ANNO XV Maggio 2021.  Direttore Umberto Calabrese

Sabato, 21 Ottobre 2017 00:00

Rassegna stampa Forin - Sulla riconferma di Visco - Ancora sulla Catalogna e indipendenza -

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Principali notizie della cronaca attuale commentate da Carlo Forin nostro collaboratore di Vittorio Veneto, ricercatore linguista del sumero e analista politico

Sulla riconferma di Visco. Lo stato degli atti mostra la preoccupazione di Renzi: Ha guidato contro la rielezione di Visco alla Banca d’Italia, non limitandosi per una volta, a fare il muro di gomma. Aveva ottenuto un successo al Parlamento, con un voto contrario alla rielezione del Governatore che non governa. Credeva di aver risolto il problema di imputare a Visco tutta la responsabilità del disastro dei crediti insoluti delle obbligazioni subordinate. Si è trovato contro le istituzioni. Gentiloni si è piegato all’invito del presidente Mattarella. Ha ignorato l’orientamento già costruito dal sottosegretario Boschi, in linea con Renzi, ed ha deciso la conferma di Visco.

Adesso, io potrei godere del tonfo del segretario politico, concordare con Prodi, che si limita ad allinearsi alla sua condanna ed andar oltre. I fatti hanno fatto galleggiare Visco (pazienza!) e stanno affogando Renzi (finalmente!).

Ma, sarei un vigliacco!: le obbligazioni subordinate restano una legge dello Stato! Una legge nata prima dell’incarico a Visco. Che perdura! I disastri bancari fondano prima nell’intreccio delle nomine politiche aberranti, ma si concretano soprattutto nella fonte di questa legge dello Stato, che favorirà la difesa degli amministratori bancari ora in giudizio. Dunque, Visco non è responsabile della legge sui crediti subordinati. Lo sono tutti i parlamentari che la mantengono e specificamente Visco che non ha fatto nulla di efficace per eliminarla. Dunque, Renzi ha inciampato proprio nel momento in cui ha ragione [‘Abbiamo detto che la Vigilanza non ha fatto granché]: a che serve un governatore che ha la priorità nel controllo del circuito dei crediti se abbiamo ancora la legge ‘berlusconiana’ vigente?

Nomino B., il condannato per elusione fiscale ed espulso dal Parlamento per indegnità, perché avrebbe ancora due milioni di gonzi che voterebbero la sua parte se si presenterà col suo nome! A ciascuno di questi gonzi io mi rivolgo: vergognatevi della vostra intenzione di voto! Siete responsabili del furto di credito sofferto da tutte quelle famiglie rimaste diseredate!

Ieri ho sentito il vecchietto di nuovo a pontificare: è l’immagine del liquame in cui siamo.

Sospensione e indipendenza.

Da Repubblica – Catalogna indipendenza

Continua l’intreccio ispano-catalano di sospensione dell’autonomia regionale-indipendenza di una nuova repubblica dentro alla galassia europea.

Intanto si appresta lo sviluppo dell’intreccio lombardo-veneto per spendere 40 milioni di euro per nulla. Come vi ho detto più volte, domenica non parteciperò a questo furto di danaro pubblico per rinforzare le sedie leghiste. Mi dispiace quella Chiesa che ha deciso di partecipare soprattutto perché ha tra i suoi preti impolitici.

Sostieni Agorà Magazine I nostri siti non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 1177 times Last modified on Venerdì, 20 Ottobre 2017 18:22

Utenti Online

Abbiamo 777 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine