ANNO XV Luglio 2021.  Direttore Umberto Calabrese

Venerdì, 10 Marzo 2017 00:00

Allegri «Juve-Milan sfida sempre equilibrata»

Written by 
Rate this item
(0 votes)

"Juventus e Milan è sempre una partita di cartello dove i valori si azzerano e le due squadre fanno sempre una grande prestazione, servirà un match di grande attenzione".

 Il tecnico bianconero, Massimiliano Allegri, mette in guardia i suoi dalla difficile partita che domani vedrà al J-Stadium arrivare il Milan in ritardo in classifica di 17 punti ma in grado dibattere i bianconeri nella finale di Supercoppa Italiana a Doha ai rigori e all'andata in campionato.

"A Milano (1-0 dei rossoneri ndr) è stata una partita molto equilibrata, a Doha abbiamo subito molto di più rispetto alle altre due partite. In Coppa Italia (2-1 Juve) abbiamo concesso poco e niente -prosegue il mister toscano nella conferenza stampa della vigilia a Vinovo-. Il Milan è una squadra che non muore mai, sorniona, sembra esca dalla partita però ha grande velocità e tecnica, nonostante la differenza di punti quando c'è Juve-Milan è sempre una sfida equilibrata".

Rispetto alle precedenti partite i rossoneri non avranno a disposizione Bonaventura, ma Allegri è sicuro che Montella schiererà una squadra più che competitiva: "Non so cosa faranno tecnicamente ma il sistema di gioco è abbastanza delineato, in questo momento non c'è Bonaventura ma un giocatore molto bravo come Deulofeu, è molto bravo nelle aperture di gioco e nell'entrare in area. A centrocampo hanno giocatori fisici, sarà una partita difficile".

Allegri fa poi un passo indietro e torna ad analizzare il pareggio contro l'Udinese. "Abbiamo giocato una brutta partita, dovevamo tornare con una vittoria. Accettiamo il pareggio, abbiamo guadagnato un punto sulla Roma, ma il campionato è ancora lungo. Col Milan dobbiamo fare una partita tosta, sotto il punto di vista tecnico, e portare a casa i 3 punti perché sarebbe una vittoria in meno allo scudetto".

"Prima di Udine venivamo da 10 vittorie di seguito, una partita dove si gioca meno bene e dove la squadra sembra, ma non lo è, stanca, ci può stare. Si doveva però fare una partita diversa, queste sono le gare più importanti, vincere quando si gioca meno bene. Comunque è fisiologico, non si possono giocare 38 partite sempre al massimo", aggiunge Allegri.

Infine spazio alla formazione, a partire dalla difesa. "Chiellini non gioca sicuramente, ci sarà Bonucci e poi uno tra Benatia, Rugani e Barzagli con Benatia un pochino più in vantaggio. Per il centrocampo non ho ancora deciso, valuterò se giocare con Pjaca o magari con un centrocampista in più", conclude il mister.

Sostieni il tuo quotidiano Agorà Magazine I nostri quotidiani non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 1115 times Last modified on Venerdì, 10 Marzo 2017 04:08

Utenti Online

Abbiamo 1487 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine