ANNO XVIII Febbraio 2024.  Direttore Umberto Calabrese

Lunedì, 25 Aprile 2022 07:42

Macron rieletto presidente: "Sono tempi tragici, la Francia deve farsi sentire"

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Larga affermazione con il 58,55% dei voti, la leader della destra arriva al 41,45% ma perde ancora al ballottaggio. Il discorso della vittoria sotto la Tour Eiffel, il capo dello Stato è arrivato accompagnato dalle note dell'inno europeo, circondato dai giovani: "Risponderò alla rabbia del Paese". Alto l'astensionismo, stimato al 28%. I partiti si preparano alle elezioni legislative di giugno, l'opposizione spera nella rivincita. 

Con i riflettori del mondo e dei mercati puntati, la Francia ha scelto il suo 26esimo presidente della Repubblica.

Festeggiamenti a Parigi per la vittoria del leader di La Republique en Marche, Emmanuel Macron, terzo titolare dell'Eliseo ad ottenere la riconferma.

Marine Le Pen sconfitta ha raggiunto il 41,45% rispetto al 34% del 2017: "Questo dato per me è una vittoria eclatante, il Paese non si fida dell'Ue, ora le elezioni politiche".

Al campo di Marte, dove lo attendevano migliaia di sostenitori, Emmanuel Macron, rieletto presidente della Francia, è arrivato con sua moglie Brigitte e accompagnato da alcuni bambini, figli di membri del suo staff.

Come musica di sottofondo per l'arrivo trionfale è stata scelta la nona sinfonia di Beethoven, inno dell'Unione Europea.

Alle spalle la torre Eiffel lampeggiante, monumento più simbolico del Paese. Tutto studiato nei minimi dettagli per uno spettacolo dal forte impatto.

"So cosa vi devo", ha esordito Macron rivolgendosi ai fan. "Dopo 5 anni di trasformazione, di ore felici e difficili, di crisi straordinarie, oggi, 24 aprile, una maggioranza di noi ha scelto di darmi la fiducia per essere presidente del nostro Paese per i prossimi 5 anni".

Poi ha osservato: "So che molti nostri concittadini hanno votato oggi per me, non per sostenere le mie idee, ma per fermare quelle dell'estrema destra. Voglio ringraziarli. Questo voto mi obbliga per gli anni a venire".

Macron ha aggiunto che il silenzio degli astenuti "e' l'espressione di un rifiuto di scegliere al quale noi dobbiamo dare una risposta".

Macron si è poi rivolto agli elettori di Le Pen, "perché adesso sono il presidente di tutti": "So che numerosi nostri concittadini hanno scelto oggi l'estrema destra e la rabbia e i disaccordi che li hanno portati a scegliere questo progetto devono anche avere una risposta. Ne assumo la responsabilita'".

Il presidente rieletto ha quindi strizzato un occhio ai giovani promettendo loro che i prossimi 5 anni sarà al loro servizio.

Il suo discorso è durato circa 10 minuti e si e' concluso con l'inno nazionale, la Marsigliese, interpretato dalla mezzo-soprano egiziana Farrah El Dibany dell'Opera nazionale di Parigi, seguita dal pubblico.

Prima di congedarsi, Macron ha salutato i membri del governo presenti, in primis il premier Jean Castex, e tantissimi sostenitori in un ultimo bagno di folla.

Emmanuel Macron, con il secondo mandato presidenziale, entra in una ristrettissima cerchia di presidenti francesi che hanno avuto la fiducia dei loro connazionali per due volte consecutive.
Prima di lui Charles De Gaulle fu eletto due volte alla presidenza, l'8 gennaio 1959 e l'8 gennaio 1966, non completo' il secondo mandato e si dimise il 28 aprile del 1969.

Poi fu la volta di Francois Mitterrand eletto il 21 maggio 1981 e il 21 maggio 1988, mandato portato a termine con l'elezione nel maggio 1995 di Jacques Chirac, anche lui rieletto per la seconda volta il 17 maggio 2002.

Emmanuel Macron è il primo presidente della Repubblica francese rieletto da Jacques Chirac nel 2002. I suoi predecessori, Nicolas Sarkozy e Francois Hollande, non riuscirono a ottenere un secondo mandato. 

Da Parigi a Lione, proteste e scontri per i risultati

Alcune centinaia di manifestanti hanno protestato in diverse città della Francia dopo la rielezione di Emmanuel Macron a capo dello Stato grazie alla vittoria al ballottaggio contro Marine Le Pen. Nel centro di Parigi, tra 250 e 300 persone sono partite da Les Halles per arrivare a place de la Republique al grido di "Marine Le Pen, che disgusto!" e "Macron, vattene!", scontrandosi più volte con la polizia. Anche Lione è stato teatro di scene di violenza, quando almeno 200 manifestanti hanno deciso di marciare intonando "Lione, lione, antifascista!" e "Nè Macron, nè Le Pen". Nel cuore di Rennes, poco dopo l'annuncio dei risultati si sono radunate circa 250 persone, dispiegando uno striscione con su scritto "quello che non si avrà attraverso le urne, lo si avrà attraverso la strada" e dando poi inizio a un corteo. Situazione simile a Nantes, dove 450 cittadini hanno protestato rivendicando il "bisogno di rivoluzione". A Tolosa, la parola d'ordine delle 500 persone circa scese in strada era "nè Macron ne' Le Pen. Rivoluzione" e "basta con questa società, che dà la caccia ai migranti e mette Zemmour in tv". 

Macron vince con il 58,55%, Le Pen al 41,45%

Con il 100% delle schede scrutinate a livello nazionale, il ministero dell'Interno francese rende noto che il presidente Emmanuel Macron ottiene il 58,55% dei consensi nel ballottaggio per le presidenziali, con 18,7 milioni di voti, mentre la sua avversaria Marine Le Pen si ferma al 41,45%, con 13,29 milioni di voti. L'astensione tocca il 28,01%: più di 13,6 milioni di francesi iscritti al voto non hanno votato, il dato più alto dal 1969.

Blinken, avanti stretta cooperazione con Macron

Gli Stati Uniti si aspettano di proseguire una "stretta cooperazione" con il presidente rieletto Emmanuel Macron. Lo afferma su Twitter il segretario di Stato americano Antony Blinken congratulandosi con il presidente francese.
"Non vediamo l'ora di proseguire la stretta cooperazione con la Francia sulle sfide globali, sostenendo la nostra lunga e duratura alleanza e amicizia", ha twittato Blinken.

Zelensky, congratulazioni Macron, vero amico dell'Ucraina

"Congratulazioni a Emmanuel Macron, un vero amico dell'Ucraina, per la sua rielezione! Gli auguro un ulteriore successo per il bene del popolo francese. Apprezzo il suo sostegno e sono convinto che ci stiamo muovendo insieme verso nuove vittorie comuni. Verso un'Europa forte e unita!". Lo scrive su Twitter il presidente ucraino Volodymyr Zelensky commentando la rielezione del presidente francese Emmanuel Macron.


Scambio di sms tra Salvini e Le Pen

Scambio di messaggi affettuosi tra Matteo Salvini e Marine Le Pen. Il leader della Lega, spiegano fonti del partito, si è complimentato per "una percentuale mai vista in passato", sottolineando la coerenza e la determinazione dell'alleata francese. Le Pen ha replicato a stretto giro ringraziandolo per il supporto e l'amicizia. 


Prima telefonata di Macron dopo la rielezione a Schol

La prima telefonata di Emmanuel Macron dopo la rielezione a presidente della Francia è stata al cancelliere tedesco Olaf Scholz. Lo ha fatto sapere l'Eliseo.


Fico, congratulazioni sincere a Macron

"Congratulazioni sincere a Emmanuel Macron, rieletto presidente della Repubblica francese. L'impegno per un'Europa sempre più unita e protagonista a livello politico deve essere comune: su questo Italia e Francia possono svolgere un ruolo decisivo". Così il presidente della Camera, Roberto Fico, sulle elezioni in Francia.

Discorso del presidente Macron di 10 minuti si chiude con Marsigliese

Il discorso di Emmanuel Macron al Campo di Marte davanti a migliaia di sotenitori e alle televioni di tutto il mondo è durato circa 10 minuti e si è concluso con l'inno nazionale interpretato dalla mezzo-soprano egiziana Farrah El Dibany dell'Opera nazionale di Parigi.

Trudeau a Macron, continuare lavoro su clima ed economia

"Congratulazioni Emmanuel Macron, non vedo l'ora di continuare il nostro lavoro insieme su questioni importanti per canadesi e francesi - dalla difesa della democrazia, alla lotta al cambiamento climatico e alla crescita economica per la classe media": così in un tweet, il premier canadese Justin Trudeau si è congratulato con il presidente francese Emmanuel Macron per la rielezione

 

Macron, il Paese sia unito per le sfide future

Dovremo essere esigenti e ambiziosi. La guerra in Ucraina c'è, per ricordarci che la Francia deve alzare la voce per mostrare la chiarezza delle sue scelte e mostrare la sua forza in tutti i settori". Lo ha sottolineato Emmanuel Macron a Champ-de-Mars. "Dovremo essere benevoli e rispettosi perché il nostro Paese è immerso in tanti dubbi, tante divisioni. Nessuno sarà lasciato per strada. Starà a noi lavorare insieme per questa unità attraverso la quale possiamo vivere più felici in Francia. Gli anni a venire non saranno certo tranquilli, ma storici, e potremo scriverli per la nostra generazione", ha aggiunto, concludendo con "Viva la Repubblica e viva la Francia".


Zingaretti, ora Europa più forte

"Ottima la vittoria di Macron contro la destra. Ora l'Europa più forte pensi al lavoro, allo sviluppo, all'istruzione, ad essere unita e protagonista nel mondo". Così il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti su Twitter sulle elezioni in Francia.

Conte, importante che non abbia vinto la destra xenofoba

"Congratulazioni e buon lavoro al Presidente Emmanuel Macron per la riconferma alla guida della Francia. Le sfide sono molteplici ed è importante che non abbia vinto una destra di ispirazione xenofoba, che specula sui problemi senza essere capace di offrire soluzioni adeguate". Così il presidente del Movimento 5 stelle Giuseppe Conte sulle elezioni francesi. 

Toti, Macron garantirà stabilità della Ue

"Emmanuel Macron, in largo vantaggio nei primi exit poll, conquista un secondo mandato da Presidente della Francia. Senza il provincialismo che spesso ci spinge a tifare per squadre di campionati stranieri, credo che sia una buona notizia. L'Europa, continente in prima linea nella crisi mondiale, ha bisogno di credere in se stessa, ha bisogno di stabilità, ha bisogno di aprirsi alla speranza, non di chiudersi per paura. Credo che Macron garantirà la stabilità dell'Unione, di cui in questo momento abbiamo quanto mai bisogno. Buon lavoro, Monsieur le President". Così il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, commenta la vittoria di Macron.


Letta, grande giorno per l'Ue. Siamo tutti più forti

"Un grande giorno per l'Europa. Grazie al voto dei francesi, siamo tutti, insieme, più forti". Così il segretario del Pd, Enrico Letta, ha commentato la vittoria di Macron in un tweet in francese.

Draghi, pronti continuare a lavorare con Macron

"Al Presidente Macron vanno le più sentite congratulazioni del Governo italiano e mie personali. Siamo pronti da subito a continuare a lavorare insieme, con ambizione e determinazione, al servizio dei nostri Paesi e di tutti i cittadini europei". Così il premier Mario Draghi commentando la vittoria di Emmanuel Macron in Francia.

Di Maio, complimenti a Macron, uniti per Ue coesa

"Complimenti e buon lavoro al presidente Emmanuel Macron. È solo con una forte spinta europeista che potremo continuare a portare avanti, tutti insieme, importanti battaglie a sostegno dei cittadini, anche in Europa. Uniti, per un'Ue sempre più coesa". Così il ministro degli Esteri Luigi Di Maio si è congratulato con Macron per la rielezione. 

Draghi, splendida notizia per tutta l'Europa

"La vittoria da parte di Emmanuel Macron nelle elezioni presidenziali francesi è una splendida notizia per tutta l'Europa". Così il presidente del Consiglio Mario Draghi alla notizia del successo del presidente francese.

Metsola, congratulazioni Macron, Ue ha bisogno di una Francia forte

"Congratulazioni a Emmanuel Macron per la sua bellissima rielezione. Non vedo l'ora con il Parlamento europeo di continuare il lavoro nell'ambito della presidenza francese dell'Ue e oltre, per affrontare le sfide di un mondo sempre più incerto e preoccupante. Un'Ue forte ha bisogno di una Francia forte". Lo scrive in un tweet la presidente del Parlamento europeo, Roberta Metsola.

Von der Leyen, con Macron facciamo progredire Francia e Ue

"Caro Emmanuel Macron, congratulazioni per la tua rielezione a presidente della Repubblica. Non vedo l'ora di continuare la nostra eccellente collaborazione. Insieme, faremo progredire la Francia e l'Europa". Lo scrive in un tweet la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen. 


Gentiloni:, la Francia ha scelto l'Ue; colpo al sovranismo

"La rielezione di Emmanuel Macron è straordinaria. La Francia ha scelto l'Europa. Un colpo al sovranismo. E ora il rilancio del progetto europeo". Lo scrive in un tweet il commissario europeo all'Economia, Paolo Gentiloni.

Read 843 times

Utenti Online

Abbiamo 1149 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine