ANNO XV Agosto 2021.  Direttore Umberto Calabrese

Mercoledì, 28 Aprile 2021 15:37

L'appello di Draghi a mettere da parte le miopie "o pagheranno i più deboli"

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Il premier presenta il Recovery alla Camera. "Nell'insieme dei programmi c'è il destino del Paese, la sua credibilità".

Mario Draghi presenta il Recovery plan alla Camera. "Sbaglieremmo tutti a pensare che" sia solo un insieme di progetti, dice, "tanto necessari quanto ambiziosi, di numeri, obiettivi e scadenze. Metteteci dentro le vite degli italiani, le attese di chi ha sofferto la pandemia, l'aspirazione delle famiglie, le giuste rivendicazioni di chi non ha un lavoro o di chi ha dovuto chiudere la propria territori, l'ansia dei territori svantaggiati, la consapevolezza che l'ambiente va tutelato. Nell'insieme dei programmi c'è il destino del Paese, la sua credibilità".

"Ritardi e inefficienze" del Pnrr "peseranno sulle nostre vite e forse non ci sarà la possibilità di rimediare".

"Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza ha tre obiettivi principali" ha detto il premier, "Il primo, con un orizzonte temporale ravvicinato, risiede nel riparare i danni economici e sociali della crisi pandemica. La pandemia ci ha colpito piu' dei nostri vicini europei. Abbiamo raggiunto il numero di quasi 120.000 morti per il Covid-19, a cui si aggiungono i tanti mai registrati. Nel 2020 il Pil è caduto dell'8,9 per cento, l'occupazione è scesa del 2,8 per cento, ma il crollo delle ore lavorate è stato dell'11 per cento, il che dà la misura della gravità della crisi".

"I giovani e le donne hanno - sottolinea Draghi - sofferto un calo di occupazione molto superiore alla media, particolarmente nel caso dei giovani nella fascia di età 15-24 anni. Le misure di sostegno all'occupazione e ai redditi dei lavoratori hanno notevolmente attutito l'impatto sociale della pandemia. Tuttavia, l'impatto si è sentito soprattutto sulle fasce più deboli della popolazione", ha detto il premier.

"Tra il 2005 e il 2019, il numero di persone sotto la soglia di povertà assoluta è salito dal 3,3 al 7,7 per cento, per poi aumentare fino al 9,4 per cento nel 2020. Ancora una volta ad essere particolarmente colpiti sono stati donne e giovani e ancora una volta soprattutto nel Mezzogiorno". "Con una prospettiva più di medio-lungo termine, il Piano affronta alcune debolezze che affliggono la nostra economia e la nostra società da decenni: i perduranti divari territoriali, le disparità di genere, la debole crescita della produttività e il basso investimento in capitale umano e fisico - osserva Draghi -. Infine, le risorse del Piano contribuiscono a dare impulso a una compiuta transizione ecologica". AGI

Read 161 times Last modified on Mercoledì, 28 Aprile 2021 15:40

Utenti Online

Abbiamo 731 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

Calendario

« August 2021 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31