ANNO XVIII Febbraio 2024.  Direttore Umberto Calabrese

Mercoledì, 23 Agosto 2017 00:00

Ischia, terremoti, Italia fragile, abusivismo e d'intorni nella diretta Sky24

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Non si può morire per un terremoto che in Giappone avrebbero subito sorridendo al bar. L'Italia è fragile. Bonelli su Sky24 attacca su abusivismo e lotta da fare sul serio, ma viene, a sua volta attaccato in studio dal sen Falanga che gli chiede di non fare sciacallaggio mentre un ingegnere parla di problema colossale che non si può risolvere con mega abbattimenti senza creare alternative.

Ok, diciamo noi, niente sciacallaggio, tuttavia le agenzie parlano di abusivismo e di cemento impoverito,  anche se non tutte le case crollate erano abusive e "la Chiesa crollata anche nel 1800, dove morirono i genitori di Benedetto Croce e fece 2000 morti, era del '700" dice il senatore..

Ecco i numeri di oggi oltre duemila sono gli sfollati, due i morti accertati e brilla la storia dei tre fratelli miracolati con il piccole eroe Ciro.

Niente polemiche ma riflettiamo.

Occorre un piano di edilizia popolare antistimica da mettere sul campo alternativo alle case abusive da abbattere e in progressione. Prima gli eco-mostri legati alla mafia, poi la casa del muratore che ha costruito la prima casa -  dice Falanga -  mentre il presidente dei Verdi Bonelli lo accusa di dire bugie: "nel suo ddl non si parla di muratori, il comma 6bis sospende tutte le oridinanze di demolizioni anche in zone vincolate" fatto che fa allarmare "molte procure" e poi ci sono le leggi regionali che vanno contro, "sindaci che lottano e sindaci che chiedono il 4° condono edilizio"

La querelle appare essere infinità, ma nella loro pacatezza il geologo e l'ingegnere presenti nello studio dell'emittente, parlano un'altra lingua, quella che vorremmo sempre ascoltare noi.

Il geoologo parla di vulnerabilità del nostro paese, e a tal proposito parla di Amatrice dove sono crollate case antiche dove erano state fatte nel tempo delle sopra elevazioni, con tetti pesantissimi,  l'ingegnere parla di realizzare finalmente una politica di prevenzione in testa a tutto, che affronti tutti i rischi, quello per gli incendi - che stanno devastando la natura in quest'estate -  fino al rischio alluvioni, tutte attività che potrebbe mettere in moto l'economia creando l'occupazione di piccole imprese.

Ma esiste il mondo politico che si oppone a qualsiasi piano.

dati della legambiente in Campania mostrano che solo 4% è stato abbattuto sulle 70 mila costruzioni che hanno avuto l'ordinanza di abbattimento.  Per questo i sindaci sono schierati contro l'accostamento tra sima e abusivismo, in molti casi si tratta di drenaggio del consenso, mentre altri sindaci che fanno il proprio dovere sono minacciati o cacciati. Come Ligata.

Alla fine, o alla buonora è sempre la politica che deve chiarire, al di là di balletti e finzioni, dove andare a parare e in questa Italia resa fragile nel 900 da abusi, pessime ritrutturazioni, procedere come giustamente chiede Bonelli alla fine con grande trasparenza su da che parte stare, con tutta la gradualità e il tempo che ci vuole.

Per uscire dal paradosso che sconcerta tutti i geologi: un terremoto con questo numero 4.0 non avrebbe dovuto creare quasi nulla al di là della paura e una notte per strada. (rdg)

Sostieni il tuo quotidiano Agorà Magazine I nostri quotidiani non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 1547 times Last modified on Mercoledì, 23 Agosto 2017 07:29

Utenti Online

Abbiamo 970 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

Calendario

« February 2024 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29