ANNO XVI Novembre 2022.  Direttore Umberto Calabrese

Martedì, 06 Giugno 2017 09:12

Taranto - Ilva - Ecco il dopo Riva è deciso: Am Investco Italy srl di ArcelorMittal-Marcegaglia

Written by 
Rate this item
(0 votes)

E’ fatta, Taranto, ha la nuova ditta, dopo i Riva, ecco la cordata Am Investco Italy srl di ArcelorMittal-Marcegaglia che avrà in mano il destino della città. Una Marcegaglia nota ai sindacati per i licenziamenti in tutt'Italia. 

Tutto il resto è noia, le firme del ministro di ieri sera, con i lavoratori che sfilano a Genova e Taranto e la triplice sindacale che chiede incontro e non l’ha. Tanto non cambia. Per 10 decreti il Governo ha fatto capire che è roba nostra e non discutiamo con nessuno. L’offerta di Am Investco Italy Srl, secondo quanto ha reso noto il ministero dello Sviluppo: il prezzo di acquisto è di 1,8 miliardi di euro, il canone di affitto annuo 180 milioni di euro. Entro il 2018 dovrà essere eseguito il Piano ambientale, in linea con quanto definito dal ministero dell’Ambiente, con investimenti per 1,137 miliardi di euro (di cui 301 milioni destinati alla copertura dei parchi minerari, 196 milioni alle cokerie e 179 milioni al piano acque).

Si prevedono ancora il mantenimento della produzione a 6Mt – sostanzialmente in linea con l’ attuale – e investimenti per circa 2,4 miliardi (1,.25 tecnologici e 1,15 ambientali). Sul fronte occupazione, Am Investco prevede un organico pari a 9.407 occupati nel 2018, destinati a ridursi nell’arco del Pianoa 8.480 occupati costanti. Oggi l’organico delle società Ilva oggetto del trasferimento è composto da 14.220 lavoratori e il ricorso alla cig straordinaria riguarda complessivamente un massimo di 4.100 addetti. Sarà dunque quest’ultimo un nodo che darà da discutere.

Sull’occupazione tutto è legato alla negoziazione con l’aggiudicatario - cosi riporta la nota ministeriale - i Commissari straordinari indirizzeranno prioritariamente l’attività sui seguenti obiettivi: miglioramento dell’offerta sotto il profilo della tutela occupazionale, prevedendosi che il livello occupazionale riferibile complessivamente al gruppo Ilva sia costituito da almeno 10 mila unità per l’intero periodo di riferimento del piano industriale tenendo conto che l’accordo sindacale potrà ulteriormente precisare e incrementare tale obbligo.

Am Investco ha comunicato la propria disponibilità all’assunzione di ulteriori impegni da definire in sede negoziale successiva per la riduzione dei tempi per la realizzazione degli investimenti ambientali con particolare riferimento alla copertura dei parchi.

Ora è chiaro che nei prossimi giorni si muoverà il teatrino della politica, i sindacati faranno assemblea, tutto rientra nella routine. In attesa che dal dire si passi al fare, mentre la città va al voto senza capire il presente, immaginate il futuro.

Sostieni il tuo quotidiano Agorà Magazine I nostri quotidiani non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 1518 times Last modified on Martedì, 06 Giugno 2017 10:23

Utenti Online

Abbiamo 719 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine