ANNO XIII Novembre 2019.  Direttore Umberto Calabrese

"Ancora un volta, il governo afferma con forza di voler dare maggiore supporto al sistema vitivinicolo nazionale, potenziando la ricerca pubblica in campo agroalimentare, salvo poi permettere la chiusura dei centri sperimentali di ricerca periferici;

Published in Bari
Mercoledì, 21 Settembre 2016 07:23

Napoli città del vino e le sue vigne

Dal 23 al 25 settembre 2016 "Festival delle Vigne Metropolitane". Visite guidate, convegni, spettacoli e degustazioni a Chiaiano, San Martino, Posillipo e Agnano

Published in Napoli

La vigésimo primera edición del Festival Internacional de Comida y Vino de Walt Disney World arrancó hoy en Orlando, Florida (EE.UU.), en un recorrido culinario y cultural que cada vez más resalta la fusión de sabores del exquisito recetario latino.

Published in Gastronomía esp

Me lo dice il Sindaco il dr Arcangelo Sapio (qui in copertina accanto alla fontana già colorata dal primitivo), quest’oncologo prestato alla politica che conosciamo da tempo: “ il vino qui non lo produciamo più come una volta, il mercato è in mani ristrettissime nel mondo, possiamo evocarlo per valorizzare le nostre bellezze, il territorio anche perché l’industria pesante in futuro sarà solo un ricordo”.

Published in Taranto

Taranto - Settanta ceppi di un vigneto a Lizzano (Taranto), di proprietà del giornalista Bruno Vespa, sono stati tranciati nella notte. Sulla vicenda sono già in corso le indagini.

Published in Taranto

Giovedì 11 e venerdì 12 agosto sesta edizione dell’evento di Manduria (TA). Il presidente Roberto Erario alla Tavola Rotonda Il vino Primitivo tra storia, promozione e tutela.

Published in Costume & Società

El nero d'Avola lo antiguo Calabrese negro, es "la uva para vino tinto más importante de Sicilia" y una de las variedades italianas más importantes.

Published in Gastronomía esp

El mayor productor de vino en el mundo y el país con mayor índice de consumo por habitante, con 135 litros al año, Italia es uno de los poderosos países vitivinícolas del mundo.

Published in Gastronomía esp

Nascevano nel 1996 le prime denominazioni e indicazioni d’origine e da subito l’Emilia-Romagna si è distinta con ben 13 prodotti: le Dop Parmigiano-ReggianoProsciutto di ParmaGrana PadanoProsciutto di ModenaCulatello di ZibelloCoppaSalame e Pancetta PiacentiniCasciotta di Urbino, Olio  extravergine di oliva di Brisighella; le Igp Marrone di Castel Del Rio e Fungo di Borgotaro . Un ruolo di leadership che negli anni si è rafforzato.

Oggi infatti l’Emilia-Romagna detiene il record europeo di prodotti Dop e Igp con ben 43 specialità.

Per questo, in occasione del ventennale, la Regione si è fatta promotrice a Piacenza di un forum nazionale  dedicato a questo comparto del food, strategico per impatto economico ed export, ma importante anche da un punto di vista culturale e identitario. Ad affiancare la Regione, il Consorzio dei Salumi Dop PiacentiniPiacenza è infatti ancora oggi la sola provincia in tutta Europa ad avere tre salumi Dop: Coppa, Pancetta e Salame Dop piacentini.

 L'intervento del Presidente Bonaccini

“L’agroalimentare, è la seconda voce del nostro export e il 2015 è stato un anno record con un valore di quasi 5,8 miliardi e una crescita del 6,2% – ha sottolineato il presidente della Regione Stefano Bonaccini – ma possiamo crescere ancora, perché nel mondo la domanda di qualità e di tipicità è in crescita. Come Regione vogliamo sostenere questo processo anche grazie alle risorse del Psr 2014-2020, la cui applicazione procede a pieno ritmo e che può contare su un plafond di circa 1,2 miliardi di euro. A fine 2016 avremo messo a bando il 60% delle risorse. Vogliamo agire con velocità, per superare definitivamente la crisi e creare posti di lavoro. L’agroalimentare può dare un contributo importante”.

Tra le risorse che il Programma regionale di sviluppo rurale dell’Emilia-Romagna mette a disposizione, quelle per lapromozione. Il primo bando si è appena chiuso con la presentazione di 34 domande di sostegno, presentate da variconsorzi e associazioni, anche con progetti in comune, e prevede un finanziamento complessivo di oltre 4 milioni.

L'intervento dell'assessore Caselli

“Siamo la regione con il più alto numero di Dop e Igp in Europa. Un primato che dice molto sulla vocazione alla qualitàdi questo territorio; qualità delle materie prime e delle tecniche di produzione – ha spiegato l’assessore regionale all’agricoltura Simona nonna iolandaCaselli nella sua relazione introduttiva – tutti fattori di competizione sui mercati, ma anche disalvaguardia del territorio rurale, del paesaggio, dell’ambiente. Filiere di qualità servono anche a costruire un più alto valore aggiunto. E’ essenziale però che questo si traduca in un’equa distribuzione dalla terra alla tavola, a cominciare dagli agricoltori, primo e fondamentale anello.”

Sostieni il tuo quotidiano Agorà Magazine I nostri quotidiani non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore
Sostengo Agorà Magazine
Published in Bologna

FIRENZE – Torna, tagliando il traguardo della 45a edizione, Expo Chianti Classico, una delle vetrine enogastronomiche tra le più rilevanti della Toscana con l'obiettivo di promuovere e valorizzare le eccellenze vinicole del Chianti Classico nel suo territorio di origine, esteso su otto Comuni

Published in Economia & Finanza

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1227 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa