ANNO XVI Giugno 2022.  Direttore Umberto Calabrese

Venerdì, 05 Giugno 2015 22:14

Frosinone, pronto soccorso in tilt: la manager «deospedalizza»

Written by 
Rate this item
(0 votes)

IERI 75 PERSONE IN ATTESA TRA MILLE DISAGI. LA DG MASTROBUONO PENSA A UN OSPEDALE SENZA LETTI

“C’è una nuova specie di manager nelle nostre aziende sanitarie: il direttore-filosofo. Dopo eclatanti casi a Roma, adesso anche a Frosinone la direttrice Isabella Mastrobuono fa grandi elucubrazioni mentali parlando di superamento dell’ospedale.

E' evidente che ci troviamo di fronte ad amministratori completamente avulsi dalla realtà”. Lo dichiara il presidente di AssoTutela Michel Emi Maritato. “Avesse fatto una passeggiata il 3 giugno nel pronto soccorso dell’ospedale di Frosinone, da lei amministrato, forse la direttrice non azzarderebbe certe ardite previsioni. I risultati dello sbandierato modello della nuova sanità del Lazio produce questo: pronto soccorso come un girone dantesco, vicino ai livelli di Roma e nessuno pronto a porre rimedio a tale esplosiva situazione. Non bastano i pannicelli caldi di qualche assunzione, servirebbero modifiche organizzative strutturali. Ma ciò è insperabile in una Asl in cui si chiudono anche le postazioni del centralino, si unifica tutto, senza fornire le giuste istruzioni agli operatori, così da indurre in confusione chi chiama e chi risponde. Più che di nuova sanità del Lazio, si può parlare di sanità all’arrabbiata, nel senso delle continue angherie cui sono sottoposti i cittadini”, conclude il presidente.

Ufficio Stampa ASSOTUTELA

 

Read 936 times Last modified on Lunedì, 22 Giugno 2015 20:18

Utenti Online

Abbiamo 1053 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine