ANNO XV Febbraio 2021.  Direttore Umberto Calabrese

Giovedì, 14 Luglio 2016 07:56

Sanità, finanziato il MiRe di Reggio Emilia

Nuovi investimenti e finanziamenti per 14 milioni di euro, per la Sanità reggiana. La realizzazione del secondo lotto funzionale dell’ospedale della donna e del bambino, il MiRe - Maternità Infanzia Reggio Emilia. La ristrutturazione e l’adeguamento antincendio del fabbricato poliambulatoriale di Correggio. E la costruzione di Case della salute: a quelle attive di Reggio Emilia e altri comuni, si aggiungono quelle di Casalgrande e Castelnovo Sotto.

Sono tutti interventi che verranno eseguiti con gli oltre 14 milioni di euro di finanziamento previsti per il 2016 per Reggio Emilia, nell’ambito della sottoscrizione dell’Accordo di Programma – Addendum che si aggiunge e completa l’Accordo sottoscritto nel 2013 tra Regione Emilia-Romagna e ministero della Salute, d’intesa con il ministero dell’Economia e delle Finanze

Published in Salute & Benessere

Una persona con SM su due ha meno di 40 anni.

Quasi 3 milioni nel mondo le persone colpite da SM, 110.000 in Italia, Paese a rischio medio-alto, con pesanti costi per il SSN: circa 5 miliardi di euro l’anno.

Allarme da una ricerca Censis: l’età d’insorgenza della SM influenza il percorso di vita e l’ingresso nell’età adulta, ma grazie alla ricerca scientifica arriveranno terapie capaci di spegnere i sintomi e i segni della malattia a livello clinico e radiologico.

Published in Salute & Benessere

Acceleratore lineare al Moscati, Liviano: “Ci sono i fondi a cui attingere per acquistarne uno nuovo”

………..

Un nuovo acceleratore lineare da affiancare a quelli, già in dotazione ma ormai vecchiotti, di cui è dotato il reparto di Radioterapia dell’ospedale civile “San Giuseppe Moscati”? Si può fare  perchè è “possibile attingere ai fondi rinvenienti dall'art. 20 della legge sull'edilizia ospedaliera”.

A darne notizia è il consigliere regionale Gianni Liviano il quale nei giorni scorsi, sollecitato in tal senso da numerosi utenti del reparto di Radioterapia, aveva sollevato la problematica delle continue avarie delle macchine, sottoposte così a lunghi periodi di manutenzione, con la conseguente dilatazione dei tempi di attesa e con nocumento per i tantissimi pazienti costretti a sottoporsi ai trattamenti Radioterapici.

“Subito dopo le segnalazioni pervenutemi - spiega Liviano -  ho subito contattato il responsabile del dipartimento Sanità della Regione Puglia, dott.Gorgoni. Dal colloquio è emersa la possibilità di attingere ai fondi previsti, appunto, dall’art. 20 della legge sul riordino ospedaliero. Questo - aggiunge Liviano - permetterebbe di acquistare immediatamente un nuovo acceleratoreBEATRICE lineare da affiancare a quelli già in dotazione che scontano un’anzianità di servizio rispettivamente di 9 e 12 anni. Né è possibile immaginare, vista la tragica emergenza ambientale che avvinghia Taranto, la costruzione del nuovo ospedale San Cataldo”.

Adesso la palla passa nel campo della Asl di Taranto. Tocca, infatti, al direttore generale Rossi prendere in mano la situazione è “avanzare al dott.  Gorgoni la richiesta per accedere ai fondi che la legge sull’edilizia ospedaliera mette a disposizione.

Conoscendo il dott. Rossi e la sua attenzione per le problematiche ambientali che investono il nostro territorio, - conclude Liviano - sono sicuro che non perderà tempo e si attiverà per quelle che sono le sue competenze. Taranto e i tarantini non possono permettersi il lusso di altre e ulteriori perdite di tempo”. 

Sostieni il tuo quotidiano Agorà Magazine I nostri quotidiani non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Published in Taranto

Prosegue il percorso avviato dall'Amministrazione Comunale di Lecce con il progetto “Lecce città cardioprotetta” per la realizzazione di una rete cittadina di defibrillatori.

Venerdì 1° luglio, alle 19.00, verrà collocato un defibrillatore in piazzetta Vittorio Emanuele, nei pressi dell'Hotel Santa Chiara.

L'apparecchiatura medica è stata donata dal Lions Lecce Messapia, il club guidato da Alfredo Pagliaro, presidente del Consiglio Comunale di Lecce.

Quello posizionato in piazzetta Vittorio Emanuele è il primo defibrillatore a colonnina a disposizione dei cittadini 24 ore su 24.

Fino a questo momento sono stati posizionati in città oltre 80 defibrillatori (clicca qui per consultare la mappa).

L'obiettivo è quello di dotare la città e i luoghi pubblici in particolare, di defibrillatori di quartiere che verranno messi a disposizione dei cittadini che saranno in grado di utilizzarli.

Sostieni il tuo quotidiano Agorà Magazine I nostri quotidiani non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Published in Lecce

Taranto è una delle città italiane che sono state sfregiate dall'industria pubblica e privata. La creazione di una No Tax Area è il modo per risarcire le popolazioni locali e rilanciare l'economia e restiamo interdetti nello scoprire dai media nazionali che il Governo sta valutando la fattibilità di crearne due, a Milano e a Bagnoli, per attirare multinazionali che probabilmente intendono spostare gli uffici di Londra verso un Paese rimasto nell'Unione europea.
Nel ricordare che la No Tax Area era prevista già nel programma della coalizione di liste civiche ed ecologiste "Taranto respira" candidatasi alle amministrative 2012 e in tutte le proposte successive, chiediamo al Governo di inserire anche la nostra città nei siti destinatari di interventi di fiscalità agevolata.  L’Unione europea li può autorizzare su proposta del governo interessato e nel rispetto di due limiti: uno temporale e l’altro territoriale. Noi torniamo a chiedere al Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, la No Tax Area con riferimento al territorio cittadino di Taranto e per una durata di cinque anni, prorogabile a dieci, per creare le condizioni per attrarre investimenti internazionali utili a creare nuovi posti di lavoro che compenserebbero, anche se solo in parte, i gravi danni ambientali e di perdita di chances provocati dalle industrie di Stato e non negli ultimi 50 anni.
Nel momento in cui il Parlamento sta convertendo in legge il decimo decreto che da una spallata all'ordinamento giuridico, ci sembra poco seria l'ipotesi di creare due no tax area altrove, mentre qui l'economia muore.
Ricordiamo inoltre al Governatore della Puglia che anch'egli può richiedere alla Presidenza del Consiglio del ministri e a quella della Commissione europea di attivare quanto prima il regime della “No Tax Area” per Taranto, poiché creerebbe opportunità che
Taranto non può perdere!

Sostieni il tuo quotidiano Agorà Magazine I nostri quotidiani non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore
Sostengo Agorà Magazine
Published in Taranto

Sessantun Centri per le demenze in regione Emilia Romagna. L'assessore Venturi: "Per noi la non autosufficienza è una priorità"

Published in Salute & Benessere

Il 20 settembre AISLA, l’Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica, sarà presente in 150 piazze in tutta Italia in occasione dell’VIII Giornata nazionale sulla SLA per raccogliere fondi da destinare all’assistenza dei malati

Published in Salute & Benessere

Finanziamenti per la difesa del suolo e della costa, per sostenere il turismo e la sanità e per il tecnopolo. Il punto sulle priorità degli interventi regionali nel territorio riminese è stato fatto dal presidente della Regione Stefano Bonaccini, nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta nella sede della Provincia di Rimini che questa mattina ha ospitato la riunione della Giunta regionale.

Published in Rimini

Uno strumento per sviluppare progetti in materia di salute e sicurezza sul lavoro ma anche un luogo dedicato a cittadini, imprese, e lavoratori che potranno trovare le informazioni, la normativa e tutti gli aggiornamenti sulla prevenzione della salute nei luoghi di lavoro

Published in Lavoro

Oggi, nella sala riunioni della Palazzina Uffici della Direzione Generale ULSS 6 “ Vicenza”, sono state presentate le iniziative del progetto “Alzheimer per un’etica del prendersi cura. Mese di sensibilizzazione sull’Alzheimer e il declino cognitivo”. Tale progetto, che attraverso una ricca rassegna di informazioni, esperienze, riflessioni, conversazioni, percorsi, mostre, incontri con autori, cinema, dal 1 settembre al 23 ottobre 2015 toccherà i comuni di: Vicenza, Arcugnano, Barbarano Vicentino, Caldogno, Montegaldella, Monteviale, Noventa Vicentina e Torri di Quartesolo. Per il quarto anno consecutivo, gli Enti promotori del Progetto “Polo Assistenziale Alzheimer”, con la collaborazione di molte realtà del privato sociale, offrono al nostro territorio un ricco calendario di eventi e iniziative per la sensibilizzazione sull’Alzheimer e il declino cognitivo. La rassegna, unica a livello nazionale, è stata resa possibile da un’efficace sinergia tra l’Azienda ULSS 6 “Vicenza”, il Comune di Vicenza e l’IPAB di Vicenza e dalla collaborazione di numerosi soggetti istituzionali, del terzo settore e dell’associazionismo.

Published in Vicenza

Utenti Online

Abbiamo 1041 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine