ANNO XIV Agosto 2020.  Direttore Umberto Calabrese

POSSAGNO - (Treviso) - Un turista austriaco ha danneggiato una imporrate scultura di Antonio Canova custodita nel museo di Possagno. Lo denuncia Vittorio Sgarbi che della “Fondazione Antonio Canova” è il Presidente.

Published in Cultura

Salvini, mi autodenuncio, io do la mano. Bocelli, divieto di uscire di casa mi ha umiliato e offeso, l'ho violato. Sgarbi, virus non c'è più. Governo ci ascolti.

Published in Cronaca

"Non può offendere i suoi colleghi, non può pronunciare parolacce", gli ha detto la vicepresidente Mara Carfagna tra gli applausi. Solidarietà a Carfagna da Businarolo (M5S).

Vittorio Sgarbi viene espulso dall'Aula di Montecitorio durante l'esame del decreto Giustizia.

Published in Attualità

"Va bene la tutela del monumento, ovviamente il fatto che non si possa mangiare sui marmi, ma il divieto di sedersi è davvero eccessivo . Mi sembra un provvedimento di stampo fascista che il Comune sarà costretto a rivedere. Perché da che mondo è mondo il viaggiatore di passaggio si siede sui gradini e si ferma ad ammirare il paesaggio", la bellezza della piazza patrimonio dell'Umanità. Così Vittorio Sgarbi commenta all'AdnKronos il divieto di sedersi sulla scalinata di Trinità dei Monti, imposto dalla polizia locale nel rispetto delle disposizioni contenute nel nuovo regolamento di polizia urbana licenziato a luglio dal Campidoglio.

Published in Costume & Società

 L’iniziativa dell’Ordine dei Dottori Commercialisti di Lecce e della Fondazione Messapia  - Promuovere il Salento e rilanciare il turismo.

Published in Cultura

Le mostre a cura di, Giuseppe Iannaccone, Luigi Sansone e Vittorio Sgarbi. L’omaggio a Gillo Dorfles, la presenza straordinaria di Edi Rama, primo ministro dell’Albania, con la sua retrospettiva che ne consolida l’immagine di artista internazionale.

Published in Arte
Domenica, 22 Ottobre 2017 00:00

Caso Weinstein, Asia Argento querela

"Informo di aver querelato alcuni ospiti della trasmissione 'Porta a Porta' del 17/10/17". E' quanto scrive Asia Argento su Twitter, pubblicando anche due filmati - ripresi con il cellulare - che mostrano alcuni momenti della trasmissione di Rai 1.

Published in Spettacolo

A Urbino, il 13 ottobre, nel pomeriggio che precede l'avvio della quarta attesissima edizione del Festival del Giornalismo Culturale, Lella Mazzoli e Giorgio Zanchini, che della manifestazione sono i direttori, hanno messo a punto un 'Anteprima Festival' decisamente stimolante.

Published in Cultura
Martedì, 13 Settembre 2016 13:19

Terni - Da Sgarbi sul Caos giudizi contraddittori

"Conosciamo tutti - dichiara il sindaco Leopoldo Di Girolamo - la verve polemica di Vittorio Sgarbi, che si manifesta spesso con giudizi tranchant su persone, cose e vicende. Sulla questione del Caos di Terni, però, entra in contraddizione con se stesso.

Published in Terni

"Sì, vorrei rubarla, vorrei rubare quello che mi apparteneva". Cantava così Ivan Graziani nel 1978, nel celebre attacco di 'Monna Lisa', ignorando che quasi quarant'anni dopo, a tentare l'impresa, sarebbe stato Vittorio Sgarbi. Certo, il critico d'arte non ha affatto intenzione, come suggeriva il cantante abruzzese di "nasconderla in una cassa di patate", però, come spiega in un video postato sul suo profilo Facebook, è assolutamente determinato a riportare in patria "uno dei più notevoli capolavori italiani". Come? Dando vita a quella che ha già ribattezzato #missionemonnalisa.

"Come sapete - dice Sgarbi - uno dei più notevoli capolavori italiani, la Monna Lisa, è in Francia. E' arrivato il momento di farla rientrare in Italia". "Ho parlato con i francesi - continua il critico - e ho preso accordi perché ritorni da noi ciò che è nostro. Perché le cose bisogna saperle chiedere e io so farlo". Poi, guardando fuori dalla telecamera si diletta in una delle sue solite provocazioni: "State zitti, cog....i - conclude - sto parlando"lo afferma in una nota l’agenzia di stampa Adnkronos.

Poi Sgarbi con l'Adnkronos entra nel merito della proposta fatta ai cugini d'Oltralpe e da loro accolta: "Con i francesi ho concordato uno scambio: loro ci danno la Monna Lisa e noi gli diamo un altro capolavoro italiano". "La cosa può andare in porto in meno di un anno, ma al momento - spiega - preferisco tacere su quale sia l'opera di un altro grande maestro italiano che intendiamo proporre".

Per vedere il video clicca qui o sulla foto

Sostieni il tuo quotidiano Agorà Magazine I nostri quotidiani non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Published in Arte

Utenti Online

Abbiamo 1121 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine