ANNO XV Settembre 2021.  Direttore Umberto Calabrese

Venerdì, 24 Febbraio 2017 00:00

TAP, D'Amato (M5S), #NoMoreGas, «fermiamo il gasdotto. Tuteliamo la salute e il nostro territorio»

Written by 
Rate this item
(0 votes)

"Oggi, l'Italia, l'Ue e gli altri paesi interessati, con le lobby del mondo bancario, sono riuniti a Baku per parlare del gasdotto Trans Adriatic Pipeline (TAP), che attraversa Grecia ed Albania e arriverà nel nostro Paese in Salento. Sarà lungo 870 chilometri e da Baku porterà in Europa centrale 10 miliardi di metri cubi di gas per 50 anni.

Il terminale in Italia sorgerà su una delle più belle spiagge del Sud pugliese: San Basilio, a due passi da San Foca. Noi del Movimento 5 Stelle diciamo a no a questa opera, una follia a cielo aperto, appoggiata da Renzi e Gentiloni. Lo facciamo unendoci alla battaglia di Counter Balance #NoMoreGas. Fermiamo il gasdotto, tuteliamo la salute e il nostro territorio". Lo dice Rosa D'Amato, capo delegazione del Movimento 5 Stelle al Parlamento europeo. Oggi a Baku si svolge il "Southern Gas Corridor Advisory Council", con rappresentanti dei Governi nazionali (per l'Italia Carlo Calenda), le istituzioni europee e il settore bancario.


"Val la pena rammentare - dice il M5S - che la BEI, la banca europea per gli investimenti, dovrebbe infatti finanziare la costruzione del TAP, ma ancora non ha preso una decisione in merito.

Oltre alle denunce, i contadini chiedono di essere ascoltati anche in merito al tracciato del gasdotto, che loro ritengono debba essere come minimo rivisto, mentre in molti mettono in discussione la stessa strategicità del progetto. In questo contesto la BEI tentenna nel decidere in merito al prestito richiesto, di ben 2 miliardi di euro. Un prestito che, se approvato, sarebbe il più grande nella storia dell'istituzione e un potenziale boomerang per la sua immagine pubblica e per la credibilità della stessa Commissione europea che di fatto potrebbe essere chiamata a coprirne il rischio".

Sostieni il tuo quotidiano Agorà Magazine I nostri quotidiani non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 1037 times

Utenti Online

Abbiamo 914 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine