ANNO XV Novembre 2021.  Direttore Umberto Calabrese

Giovedì, 16 Gennaio 2020 18:34

Prescrizione, Renzi: "Sì a legge Pd e Orlando"

Written by 
Rate this item
(0 votes)

"I titoli di oggi sono fantastici: Renzi spacca la maggioranza. Guardiamo i fatti: c’era una legge sulla prescrizione voluta dal Pd e dal ministro Orlando. Poi sono arrivati i populisti gialli-verdi e con i voti leghisti e grillini hanno cambiato la legge, eliminando la prescrizione e rendendo i cittadini imputati a vita. Un obbrobrio giuridico. Noi ieri abbiamo votato per ripristinare la legge dei nostri governi, cancellando le misure giustizialista e populiste. Mi dispiace solo che il Pd abbia scelto di seguire i grillini anche su questo, andando purtroppo a rimorchio dei Cinquestelle". Lo scrive su Facebook Matteo Renzi.

 

"Non abbiamo rotto la maggioranza, abbiamo solo difeso lo stato di diritto. Continueremo a farlo, anche senza il permesso dei populisti: populisti nuovi e populisti vecchi. Abbiamo fatto un governo insieme -conclude l'ex premier - per mandare a casa Salvini, non per diventare grillini".

"Se Bonafede vuole cambiare la sciagurata legge che lui stesso ha fatto, lo faccia, siamo al suo fianco. Ma noi tra una legge del governo Renzi e uno del governo Salvini stiamo dalla parte della nostra storia", aggiunge Renzi a 'Rai1 viva voce'. "Noi siamo disposti a ragionare su tutto, come velocizzare i processi" ma "siamo coerenti". "La novità non è che Italia viva ha votato la legge del governo in cui c'era Orlando, ma vedere il Pd a rimorchio della cultura giustizialista del M5S. Questo fa male a tanti amici che vedevano nel Pd la casa dei riformisti e non dei giustizialisti", ribadisce, rispondendo "no" alla domanda relativa all'ipotesi di una crisi di governo legata alla prescrizione.

ANNIBALI - Intanto Lucia Annibali di Italia Viva, membro della commissione Giustizia, a chi le chiede se Iv potrebbe votare con le opposizioni sulla pdl Costa anche in Aula alla Camera, il prossimo 27 gennaio, risponde: "Vedremo. Noi votiamo nel merito come sempre".

"Stupisce piuttosto chi cede su principi costituzionali in nome di future alleanze - aggiunge -. Noi abbiamo uniti i nostri voti alla destra? Vorrei ricordare che la riforma Bonafede è stata fatta durante il governo gialloverde da M5S e Lega. Noi vogliamo tornare alla riforma Orlando".

ORLANDO - "È bello quando il tuo lavoro viene, passato un certo tempo, valorizzato e addirittura esaltato. Senza alcuna strumentalità, poi" scrive lo stesso ex Guardasigilli, Andrea Orlando, su Twitter. "Sì, per certi aspetti è commovente". Adnkronos

Read 436 times

Utenti Online

Abbiamo 1113 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine