ANNO XV Ottobre 2021.  Direttore Umberto Calabrese

Sabato, 11 Febbraio 2017 08:00

Lazio Rifiuti - tariffazione puntuale approvata all’unanimità in commissione ambiente

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Lo schema di deliberazione sulle linee guida regionali per l'applicazione della tariffazione puntuale dei rifiuti da parte dei Comuni è stato approvato all'unanimità e torna ora in Giunta per il via libera definitivo. Verrà così applicato il principio 'chi inquina paga' sancito dall'Unione Europea, in modo da attribuire i costi laddove vengono generati

Approvato all'unanimità lo schema di deliberazione sulle linee guida regionali per l'applicazione della tariffazione puntuale dei rifiuti da parte dei Comuni. Il documento torna ora in Giunta per il via libera definitivo.

La promozione della tariffazione puntuale, correlata ad una raccolta differenziata efficace.  Verrà così applicato il principio 'chi inquina paga' sancito dall'Unione Europea, in modo da attribuire i costi laddove vengono generati. La Tari si chiamerà Tarip e diventerà così una tariffa di natura corrispettiva: verranno infatti premiati i cittadini maggiormente virtuosi in grado di differenziare correttamente i rifiuti e di ridurre così al minimo quelli non riciclabili, con ripercussioni positive sull'efficienza del servizio, nonché sull'importo da corrispondere al Comune di appartenenza.

I principi alla base del documento sono quelli della trasparenza e della premialità. In applicazione del principio della trasparenza, il cittadino ha la sicurezza di pagare solo per il numero di conferimenti realmente operati, oltre al numero di quelli già inclusi nella parte fissa della tariffa. Vedrà quindi premiati i propri sforzi finalizzati all'aumento della differenziata grazie a un riconoscimento monetario immediato. I nuovi regolamenti comunali di gestione dei rifiuti urbani, infatti, dovranno prevedere una serie di misure volte a consentire una
corretta quantificazione dei rifiuti prodotti dalle singole utenze, anche attraverso la pesatura, l'utilizzo di contenitori dedicati, di sacchi o lacci preacquistati e di etichette con codici a barre che permettano la corretta associazione del numero di scarichi effettuati dall'utente.

"In Europa siamo rimasti gli unici ormai a pagare ancora il servizio di raccolta dei propri rifiuti in base ai metri quadri di proprietà dell'immobile, senza prevedere alcuna modulazione della tariffa in base ai reali conferimenti effettuati dai cittadini -parole di Mauro Buschini, Assessore Rapporti con il Consiglio, Ambiente e Rifiuti, che ha aggiunto: sono moltissimi i Comuni che stanno rinnovando gli appalti per l'affidamento del servizio di gestione rifiuti a livello locale e che attendono gli esiti di questa delibera. Ovviamente non vogliamo lasciarli soli nella fase di startup e intendiamo affiancarli attraverso specifici bandi tarati sugli investimenti sostenuti per l'acquisto di
strumentazioni utili a tracciare l'intero ciclo dei rifiuti".

Sostieni il tuo quotidiano Agorà Magazine I nostri quotidiani non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 999 times Last modified on Sabato, 11 Febbraio 2017 07:53

Utenti Online

Abbiamo 1178 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine