ANNO XVI Luglio 2022.  Direttore Umberto Calabrese

Giovedì, 24 Marzo 2022 11:29

Kellogg fotografa la visione degli italiani in merito a benessere olistico e corretta alimentazione, e rafforza il suo impegno in ambito nutrizionale

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Kellogg Italia lancia Coltiviamo la bontà e conferma il suo impegno a promuovere un benessere olistico per singoli, pianeta e comunità.

Nell’ambito della campagna, un’indagine Nutrimi-Kellogg rivela la visione degli italiani in merito a wellbeing olistico, nutrizione e attività fisica. Kellogg continua a migliorare il profilo nutrizionale dei suoi prodotti: la gamma Special K ha ora il 20% di sale in meno

Kellogg Italia lancia Coltiviamo la bontà, una campagna CSR volta a promuovere un’idea di benessere olistico a vantaggio di singoli, pianeta e comunità, e che si pone in continuità con il Manifesto delBenessere,lanciatodall’aziendaloscorsomaggioalivelloEuropeo.

Nell’ambitodellacampagna,Kellogg ha collaborato con Nutrimi,lapiùimportantecommunityitalianadiprofessionistidell’alimentazione e consumatori attenti al benessere, per investigare la visione degli italiani rispetto a benessere olistico, corretta alimentazione e attività fisica.

La ricerca, condotta su un campione di 1381 persone tra cui consumatori attenti al benessere e professionisti della salute, ha evidenziato che l’idea di benessere olistico per 8 italiani su 10 passa attraverso una alimentazione varia e bilanciata abbinata ad una adeguata attività fisica.

A proposito di corretta alimentazione, la fibra è una componente alimentare fondamentale per il benessere delle persone: più del 98% degli intervistati riconosce che la fibra è importante per la propria salute; tuttavia, meno del 50% dei consumatori dichiara di prestare attenzione all’assunzione di fibre durante la giornata.

Per quanto riguarda la colazione, il 70% degli intervistati considera importante fare colazione tutti i giorni, ma meno del 50% riesce a fare una colazione nutriente e bilanciata ogni giorno. La combinazione di cereali, yogurt e frutta fresca è quella che meglio rappresenta una colazione nutriente ed equilibrata per più del 60% degli intervistati.

Durante il primo pasto della giornata quasi il 70% dei consumatori considera i cereali per la prima colazione la migliore fonte di fibre. I cereali fonte di fibre o integrali sono l’ingrediente preferito per la colazione per quasi il 78% delle persone; la percentuale sale a quasi il 90% per i professionisti della nutrizione intervistati.

A commento della ricerca, la dr.ssa Francesca Noli, Biologo nutrizionista, ha affermato:

Tante persone danno per scontato di conoscere e applicare i principi di benessere olistico e stile di vita sano. Tuttavia, osservando le abitudini dei singoli in merito a corretta alimentazione e attività fisica, emergono quasi sempre delle incoerenze. Ad esempio, in Italia, le fibre sono un vero e proprio problema di salute pubblica: in media, le persone nel loro quotidiano assumono poco più della metà della quantità di fibre raccomandata (25-30g)1. È necessario iniziare ogni giorno con il piede giusto: una colazione nutriente, bilanciata e gustosa può rendere decisamente più semplice garantire il giusto apporto di nutrienti essenziali nell’arco della giornata.”

 

Con la campagna CSR Coltiviamo la bontà, Kellogg mira a sensibilizzare i consumatori all’importanza di uno stile di vita sano che passa attraverso un’alimentazione sana e bilanciata e una adeguata attività fisica. In ambito nutrizionale, Kellogg si impegna a fornire ai propri consumatori cibo gustoso, fonte di nutrienti essenziali e dal profilo nutrizionale continuamente migliorato senza fare compromessi sul gusto o sull’inconfondibile esperienza all’assaggio.

 

Entro il 2023, l’azienda ha l’obiettivo di ridurre ulteriormente del 20% il contenuto di sale e del 10% il contenuto di zuccheri nei suoi prodotti rivolti ai bambini e agli adulti, aumentando al contempo il livello di fibre.

 

A proposito di sale, Kellogg ha ridotto del 16% il contenuto di sale nel suo iconico brand Special K Original e del 20% nella gamma Special K, per un equivalente pari a 60 tonnellate di sale eliminate dalla dieta dei propri consumatori in Europa.

 

I cereali Kellogg contengono almeno un nutriente di cui abbiamo bisogno, che si tratti di fibre, proteine o micronutrienti. Il 94% dei nostri cereali è fonte o ricco di fibre. L’intera gamma Special K contiene frumento 100% integrale ed è ricca di fibre nelle varianti classico, al cioccolato e ai frutti rossi. Inoltre, in Special K Dark Chocolate la percentuale totale di cacao2 nei riccioli di cioccolato è aumentata dal 45% al 64%, mentre nella variante ai Frutti Rossi sono stati aggiunti i mirtilli rossi.

 

Dal 2011, l’azienda ha ridotto il contenuto di zuccheri nei suoi cereali e snack a base di cereali, per un equivalente pari a oltre 2.800 tonnellate di zuccheri rimossi dalla dieta degli italiani, in particolare grazie al rinnovo delle ricette di alcuni brand iconici, come Coco Pops Risetti che ha il 30% di zuccheri in meno rispetto ai cereali per bambini esclusi muesli e cereali croccanti più

venduti. (Fonte: Unione Italiana Food).

In linea con i valori del fondatore W.K.Kellogg, il Manifesto del Benessere e Coltiviamo la bontà riconfermano l’impegno di Kellogg a crescere in maniera sostenibile e a promuovere una visione di benessere olistico a vantaggio di singoli, pianeta e comunità.

  1. Fondazione AIRC per la ricerca sul Cancro, “Le fibre alimentari, amiche della prevenzione”

  2. Sostanza secca

ScaricailreportdiricercacompletoNutrimi-KelloggBenessere olistico: italiani tra colazione bilanciata, stile di vita e buoni propositi qui.

Read 458 times

Utenti Online

Abbiamo 1075 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine