Print this page
Mercoledì, 13 Luglio 2022 08:25

Nei porti ucraini sul Danubio 16 navi straniere per il grano. Oggi in Turchia vertice Mosca-Kiev-Onu sul grano

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Più di 90 navi stanno attualmente aspettando il loro turno poiché l'Ucraina prevede di aumentare l'esportazione mensile di 500.000 tonnellate. 

Il numero di navi straniere che raggiungono i porti ucraini sul Danubio per esportare grano è raddoppiato a 16 nelle ultime 24 ore. Lo riporta il Kyiv Independent citando il ministero delle infrastrutture ucraino.

Da giorni l'Ucraina sta ripristinando ed espandendo alcuni dei suoi porti fluviali sul Danubio a lungo dismessi per facilitare l'esportazione di grano a causa del blocco russo del Mar Nero.

Secondo il Kyiv Independent 16 navi sono entrate attraverso il canale Danubio-Mar Nero per caricare grano ucraino con l'assistenza della marina ucraina. Più di 90 navi stanno attualmente aspettando il loro turno, ha aggiunto il ministero, poiché l'Ucraina prevede di aumentare l'esportazione mensile di grano di 500.000 tonnellate.

Zelensky: "I russi non hanno coraggio di riconoscere la sconfitta". Oggi in Turchia vertice Mosca-Kiev-Onu sul grano 

 

Il presidente ucraino: "I russi non hanno più forza strategica". Gli Stati Uniti annunciano 1,7 miliardi di nuovi aiuti umanitari mentre l'Iran nega l'accordo sull'invio dei droni alla Russia. Nella regione del Donetsk sono 45 le vittime dei missili russi.

Nel consueto messaggio notturno il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, sostiene che "i russi non hanno il coraggio di riconoscere la sconfitta e di ritirare le loro truppe". Intanto il numero delle navi straniere nei porti del Danubio per trasportare il grano ucraino è raddoppiato, sono ormai sedici. Oggi a Istanbul si terranno i negoziati sullo sblocco delle esportazioni via mare fra delegazioni militari di Mosca e Kiev, con la mediazione di Ankara e di rappresentanti dell'Onu.

Mentre il Cremlino ha annunciato che il 19 luglio si terranno a Teheran il summit tra i presidenti di Russia, Turchia e Iran sulla Siria e i colloqui bilaterali nel contesto del conflitto in Ucraina.

E il governo iraniano nega di essere in procinto di fornire alla Russia droni, come aveva denunciato ieri la Casa Bianca. Invece gli Stati Uniti annunciano 1,7 miliardi di nuovi aiuti umanitari all'Ucraina per "alleviare gli effetti del forte deficit di bilancio causato dalla brutale guerra del presidente russo Vladimir Putin".

Sale a 45 il numero dei morti nel bombardamento russo sulla cittadina di Chasiv Yar, nella regione ucraina del Donetsk, dove un missile Uragan ha colpito un edificio residenziale. 

 

La Giornata 

 

07:59 Esercito Kiev respinge assalto russo a Sloviansk

L'esercito ucraino ha respinto un assalto russo contro gli insediamenti di Dovhenke e Dolyna, in direzione di Sloviansk, nella regione di Donetsk. Lo ha dichiarato lo Stato Maggiore ucraino riportato da Ukrinform. Sempre nell'Est del Paese l'esercito della Federazione ha bombardato la città di Kharkiv e gli insediamenti di Sosnivka, Dementiivka, Mykilske, Ruski Tyshky, Cherkaski Tyshky, Pytomnyk, Slatyne, Prudianka, Nove, Ivanivka e Zalyman utilizzando cannoni e razzi.

07:49 Pesanti bombardamenti nella notte a Bakhmut

L'esercito russo ha bombardato pesantemente nella notte la città orientale di Bakhmut, nella regione di Donetsk, secondo quanto riferisce il rapporto della mattina dello Stato maggiore ucraino citato da Unian. "In direzione di Bakhmut, i russi hanno bombardato i distretti di Berestovo, Bilogorivka, Soledar, Pokrovsky, Bakhmut, Opytny, Veselaya Dolyna, Vershina, Travnevo, Kodem, Toretsk e Shumy. Hanno lanciato missili e attacchi aerei su Toretsk e Raisky e Berestovo", afferma il report.

07:48 Kiev: ieri 4 civili uccisi nella regione di Donetsk

Quattro civili sono stati uccisi e altri otto sono rimasti feriti ieri in seguito agli attacchi delle truppe russe nella regione di Donetsk. Lo ha riferito il capo dell'OVA di Donetsk, Pavlo Kyrylenko, su Telegram, come riporta Ukrinform. "Il 12 luglio, i russi hanno ucciso 4 civili nella regione di Donetsk: 2 ad Avdiivka, 1 a Bakhmut e 1 a Chasovo Yar. Altre 8 persone sono rimaste ferite", si legge nel rapporto. Ad oggi, riporta Ukrinform, il numero totale di civili uccisi nella regione di Donetsk dal 24 febbraio è 606, mentre sono 1.560 le persone sono rimaste ferite.

07:43 Kiev: distretto di Nikopol bombardato da truppe russe

Le truppe russe hanno bombardato il distretto di Nikopol due volte durante la notte. Lo ha scritto Valentin Reznichenko, capo dell'amministrazione regionale militare (OVA) di Dnipropetrovsk su Telegram, come riferisce Ukrinform. "Oltre alla stessa Nikopol, altre due comunità sono state attaccate: Chervonogrigorivska e Myrivska. A Chervonogrigorivka, è stata colpita la linea elettrica. La stessa Chervonogrigorivka e altri due villaggi sono parzialmente privi di elettricità. Sul posto sono attualmente presenti squadre di emergenza di elettricisti", ha scritto ancora Reznichenko. "Dopo mezzanotte, i nostri militari hanno abbattuto un altro drone nella regione di Nikopol. Pertanto, due droni UAV nemici sono stati cacciati durante la notte . Altre zone della regione sono calme al momento", ha aggiunto il capo dell'OVA di Dnipropetrovsk.

07:42 Bombardato per 60 volte in 24 ore distretto di Sumy

L'esercito russo ha bombardato l'Oblast nord-orientale ucraino di Sumy per 60 volte nelle ultime 24 ore: lo ha riferito il governatore Dmytro Zhyvytsky spiegando  che ad essere colpite sono le comunità rurali di Znob-Novhorodske, Shalyhine, Bilopillia e Krasnopillia.

07:38 Bilancio attacco a Chasiv Yar sale ad almeno 45 morti

 Il bilancio dei morti nell'attacco aereo russo che ha distrutto un condominio a Chasiv Yar, nella repubblica ucraina di Donetsk è salito ad almeno 45 persone, fra cui un bambino. Sotto le macerie i soccorritori hanno trovato nove sopravvissuti.

03:53 Oggi in Turchia vertice Mosca-Kiev-Onu sul grano

 Al via oggi in Turchia un incontro tra russi e ucraini alla presenza dei rappresentanti delle Nazioni Unite sulla difficile questione delle esportazioni di grano attraverso il Mar Nero. "Delegazioni militari dei ministeri della Difesa turco, russo e ucraino, nonchè una delegazione delle Nazioni Unite, terranno a Istanbul colloqui sulla consegna sicura ai mercati internazionali di grano in attesa nei porti ucraini", ha affermato il ministro della Difesa turco Hulusi Akar.

02:33 Kiev: distrutto deposito di munizioni russo

L'esercito ucraino ha riferito di aver distrutto un deposito di munizioni russo nell'Ucraina meridionale. Il comando meridionale ha affermato che un attacco missilistico ha preso di mira il deposito di Nova Kakhovka, controllato dai russi, a circa 35 miglia (55 chilometri) a est della città portuale di Kherson sul Mar Nero, anch'essa occupata dalle forze russe.

23:56 Zelensky: "I russi non hanno coraggio di riconoscere la sconfitta"

"I russi non hanno più la forza strategica" e "non hanno il coraggio di riconoscere la sconfitta e di ritirare le loro truppe dal territorio ucraino". Lo ha affermato il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, nel consueto messaggio video notturno.

Read 835 times