ANNO XVI Dicembre 2022.  Direttore Umberto Calabrese

Martedì, 03 Aprile 2018 16:29

Salvini: "Se vado al governo via le assurde sanzioni alla Russia"

Written by 
Rate this item
(0 votes)
"Spero di potere presto, dal governo, raccogliere l'appello del presidente di Confindustria Russia: via queste assurde sanzioni che stanno causando un danno incalcolabile all'economia italiana.". E' quanto si legge sul profilo Twitter del segretario della Lega, Matteo Salvini.
Intanto, mercoledì prendono il via le consultazioni del capo dello Stato, Sergio Mattarella. Al momento sul tavolo ci sono solo ipotesi di governo. Salvini e Di Maio sono ancora in vacanza, ma i contatti non si sono totalmente arrestati: tra i due leader prosegue lo scambio di idee e il confronto, anche se in realtà i nodi difficili da sciogliere sono quello legato alla figura di Silvio Berlusconi e alla premiership. Dal Movimento 5 Stelle nessuna apertura L'elettorato pentastellato giudica negativamente l'eventuale apertura di un dialogo diretto con il Cavaliere, con il quale non vuole avere nulla a che fare. La replica degli azzurri è secca e non lascia via di fuga: "È necessario dare quanto prima un governo al paese. Il centrodestra ha l'onere della proposta e affronterà questo passaggio con responsabilità - ribadisce Anna Maria Bernini, capogruppo in Senato - Con Forza Italia e il presidente Silvio Berlusconi ci confronteremo sui programmi senza preclusioni ma senza accettare né veti né soluzioni confuse". E anche sul fronte palazzo Chigi, il Movimento non intende arretrare, il governo "non può prescindere dalla presenza di Luigi Di Maio come candidato premier" ripete come un disco rotto Alfonso Bonafede "noi riteniamo che debba essere lui il candidato premier, sì. Il premier del governo".E anche Di Maio non sembra pensare a mollare la presa: "Continuiamo ad andare avanti, insieme e niente ci potrà fermare". Il leader della Lega, dal canto suo, non demorde e crede che si possa trovare un punto di incontro, anche perché, è il ragionamento di Salvini, "se dopo i cento passi indietro fatti dalla Lega, se non ne fa anche lui, salta tutto". Da premier o da ministro, Salvini conta di essere nel prossimo esecutivo e di far valere le idee che l'elettorato ha premiato. Nelle prossime ore incontro Salvini-Di Maio I due leader dovrebbero incontrarsi domani di ritorno dalla breve vacanza di Pasqua o al massimo mercoledì mattina, in una sede 'istituzionale' come annunciato nei giorni scorsi, quindi in Parlamento. Mercoledì invece dovrebbe rientrare a Roma Silvio Berlusconi, che vedrà prima i neocapigruppo, Maria Stella Gelmini e Anna Maria Bernini, per poi ospitare a pranzo a palazzo Grazioli gli alleati Salvini e Giorgia Meloni. La presidente di Fratelli d'Italia è infatti la prima del centrodestra che salirà al Colle, proprio nella giornata di mercoledì 4 alle 18.30. Per Berlusconi e Salvini si dovrà attendere il giorno dopo, il 5 aprile. Forza Italia incontrerà il capo dello Stato alle 11, mentre la Lega alle 12. Il Partito democratico, guidato da Maurizio Martina, aprirà invece la prima giornata di Consultazioni alle 10, mentre i 5Stelle la chiuderanno alle 16.30. rainews.it

 

Sostieni Agorà Magazine I nostri siti non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 959 times

Utenti Online

Abbiamo 893 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

Calendario

« December 2022 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31