ANNO XV Settembre 2021.  Direttore Umberto Calabrese

Lunedì, 06 Febbraio 2017 00:00

Lazio e Parolo show a Pescara, l'Atalanta sorride con il solito Gomez

Written by 
Rate this item
(0 votes)

La Lazio vince sul campo del Pescara con punteggio tennistico e si gode Parolo in versione goleador, l'Atalanta stende il Cagliari con l'ennesimo show di Gomez. I biancocelesti rifilano agli abruzzesi un pesante 6-2 firmato dal centrocampista con ben quattro gol.

La Lazio piazza un micidiale uno-due nel primo quarto d'ora con due incornate proprio di Parolo, al 10' su cross di Felipe Anderson e al 14' sul corner battuto da Biglia.

Il Pescara torna in partita alle soglie della mezz'ora con un gol in tap-in di Benali, poi al 36' sbaglia l'ennesimo rigore: l'arbitro Giacomelli concede il penalty per un fallo di Hoedt su Zampano, ma dagli 11 metri Caprari si fa ipnotizzare da Marchetti. Gli abruzzesi non mollano e al 42' Brugman firma il 2-2 con uno splendido sinistro al volo sugli sviluppi di un corner. Non basta però, perché la Lazio ritrova il doppio vantaggio già in avvio di ripresa: Parolo cala il tris con un tap-in, sempre di testa, dopo una conclusione sul palo di Milinkovic, poi al 57' Keita firma il poker biancoceleste da due passi sfruttando il generoso assist di Immobile.

L'attaccante mette anche la sua firma sul match al 68' con il sinistro che vale il 5-2, poi Parolo chiude in bellezza con il quarto gol al 77', stavolta con un destro da distanza ravvicinata su assist di Lulic. Il sogno europeo della Lazio continua, così come quello dell'Atalanta grazie alla vittoria per 2-0 contro il sardi. La squadra di Gasperini ipoteca i tre punti in poco più di un quarto d'ora con due gol di uno scatenato Gomez.

Lo show del Papu inizia al 4' con il destro su assist di Conti che vale l'1-0, poi al 17' il numero 10 nerazzurro tira fuori dal cilindro un destro a giro sotto l'incrocio dei pali che lascia immobile Rafael. Sorride l'Atalanta, un po' meno il Torino che sul difficile campo di Empoli incappa in un altro mezzo passo falso. I granata mettono in discesa il match all'11' con il solito Belotti, che trafigge Skorupski con una conclusione in spaccata sulla punizione dalla trequarti di Ljajic.

Prima dell'intervallo però l'Empoli raddrizza le cose con l'aiutino del campo appesantito dalla pioggia: una pozzanghera ferma il pallone sul retropassaggio di Ajeti, Pucciarelli ringrazia e dopo avere superato anche Hart in uscita deposita nella porta sguarnita. I granata potrebbero mettere di nuovo la freccia al 55', quando l'arbitro assegna il rigore per un fallo di Bellusci su Ljajic, ma Iago Falque si fa parare da Skorupski la conclusione dal dischetto. Va anche peggio al Genoa, sconfitto in casa dal Sassuolo per 1-0. Il gol-vittoria dei neroverdi arriva al 26' sugli sviluppi di una punizione battuta da Berardi: Cataldi prolunga la traiettoria sul palo più lontano, Pellegrini però è ben appostato e col piattone destro batte Lamanna.

Il Genoa sfiora il pareggio in avvio di ripresa con un colpo di testa di Gentiletti che si stampa sulla traversa, il Sassuolo si salva e porta a casa i tre punti. Poche emozioni e zero gol, infine, nella sfida del Bentegodi fra Chievo e Udinese. Nemmeno l'espulsione di Cesar, che lascia i veneti in inferiorità numerica all'80', accende il finale del match: i friulani fanno troppo poco per meritare i tre punti.

Va al Palermo lo scontro di fondo classifica con il Crotone. Decide un goal di Nestorovski al 27' del primo tempo. I rosanero salgono a 14 punti, distanti 8 punti dal quart'ultimo posto dell'Empoli. (adnKronos)

Sostieni il tuo quotidiano Agorà Magazine I nostri quotidiani non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 1223 times Last modified on Lunedì, 06 Febbraio 2017 08:09

Utenti Online

Abbiamo 849 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine