ANNO XV Settembre 2021.  Direttore Umberto Calabrese

Giovedì, 24 Novembre 2016 08:21

Taranto – Libero Mancuso e Rosa D’Amato per «NOI DICIAMO NO!»

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Riceviamo e pubblichiamo integralmente comunicato stampa pervenuto dall’europarlamentare Rosa D’Amato del Movimento 5 Stelle

NO alla riforma costituzionale del governo Renzi. Schiforma, Deforma… chiamatela come volete! NOI DICIAMO NO! E lo facciamo entrando nel merito, come sempre.

Sabato 26 novembre Hotel Plaza ore 10.30, appuntamento a TARANTO sul tema referendario, in vista del 4 dicembre, con Rosa D’Amato, portavoce CinqueStelle al Parlamento Europeo, e l’ex pm Libero Mancuso.

A Taranto, dunque, il Movimento Cinque Stelle discuterà il quesito con un giurista esperto, un uomo delle istituzioni in campo per il NO a questa riforma sbagliata che riteniamo sia un GRAVISSIMO ERRORE ed un PROBLEMA, tra gli altri aspetti contestabili, per l’equilibrio dei poteri dello Stato.

LIBERO MANCUSO è stato un pubblico ministero di trincea sul fronte del terrorismo eversivo, della mafia e delle organizzazioni criminali. Prima di approdare a Bologna, lavora a Napoli nel pool anti Brigate Rosse. Si occupa di mafia e malapolitica, raccoglie la deposizione di Licio Gelli sulla P2, indaga sul sequestro Cirillo, dichiara guerra ai depistaggi sulla strage nella stazione di Bologna del 1980 e di quella dell'Italicus;

Si è occupato, tra le altre cose, della vicenda Uno Bianca, dell’omicidio di Marco Biagi. È stato presidente della Corte d'Assise di Bologna e presidente della sezione del Riesame. Chiusa la carriera in magistratura, Mancuso ha militato a sinistra e adesso è avvocato penalista a Bologna.

È stato tra i fondatori di Magistratura Democratica.

Sostieni il tuo quotidiano Agorà Magazine I nostri quotidiani non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 1163 times Last modified on Giovedì, 24 Novembre 2016 08:24

Utenti Online

Abbiamo 1030 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine