ANNO XVIII Febbraio 2024.  Direttore Umberto Calabrese

Giovedì, 02 Febbraio 2017 08:28

Taranto - In Piazza Maria Immacolata torna il per dire No alla violenza su donne e bambine

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Per il quinto anno consecutivo, anche Taranto aderisce al flash mob internazionale One Billion Rising Revolution – Solidarity against exploitation of women, previsto per il prossimo 14 febbraio, in occasione della giornata di San Valentino.

«Dalle ore 17.30 raggiungici in Piazza Maria Immacolata, balla con noi e dichiara a gran voce il tuo No alla Violenza sulle Donne!». Per info e adesioni, contattare il +39 388 874 6670. La manifestazione gode del Patrocinio dell’Ufficio della Consigliera Provinciale di Parità.

«Figlie, sorelle, mogli, madri, figli, fratelli, mariti, padri, non permettiamo al vuoto di una mano profana di spegnere il pieno del nostro esistere! Il silenzio uccide: facciamo sentire la nostra voce. Uniti si vince!» Luigi Pignatelli, operatore socio-culturale e presidente dell’Associazione Culturale Hermes Academy Onlus e del Comitato Territoriale Arcigay Taranto, per il quinto anno tra i promotori della tappa nel capoluogo ionico, fa il suo personale invito alla partecipazione attiva di tutti e tutte.

#OneBillionRisingRevolution

In 207 nazioni nel mondo e in più di 100 città italiane il 14 febbraio torna l’appuntamento con il One Billion Rising: un miliardo di persone in movimento per danzare e manifestare contro la violenza sulle donne.

Le Nazioni Unite stimano che 1 donna su 3 sul pianeta sarà picchiata o stuprata nel corso della vita. Questo significa un miliardo di donne e bambine. Per chiedere di porre fine a questa violenza, la scrittrice statunitense Eve Ensler, fondatrice del movimento V-Day e autrice de I monologhi della vagina, ha ideato la campagna One Billion Rising, dando vita, il 14 febbraio 2013, alla più grande manifestazione di massa nella storia dell’umanità: oltre 10.000 eventi in tutto il mondo, seguiti dai maggiori canali d'informazione (dal New York Times a The Guardian, dalla BBC ad HBO).

Dopo One Billion Rising (2013) e One Billion Rising for Justice (2014), l’appuntamento è, per il terzo anno, con One Billion Rising Revolution, il 14 febbraio, sempre nel giorno di San Valentino: non fiori e cioccolatini, quindi, ma un vero atto d’amore, gioioso, celebrato dalle donne e dagli uomini che le rispettano, con la volontà di manifestare insieme per chiedere un mondo in cui le donne possano vivere al riparo dalla violenza e dall’abuso.

Nel mondo hanno aderito alla campagna 207 nazioni e in Italia saranno oltre 100 le città coinvolte: da Roma a Milano, da Genova a Bologna, da Lecce a Trieste, insieme a decine di realtà di provincia in tutto il Paese, da nord a sud, animate da una rete di associazioni e militanti che operano durante tutto l’anno sul territorio ma anche da scuole, università, istituzioni culturali. Tra le numerose associazioni nazionali aderenti alla campagna ricordiamo D.I.Re, Amnesty International, Fare Bene Onlus, Differenza Donna, Doppia Difesa Onlus, Arcilesbica, Arci Donna, Rete Se Non Ora Quando, CGIL Nazionale, Maschile Plurale, UDI Nazionale.

Anche quest’anno al centro della manifestazione ci saranno la musica e la danza e le note dell’inno Break the Chain, per spezzare le catene della violenza e dimostrare che si può farlo con gioia, in maniera politica ma con il sorriso. La danza è una delle più potenti forze sulla terra e noi abbiamo solo iniziato a sfruttarne il potenziale. La danza è sfida. È gioiosa e rabbiosa. È contagiosa e libera, fuori dal controllo di Stati e corporazioni. Abbiamo appena iniziato a danzare. Quest’anno dobbiamo andare oltre. Dobbiamo andare fino in fondo e arrivare al cambiamento. Dobbiamo creare la rivoluzione.

La manifestazione a Taranto

Nel 2013 e nel 2014 il flash mob per la campagna One Billion Rising, introdotta a Taranto dall’APS Ethra Accademia Sociale, si tenne rispettivamente in Piazza Garibaldi e in Piazza Maria Immacolata. L’organizzazione della terza e della quarta edizione, anch’essa in Piazza Maria Immacolata, fu affidata alla Hermes Academy Onlus e al Comitato Territoriale Arcigay Taranto, già partner delle prime due edizioni.

La nuova edizione è organizzata da numerose realtà, tra cui le su citate Ethra Accademia Sociale, Hermes Academy Onlus, Comitato Territoriale Arcigay Taranto, accanto alle quali troviamo Auser Taranto – Filo d’Argento e molte altre associazioni. L’Ufficio della Consigliera Provinciale di Parità Avv. Gina Lupo patrocina e supporta l’iniziativa.

L’appuntamento è per le ore 17.30 di martedì 14 febbraio in Piazza Maria Immacolata (già Piazza Giordano Bruno), con il raduno, il flash mob caratterizzato dall’esecuzione della coreografia di Debbie Allen sulle note di Break the Chain, proiezioni e testimonanze.

La cittadinanza tutta è invitata a partecipare.

Sostieni il tuo quotidiano Agorà Magazine I nostri quotidiani non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 1457 times

Utenti Online

Abbiamo 903 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine