28 e sabato 29 agosto due giornate di festa dedicate ai pomodori del Podere Stuard, da scoprire, conoscere e gustare. Da Piazza Garibaldi a San Pancrazio.

Published in Parma

Parma (Italia) - El equipo de fútbol italiano Parma ha puesto en venta al mejor postor todos sus trofeos, una medida con la que busca obtener liquidez después de que decretara su quiebra el pasado junio, según informa el diario deportivo "Gazzetta dello Sport".

Published in Desportes esp

Prosegue sabato 15 agosto la rassegna “Parma 2015. Al cuore dell'estate”, con tanta musica per i parmigiani rimasti in città.

Published in Parma

Utenti Online

Abbiamo 629 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine