ANNO XVI Settembre 2022.  Direttore Umberto Calabrese

Lunedì, 26 Febbraio 2018 16:11

A Roccaforzata (Taranto) ennesimo volantinaggio contro il Sindaco reo dichiarato

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Il Movimento Democratico per Roccaforzata ieri ha effettuato sul proprio territorio un volantinaggio casa per casa affinché i riflettori sulla vicenda giudiziaria che ha coinvolto il primo cittadino Vincenzo Pastore non si spengano frettolosamente, ma anzi, è servito per fare chiarezza sulle conclusioni.

“Il sindaco Pastore – si legge nel volantino - nel settembre del 2016 è stato arrestato perché colto in flagranza di reato mentre pagava una tangente ad un Ufficiale della Marina Militare per truccare un appalto e per questo è stato in carcere per sei mesi. Abbiamo chiesto più volte le sue dimissioni e/o della sua maggioranza per una evidente ed INGOMBRANTE QUESTIONE MORALE. Appello caduto sempre nel vuoto ed ignorato anche dai consiglieri della maggioranza trincerandosi dietro un “si presume l’innocenza fino al terzo grado di giudizio”.

Il passo successivo del processo, nel settembre del 2017, è stato relativamente breve: l’imputato Vincenzo Pastore si è DICHIARATO COLPEVOLE ammettendo il reato e subendo una condanna di due anni e un mese di reclusione. A seguito di questi eventi regna l’incertezza e il caos amministrativo. Ci saremmo aspettati infatti le dimissioni del sindaco e della maggioranza che lo sostiene ma purtroppo ancora oggi questo atto di responsabilità morale non è accaduto. Nel frattempo, a nulla sono valse le nostre numerose richieste ufficiali fatte anche in Consiglio Comunale per cercare di superare questa incresciosa ed imbarazzante situazione.

 Il volantino si conclude, “oltre allo scopo di informare i cittadini della reale situazione, vuole essere anche un INVITO UFFICIALE DI CONFRONTO PUBBLICO con il primo cittadino al fine di capire le sue intenzioni che lo portano a rimanere incomprensibilmente attaccato alla poltrona”.

Con ogni probabilità questo resterà l’ennesimo invito che cadrà nel vuoto in quanto il Sindaco Pastore si è sempre sottratto al confronto non solo con i gruppi consiliari di opposizione alla sua amministrazione, ma anche nei confronti della popolazione. Mai una assemblea pubblica per illustrare bilanci o piani urbanistici, come era prassi delle amministrazioni che lo hanno preceduto, e persino ha disertato l’appello al voto nell’ultimo giorno di campagna elettorale amministrativa al contrario delle altre due liste presenti alla competizione elettorale.

Sostieni Agorà Magazine I nostri siti non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 1013 times

Utenti Online

Abbiamo 1054 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine