Print this page
Venerdì, 25 Maggio 2018 10:08

Taranto – La minoranza al Comune su Ilva chiede un tavolo territoriale permanente e condiviso

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Si pubblica qui di seguito comunicato congiunto consiglieri di minoranza del Comune di Taranto, Baldassari, Vietri, Nilo, Fornaro, Ciraci su vicende Ilva.

A seguito di quanto verificatosi nei giorni scorsi noi, consiglieri di minoranza, anziché porgere al sindaco una solidarietà di circostanza dettata esclusivamente da equilibrismi politici e di maggioranza, lo invitiamo ad affrontare insieme alla città di Taranto e ai suoi cittadini la questione Ilva.

Non è possibile che il primo cittadino prosegua, come finora fatto, rappresentando posizioni autonome senza alcun mandato deliberato dal consiglio comunale che, probabilmente, ad egli sfugge è l'organo d'indirizzo politico della città. 

Caro sindaco la questione Taranto, non più procrastinabile, richiede dialogo e condivisione che non possono realizzarsi attraverso la partecipazione ad alcune convocazioni piuttosto che ad altre a secondo delle opportunità politiche che di volta in volta s'intravedono.

La questione Taranto deve essere affrontata senza contrapposizioni e prevaricazioni anche nella diversità di pensiero, che deve aver modo di essere espressa, attraverso l’ascolto di tutte le anime di questa vicenda, ricercando una voce univoca e risolutoria, anche se assunta a maggioranza, per avere la giusta forza ed attenzione ad ogni livello istituzionale. Abbiamo l’obbligo di far capire che il popolo Tarantino da spettatore diventa attore e pretende che ogni livello d’intervento individui gli strumenti affinché la soluzione trovi attuazione.

Chiediamo dunque che le audizioni da tenersi nelle commissioni comunali da noi richieste e condivise in consiglio comunale partano al più presto e che tali attività diventino un tavolo territoriale  permanente sull’ Ilva. Noi siamo pronti, e in ogni caso troveremo il modo per farci ascoltare. Il tema investe il futuro del territorio è non può continuare ad essere motivo di scontro tra i partiti o all'interno degli stessi per interessi diversi da quelli dei cittadini.

Sostieni Agorà Magazine I nostri siti non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 1080 times