ANNO XVI Novembre 2022.  Direttore Umberto Calabrese

Martedì, 13 Febbraio 2018 05:01

Mush lim, che etimo ha? [-Mush lim an- è più completo].

Written by 
Rate this item
(0 votes)

La pubblicazione di ‘Mussulmano in zumero[1]’ mi mette nella condizione di dover corroborare la mia tesi –mussulmano etima ‘partner giovane del serpente’- con altre vie.

Ad esempio: l’arabo muslim come etima dal zumero? Intanto completiamolo in musliman[2]. An è ‘cielo’ in zumero.

La sillaba ‘lim’, che reciproca in ‘mil’, propone:

lima, limu, lim

thousand; overwhelming, awesome, fearsome (may be Akkadian loanword from lim, ‘thousand’, but a thousand is four hundred greater than gesh2 x u, ‘six hundred’; cf., limmu(2,4,5), lim2)[3].

mili, mil [IS –vita nds]

(cf., milla – mil va oltre- mili –mil + sentiero-, mil –spirito, mi, (di) Dio, il)[4].

Lo Spirito di Dio mi assiste. Muslim è ‘millenni (di) serpente’ in zumero.

Lungo i millenni il senso della parola cambia, come hanno cambiato comportamento ed usi i mussulmani emigrati in Europa. Però i loro fondamentalisti, che si ribellano all’integrazione, non sbagliano affatto quando rivendicano le loro radici violente.

L’ordine del tempo non si recupera con la fisica né col pensiero di Carlo Rovelli[5].

Piuttosto si può esaminare il tempo continuo della storia, non come ha fatto il medievalista Jacques Le Goff[6], che ha finito però in un medioevo continuo. Bisogna ricorrere alla teoria della teonomasiologia, ovvero riconoscere ciò che ci insegnò, senza seguito, Licinio Glori in La pace di Cesare[7]: in nomine numen, ovvero dal passato permangono i paleonimi, che contengono le fedi e gli inganni dei popoli.

Questi paleonimi orientano o disorientano.

Cito qualche libro per comprovare, ad es., che il medioevo ebbe una civiltà più avanzata di quella europea, come narra Paul M. Cobb, La conquista del Paradiso[8], o per ricordare, attraverso Riccardo Cristiano Medio Oriente senza cistiani?[9], dopo che l’Anatolia fu stata la terra con più cristiani al tempo di san Paolo, ed anche La strage dei cristiani raccontata da Andrea Riccardi[10], o Quando l’Europa è diventata cristiana (312-394) di Paul Veyne[11].

La miglior comprova della validità del mio etimo viene da dei musulmani dotti, che ci hanno dato Violenza e Islam, con lo pseudonimo Adonis[12]: conversazioni con Nouria Abdelouahed di Ali Ahmad Sai Esher[13]. Laici non convertiti narrano la violenza nata ai tempi di Maometto. Non hanno riconosciuto Gesù così come gli Ebrei, incapaci di riconoscersi ebrei nell’Horeb la radice di –eb.ruh vel nei grafi eb.hur. Io mi fido della loro analisi e dei miei nomi degli dèi ben analizzati per metter ordine nelle parole.


[1] http://www.agoramagazine.it/index.php?option=com_k2&view=item&id=23568:mussulmano-in-zumero&Itemid=713 75 ore 12,57,

[2] Ringrazio Dario Seglie del suggerimento via e-mail.

[3]John Alan Halloran, Sumerian lexicon, Los Angeles, Logogram Publishing, 2006: 126.

[4] John Alan Halloran, Sumerian lexicon, Los Angeles, Logogram Publishing, 2006 : 175

[5] Milano, Adelphi, 2017.

[6] Bari-Roma, Laterza, 2014.

[7] Milano, Dimara, 1956.

[8] Torino, Einaudi, 2016.

[9] Roma, Le Edizioni, 2016.

[10] Bari, Giusi Laterza, 2015.

[11] Milano, Garzanti, 2010.

[12] Milano, Guanda, 2015.

[13] Milano, Guanda 2015.

Read 1537 times
More in this category: « Cortesia Limerenza »

Utenti Online

Abbiamo 986 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine