ANNO XI  Maggio 2017.  Direttore Umberto Calabrese

 

Domenica, 28 Maggio 2017 00:00

Necessità dell’archeologia del linguaggio

L’articolo di Vito Mancuso Il Dante laico un eretico in Paradiso apparso oggi, sabato 27 maggio 2017 a pag. 45 di la Repubblica comprova la necessità dell’archeologia del linguaggio perché, così, riesce ad aver ragione pur facendo torto alla verità.

Published in Cultura

Mentre Paolo era a Corinto, una notte in visione il Signore gli disse: "Non aver paura, ma continua a parlare e non tacere, perché io sono con te e nessuno cercherà di farti del male, perché io ho un popolo numeroso in questa città". 

Published in Cultura
Venerdì, 26 Maggio 2017 00:00

Il nome di Crispo

Ore 4,21 del 25 maggio 2017, ore 4,22. Mi sono alzato col nome di Crispo. È adattissimo alla sillabazione in Cris.po. Mi agevola il confronto col nome del Cris.to.

Published in Cultura

Il cucù è un gioco di bimbi [zum: bi-m-bi] ed una parola sepolta nella memoria. Perché parlo di cucù?

Published in Cultura
Lunedì, 22 Maggio 2017 00:00

Ali al gioco perverso

Ringrazio Gesù bambino di farmi partecipare al gioco perverso di Antasubba, il demone della perdita della conoscenza, non riconosciuto in ba.bu.satan, e a quello di bib.bi, demone del peso della terra e della parola, privo di seme, a, [che, col seme diventerebbe bib.bi.a!].

Published in Cultura
Sabato, 20 Maggio 2017 00:00

Pasture

Acclamate al Signore da tutta la terra. Servite il Signore con gioia, venite davanti a lui tra danze e canti. Riconoscete che il Signore è Dio,

Published in Cultura

«Egli non ha nessun potere su di me, ma bisogna che il mondo sappia che io amo il Padre e faccio quello che il Padre mi ha comandato». 

Published in Cultura

Atti degli Apostoli 6,1-7.  In quei giorni, mentre aumentava il numero dei discepoli, sorse un malcontento fra gli ellenisti verso gli Ebrei, perché venivano trascurate le loro vedove nella distribuzione quotidiana. 

Published in Cultura

Il sabato seguente quasi tutta la città si radunò per ascoltare la parola di Dio. Quando videro quella moltitudine, i Giudei furono pieni di gelosia e contraddicevano le affermazioni di Paolo, bestemmiando. 

Published in Cultura

Salpati da Pafo, Paolo e i suoi compagni giunsero a Perge di Panfilia. Giovanni si separò da loro e ritornò a Gerusalemme. Essi invece proseguendo da Perge, arrivarono ad Antiochia di Pisidia ed entrati nella sinagoga nel giorno di sabato, si sedettero. 

Published in Cultura

Le Vignette di Silvio Mignano

Roma - Juventus 3:1

Utenti Online

Abbiamo 1325 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine