ANNO XVI Luglio 2022.  Direttore Umberto Calabrese

Giovedì, 24 Marzo 2022 12:01

Giuliettacome ci parla della sua musica e del suo nuovo singolo: ecco l’intervista.

Written by  Pietro Nicosia
Rate this item
(0 votes)

Giuliettacome è lo specchio di una generazione europea che scardina i confini locali senza perdere i legami natii, ma riuscendo a combinare con un lessico particolare più anime che riescono a mettere d’accordo tutti.

Da questa intervista un pò la sua musica, un pò la sua storia e un visione strettamente personale che profuma di una forte umanità.

 

Adèle“ è il nuovo singolo di giuliettacome uscito il 25 febbraio sulle principali piattaforme digitali, riscuotendo un buon successso di streaming, guadagnandosi di fatto importanti editoriali Spotify come la „New Music Friday Italia“ e con „Onda Indie“.

Questi editoriali descrivono bene il respiro europeo della musica di giuliettacome e come si sia ben combinata con la produzione del noto produttore Eiemgei, artefice del successo di „Sciccherie“ di Madame.

 

Noi di Agorà Magazine l’abbiamo intervistato qualche giorno prima dell’uscita ufficiale, riscontrando delle dichiarazioni di assoluto valore umano.

 

Come nasce quando è nata la passione per la musica?

Sin da quando ero piccolissima. Ho da sempre studiato danza e mi divertivo nel tempo libero a scrivere e inventare canzoni. A 18 anni, un mio amico quando ho conosciuto un amico che mi ha proposto di cantare una sua canzone e ho mollato la danza per studiare canto e chitarra.

 

Quando è nata Adèle” e come?

Adèle è nata lo scorso Febbraio. Sono andata in studio da Eiemgei e il beat di ADÈLE mi ha subito colpita. Sono andata a casa euforica e ho scritto il testo in due giorni. Dopo tre giorni eravamo di nuovo in studio e avevamo finito il brano

 

Come nasce una canzone?

Dipende. Posso essere ispirata da una melodia ma anche da una frase e lavorare agli accordi con la chitarra o con il piano. Ma può anche nascere da un beat come per Adèle sopra il quale scrivo sopra melodia e testo. Non è mai lo stesso procedimento ed è questo il bello.

 

Cosa consigli ai tuoi coetanei che vogliono perseguire la carriera musicale?

Fallo solo se ci credi tu in prima persona. Nessuno all’inizio è disposto a investire su un’artista oggi, nessuno è disposto a perdere tempo. Devi essere la prima/ il primo ad investire soldi, tempo, tutto per questa cosa se vuoi farlo seriamente. Devi ragionare tu in primo luogo come un imprenditore o imprenditrice e sapere quello che vuoi dire e come. Sono consapevole che non sia per tutti e tutte. Con il tempo si forma una squadra, un team ma all’inizio si è soli e devi crederci tantissimo tu in prima persona. Chiederti se per il tuo progetto, per la tua musica ne valga la pena.

 

Come nasce il nome giuliettacome?

Giulietta è sempre stato il mio soprannome il come nasce perché esistono tantissime Giulietta nel nostro immaginario popolare e mi piaceva l’idea di paragonarmi a qualcosa, ad un concetto, una parola lasciando a chiunque la possibilità di deciderlo. 

 

Il tuo sogno segreto nel cassetto?

Riempire uno stadio e duettare con Lady Gaga.

Read 3954 times

Utenti Online

Abbiamo 1057 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine