ANNO XV Ottobre 2021.  Direttore Umberto Calabrese

Mercoledì, 19 Maggio 2021 19:07

In Germania si è dimessa una ministra accusata di aver copiato la tesi

Written by  Roberto Brunelli
Rate this item
(0 votes)

La socialdemocratica Franziska Giffey aveva annunciato la rinuncia a usare il titolo di dottore, ma non è bastato: ha dovuto lasciare il governo Merkel. Resta comunque candidata sindaco di Berlino: "I cittadini possono fidarsi di me"

Terremoto nel governo tedesco: la ministra alla Famiglia, Franziska Giffey, ha presentato alla cancelliera Angela Merkel le sue dimissioni. Lo scrivono vari media tedeschi, tra cui la Bild, Focus e la Frankfurter Rundschau. A quanto afferma la Bild, il passo indietro dell’esponente socialdemocratica è legato all’accuse di aver plagiato parti della sua tesi di dottorato. 

Già nel 2019 il suo lavoro “La via dell’Europa verso i cittadini – La politica della Commissione Ue per la partecipazione della società civile” era stato sottoposto ad un riesame che aveva portato le autorità universitarie ad emettere una nota di biasimo. Lo scorso novembre la 43enne Giffey aveva annunciato che non intendeva più fregiarsi del titolo dottorale. Una nuova analisi del testo è stata avviata dall’Università di Berlino che, secondo la Bild, “potrebbe avere come conseguenza il disconoscimento del dottorato”. La socialdemocratica Giffey è ministra per la Famiglia dal marzo del 2018.

La ministra Franziska Giffey ha confermato di avere chiesto alla cancelliera Angela Merkel di accettare le sue dimissioni. In una nota diffusa dal ministero alla Famiglia, l’esponente socialdemocratica ha però ribadito che rimarrà candidata di punta per le elezioni per la carica di sindaco di Berlino alle elezioni del prossimo settembre.  

La Spd berlinese così come i cittadini possono fidarsi di me: ora mi concentrerò con tutta la mia forza alla questione che mi sta più a cuore: Berlino”, ha spiegato ancora Giffey. Quanto ai motivi che l’hanno spinta al passo indietro, la ministra dimissionaria ha affermato che “negli ultimi giorni sono emerse nuove discussioni sulla mia dissertazione di dottorato dell’anno 2010”.

Giffey ripete quanto già detto in passato, ossia che “ho realizzato il lavoro secondo scienza e coscienza”, ma dato che il riesame del dottorato ancora non è concluso “traggo già adesso le conseguenze di un procedimento perdurante e oneroso”. E ancora: “Se ho compiuto degli errori, mi dispiace”. A detta della ministra, i membri del governo, il suo partito e l’opinione pubblica “hanno diritto ad ottenere chiarezza”, motivo per cui si è decisa alle dimissioni.   Ministra della Famiglia dal marzo 2018, Giffey – la quale ha aggiunto di essere “orgogliosa” del lavoro compiuto in tre anni al governo - è presidente della Spd a Berlino nonché candidata alla carica di borgomastro della capitale tedesca dal novembre 2020. AGI

Read 235 times

Utenti Online

Abbiamo 992 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine