ANNO XV Settembre 2021.  Direttore Umberto Calabrese

Lunedì, 19 Luglio 2021 16:05

Anna Giusti scopriamola con un nuovo brano "DI TRAVERSO"

Written by  Pietro Nicosia
Rate this item
(0 votes)

Anna Giusti è in uscita con un brano che ha la pelle di un camaleonte che si adegua e si trasforma ad ogni variazione dell'animo di Anna .

Da "solido liquido" la differenza è netta, ma anche il sentimento espresso assume una connotazione molto più matura per quanto riguarda le sonorità, le quali si avvicinano ad un mondo un pò piu "Indie" proprio per la capacità di fare propri diversi generi, fluttuando da uno stile all'altro.

Anna Giusti la riconosci immediatamente nonostante i suoi mille "Me" musicali, con una voce avvolgente che sa essere graffiante e che bene si adatta allo stile che andrà a fare proprio.

Anna si divide in una perfetta dicotomia, quella che riesce a realizzare una crasi fra cantautorato ed elettronica, tra musica indipendente e mainstream, se dovessimo paragonare il suo sound lo potremmo paragonare ad un'opera letteraria di recente successo "Il libro delle case" di Andrea Bajani, un libro che riesce a fondere prosa e poesia, proprio come riesce Anna Giusti con la musica e la ricercatezza del testo.

Non è assolutamente una rivelazione la musicalità di "Solido liquido" con un elettro-pop e "Di traverso" un brano come pochi di forte introspezione, per non citare opere del recente passato, ma di produzione indipendente come "Di domenica" e "Polvere" frutto di una scrittura tesa, intima e avvolgente che tende a palesare un diario di viaggio dei sentimenti.

La sintesi letteraria che si evidenzia in special modo va ricercata in un raschiamento dell'anima, nel sapere interpretare le voci di dentro minuziosamente, in pratica la musica di Anna riesce ad essere un mezzo, per capirci meglio e alcuni spaccati di vita che a volte potremmo ritenere ininfluenti e invece come una clessidra di sabbia che granello dopo granello assume un suo peso sempre più specifico che ci segna fino a farci male.

"Di traverso" ultimo brano in uscita con Visory Records descrive una parabola di un sentimento che nasce nel più profondo dell'intimità dei cuori, in cui ci si guarda di traverso, forse a volte non apprezzando la persona di cui siamo divenuti oggetto del desiderio, rivelando l'amore sempre un rischio come un gioco d'azzardo dove a volte si perde tutto, come si evince dalle parole per "quante volte ho amato, altrettante volte ho odiato".

 

 DI TRAVERSO

Quella chiamata l’incontro,

l’invito il treno per Milano

ormai lontano il viaggio mai fatto perfino te

che hai bisogno di me Intanto la vita avanza

Restano fogli sparsi

In mezzo ai divani sfatti

Sopra gli specchi rotti


Molto spesso perché

Non voglio che

Tu ti accorga di me

Tu ti accorga di me, di me,di me.

Per quante volte ho amato

Altrettante volte ho odiato

Per quante volte ho rischiato

Altrettante volte ho sbagliato

 

L'anno della pandemia è stato un anno importante per i creatori di contenuti e per i musicisti, sicuramente è un anno fruttuoso non parco di scrittori musicisti e musicisti che scrivono libri, una linearità che di fondo ha una logica coerente per chi ama la musica, perché sa che fin dall'antichità la poesia e melodia sono indissolubili. Lasciamo ai lettori l'augurio che questa estate ci porti ad ascoltare nuovamente musica dal vivo e di poter incontrare Anna nelle tante eventuali tappe delle nostre città.

Read 544 times Last modified on Lunedì, 19 Luglio 2021 17:13

Utenti Online

Abbiamo 996 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine